Waldo di Reichenau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waldo di Reichenau
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Basilea dal 791 all'805
Amministratore della diocesi di Pavia dal 795 all 802
Nato intorno al 740
Consacrato vescovo 791
Deceduto Parigi, 814

Waldo di Reichenau (740 circa – Parigi, 814) è stato un abate e vescovo tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Waldo di Reichenau apparteneva ad una dinastia franca di elevato lignaggio. Entrato nell'Ordine benedettino, nel 782 divenne abate di San Gallo, ove creò una biblioteca. Dal 786 all'806 fu abate di Reichenau sull'omonima isola nel lago di Costanza, ove creò anche qui una biblioteca ed una scuola abbaziale. Egli concesse ad Egino di Verona di erigere all'interno del territorio abbaziale (sull'isola) il convento dei Santi Pietro e Paolo con relativa chiesa conventuale dei Santi Pietro e Paolo. L'Abbazia di Reichenau, sotto la sua direzione, divenne un importante centro di cultura carolingia.

Nel 791 Carlo Magno lo nominò vescovo di Basilea[1] e nel 795 amministratore apostolico di Pavia. A Pavia fu impegnato con la formazione del figlio di Carlo Magno, Pipino d'Italia.

Nell'805 divenne abate dell'Abbazia Imperiale di Saint-Denis a Parigi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bullough, S. 626f

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Waldo, in: Helvetia Sacra III/1/2 (1986), S. 1270 f.
  • (EN) D. A. Bullough: 'Baiuli in the Carolingian 'regnum Langobardorum' and the Career of Abbot Waldo († 813), in: The English Historical Review, 77. Jahrgang, Nr. 305 (Oktober 1962), S. 625-637

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN289066428 · GND (DE119511924