Backlash (2002)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da WWF Backlash 2002)
Backlash (2002)
Backlash2002.JPG
La stretta di mano tra Hollywood Hulk Hogan (sinistra) e Triple H (destra)
Tagline One Man's Journey Stand Alone
Colonna sonora Young Grow Old dei Creed
Prodotto da World Wrestling Federation
Brand Raw
SmackDown!
Sponsor Castrol GTX
Data 21 aprile 2002
Sede Kemper Arena
Città Kansas City, Missouri
Spettatori 12.489
Cronologia pay-per-view
WrestleMania X8 Backlash (2002) Insurrextion (2002)
Progetto Wrestling

Backlash (2002) è stata la quarta edizione dell'omonimo evento in pay-per-view (PPV) prodotto dalla World Wrestling Federation (WWF). L'evento si è svolto il 21 aprile 2002 presso la Kemper Arena di Kansas City, nel Missouri.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

A WrestleMania X8, Triple H sconfisse Chris Jericho per conquistare l'Undisputed WWF Championship. La sera stessa, The Rock sconfisse Hollywood Hulk Hogan e, al termine di tale match, quest'ultimo effettuò un turn face lasciando la nWo. Nella puntata di Raw del 25 marzo, Triple H sconfisse Jericho e Stephanie McMahon in un Triple Threat match per mantenere il titolo e, dato che schienò Stephanie, quest'ultima fu costretta ad abbandonare la WWF (kayfabe). La sera stessa, Ric Flair e Vince McMahon (comproprietari della WWF nell'ambito della storyline) indissero un Draft per dare inizio alla brand extension, che consisteva nella divisione del roster in due show settimanali distinti (Raw e SmackDown), dove i wrestler scelti potevano apparire solamente nello show in cui vi erano stati rispettivamente collocati (ad eccezione dell'Undisputed WWF Champion, il quale poteva apparire in entrambi gli show essendo l'unico campione mondiale della federazione). Durante il Draft, McMahon (proprietario di SmackDown) scelse Hollywood Hulk Hogan come uno dei membri esclusivi del roster di SmackDown e, nella puntata di SmackDown del 4 aprile, lo nominò come primo sfidante dell'Undisputed WWF Champion Triple H per Backlash. Nella puntata di SmackDown del 18 aprile, Triple H e Hogan affrontarono Kurt Angle e Jericho in un Tag Team match che terminò in squalifica, poiché Hogan colpì accidentalmente Triple H con una sedia d'acciaio. Al termine del match, Triple H colpì Hogan con una sedia per ripicca. La sera stessa, venne annunciato che se Triple H avesse perso contro Hogan a Backlash, egli sarebbe diventato un membro esclusivo del roster di SmackDown.

Nella puntata di Raw del 1º aprile, Ric Flair (proprietario di Raw) consegnò all'Undisputed WWF Champion Triple H una nuova e singola cintura che avrebbe rappresentato l'Undisputed WWF Championship. Dopodiché, The Undertaker (appartenente al roster di Raw) si presentò pretendendo un match per il titolo di Triple H in quel di Backlash. La sera stessa, il free agent Stone Cold Steve Austin decise di firmare con il roster di Raw per poi colpire sia Flair che Vince McMahon con una Stone Cold Stunner. La settimana successiva, a Raw, The Undertaker parlò con Flair riguardo il match titolato tra Triple H e Hogan di Backlash, ma fu interrotto da Austin, che confrontò l'American Badass. Dato ciò, Flair annunciò due match, il primo tra The Undertaker e Rob Van Dam e il secondo tra Austin e Scott Hall, in cui i rispettivi vincitori si sarebbero, poi, affrontati a Backlash con in palio la nomina di primo sfidante all'Undisputed WWF Championship. Austin e The Undertaker vinsero i loro rispettivi match e, dunque, sarebbero stati loro ad affrontarsi a Backlash. La settimana successiva, a Raw, Flair si autonominò come arbitro speciale del match tra Austin e The Undertaker di Backlash.

Evento[modifica | modifica wikitesto]

Prima della messa in onda dell'evento, Big Show sconfisse Justin Credible e Steven Richards in un 2-on-1 Handicap match a Sunday Night Heat.

Match preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Il primo match dell'evento fu quello valevole per il WWF Cruiserweight Championship tra il campione Billy Kidman e lo sfidante Tajiri (accompagnato da Torrie Wilson). Nel finale, Kidman fallì un tentativo di Powerbomb ai danni di Tajiri, il quale sputò del red mist in faccia al campione per schienarlo e vincere il titolo.

