Walmart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Wal-Mart)
Walmart Stores, Inc.
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Forma societaria Public company
Borse valori NYSE: WMT
ISIN US9311421039
Fondazione 1962 a Rogers
Fondata da Sam Walton (1918-1992)
Sede principale Bentonville
Persone chiave
Settore GDO
Prodotti
Fatturato 485,651 miliardi $[1] (2015)
Utile netto 16,363 miliardi $[1] (2015)
Dipendenti approx. 2.200.000 (2012)
Slogan «Save Money, Live Better. (Stati Uniti)
WE SELL FOR LESS! (Canada
Sito web

La Walmart Stores Inc è una multinazionale statunitense, proprietaria dell'omonima catena di negozi al dettaglio Walmart, fondata da Sam Walton nel 1962. È il più grande rivenditore al dettaglio nel mondo, prima multinazionale al mondo nel 2010 per fatturato[2] e numero di dipendenti. Oggi è la più grande catena operante nel canale della grande distribuzione organizzata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte del fondatore, ora la multinazionale è di proprietà dei suoi eredi: il figlio Robson è anche l'attuale amministratore delegato e figura-chiave dell'azienda. Altri soci sono gli altri figli di Sam Walton: John T. Walton, Jim Walton, Alice Walton e la moglie del fondatore Helen Walton. Dopo la morte di John Walton gli è succeduta la moglie Christy Walton.

L'8 agosto 2016, Walmart ha annunciato un accordo per l'acquisizione della piattaforma di commercio online Jet.com per 3.3 miliardi di dollari americani.[3][4][5]

Walmart e Jet resteranno marchi separati e Marc Lore conserverà i ruoli di comando nella società.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b global500 Walmart , fortune.com. URL consultato il 6 aprile 2016.
  2. ^ WAL-MART: The High Cost of Low Price, money.cnn.com. URL consultato il 3 giugno 2011.
  3. ^ Fabrizio Massaro, Wal-Mart compra Jet.com per 3 miliardi e sfida Amazon sull’online, corriere.it. URL consultato il 10 agosto 2016.
  4. ^ usatoday.com, http://www.usatoday.com/story/money/2016/08/08/walmart-acquires-jetcom-for-3-billion/88386988/ .
  5. ^ Jason Del Rey, Walmart is buying Jet.com for $3 billion, su Recode, 8 agosto 2016. URL consultato l'8 agosto 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles Fishman, Effetto Wal-Mart. Il costo nascosto della convenienza, Egea, 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN128951275 · ISNI: (EN0000 0004 0616 1876
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende