Waldemar de Brito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Waldemar de Brito
Waldemar de Brito.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1946
Carriera
Squadre di club1
1927 Sírio ? (?)
1928 Independência ? (?)
1929-1932 Sírio ? (?)
1933-1934 S.P. da Floresta ? (?)
1934 Botafogo ? (?)
1935-1936 San Lorenzo [1]
1937-1939 Flamengo 61 (35)
1939-1940 San Lorenzo 45 (25)[1]
1941-1942 San Paolo ? (?)
1943 Fluminense ? (?)
1944 Portuguesa ? (?)
1945-1946 Palmeiras ? (?)
1946 Portuguesa Santista ? (?)
Nazionale
1934-1942 Brasile Brasile 18 (18)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Waldemar de Brito (San Paolo, 17 maggio 1913San Paolo, 21 febbraio 1979) è stato un calciatore brasiliano. È noto per essere lo "scopritore" della leggenda Pelé[2]. Suo fratello Petronilho de Brito era anch'egli un calciatore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Waldemar de Brito iniziò in alcuni club locali. Successivamente, si trasferì al San Paolo dove ottenne i primi successi. Dopo un breve periodo al Botafogo si trasferì in Argentina, nel San Lorenzo. Tornato in Brasile giocò nel San Paolo e, dopo aver giocato in varie squadre del Brasile, concluse la carriera nel Portuguesa Santista.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Waldemar de Brito giocò in tutto 18 partite con la Nazionale brasiliana segnando altrettanti gol[3]. Prese parte al Campionato mondiale di calcio 1934 in cui sbagliò un rigore nel match contro la Spagna, il primo errore dal dischetto nella storia del torneo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Totale con il San Lorenzo.
  2. ^ (EN) TIME 100: Pelé, TIME, 14 giugno 1999. URL consultato l'8 novembre 2008.
  3. ^ (PT) Todos os brasileiros - 1934, FolhaOnline, 9 dicembre 2005. URL consultato il 17 aprile 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]