Il match successivo fu quello tra Scott Hall (accompagnato da X-Pac) e Bradshaw (accompagnato da Faarooq). Bradshaw eseguì un Clothesline from Hell su Hall, ma X-Pac mise un piede di Hall sulla prima corda del ring per evitare lo schienamento. Bradshaw colpì, poi, X-Pac e Faarooq lanciò quest'ultimo contro il paletto del ring. Mentre l'arbitro fu distratto, Hall ne approfittò per colpire Bradshaw con un low-blow per poi schienarlo con un roll-up per ottenere la vittoria.

Il terzo match fu quello valevole per il WWF Women's Championship tra la campionessa Jazz e la sfidante Trish Stratus. Nel finale, Jazz intrappolò Trish in una STF forzandola alla sottomissione per vincere l'incontro e mantenere il titolo.

Il match che seguì fu quello tra Brock Lesnar (accompagnato da Paul Heyman) e Jeff Hardy (accompagnato da Lita). Lesnar dominò l'inizio del match, ma poi Hardy riuscì ad effettuare un Whisper in the Wind ai danni di Lesnar. Hardy colpì, in seguito, Lesnar con una Swanton Bomb, ma ottenne solamente un conto di due. Hardy tentò, successivamente, di colpire Lesnar con una sedia d'acciaio, ma quest'ultimo evitò il tentativo per poi atterrare Hardy con una F-5, seguita da tre Powerbomb in successione, costringendo l'arbitro a dichiarare Lesnar vincitore per KO tecnico.

Il quinto match fu tra Edge e Kurt Angle. Dopo un batti e ribatti, Edge eseguì una Edgecution su Angle, ma ottenne solamente un conto di due. Angle tentò, poi, una Angle Slam, ma Edge contrattaccò con un german suplex. Edge effettuò, in seguito, un diving crossbody dalla terza corda del quadrato impattando contro Angle all'esterno del ring. Tornati sul ring, Edge cercò di eseguire un'altra Edgecution, ma Angle contrattaccò atterrando Edge con una Angle Slam, da cui quest'ultimo si liberò al conto di due. Angle applicò, poi, la Ankle Lock su Edge, ma quest'ultimo uscì dalla presa schienando Angle con un roll-up che, però, valse solo un conto di due. Dopo che Angle non riuscì a colpire Edge con una sedia d'acciaio, Edge effettuò una Edge-O-Matic ai danni dell'Olympic Hero, ma anche questa volta Angle evase dallo schienamento al conto di due. Edge tentò di colpire Angle con una Spear, ma quest'ultimo lo bloccò atterrandolo con la Angle Slam per vincere questo bellissimo match.

Il match seguente fu quello valevole per il WWF Intercontinental Championship tra il campione Rob Van Dam e lo sfidante Eddie Guerrero. Dopo un batti e ribatti, Guerrero si impossessò del titolo per cercare di colpire Van Dam, ma quest'ultimo contrattaccò colpendo Guerrero con un dropkick. Nel momento in cui Van Dam colpì Guerrero, quest'ultimo finì accidentalmente contro l'arbitro mandandolo così KO. Guerrero ne approfittò, poi, per effettuare un neckbreaker sul titolo ai danni di Van Dam per poi colpirlo con una Frog Splash, vincendo il match e l'Intercontinental Championship.

Match principali[modifica | modifica wikitesto]

Il settimo match fu quello tra The Undertaker e Stone Cold Steve Austin, con Ric Flair come arbitro speciale, per determinare il primo sfidante all'Undisputed WWF Championship. Dopo un batti e ribatti, Austin e The Undertaker iniziarono a combattere all'esterno del ring. Austin tentò, poi, di effettuare un Piledriver su The Undertaker, ma quest'ultimo contrattaccò gettando a terra Austin con un back body drop per poi lanciarlo verso la sua motocicletta. Dopo che Flair venne messo inavvertitamente KO dai due, Austin colpì The Undertaker con una Stone Cold Stunner. Flair riuscì, in seguito, a riprendersi, ma fu messo KO un'altra volta e The Undertaker ne approfittò per eseguire un low-blow, seguito da una chokeslam, ai danni del Texas Rattlesnake. Nonostante Flair si riprese, Austin si liberò al conto di due. The Undertaker provò, successivamente, a colpire Austin con una sedia d'acciaio, ma Flair lo bloccò togliendoli la sedia dalle mani (in modo tale da non far terminare in match in squalifica) e, data la distrazione dello stesso Flair, Austin poté colpire l'American Badass con un low-blow. Austin tentò, così, di effettuare una Stone Cold Stunner, ma The Undertaker contrattaccò spedendo il Texas Rattlesnake contro Flair, che andò KO per la terza volta. The Undertaker approfittò della situazione colpendo Austin con una sedia, ma ottenne solamente un conto di due. Dopo essersi ripreso, Austin cercò di colpire The Undertaker con la sedia, ma quest'ultimo evitò l'impatto eseguendo un big boot ai danni di Austin. The Undertaker schienò Austin per vincere il match, però Flair non si accorse che un piede del Texas Rattlesnake si trovava sopra la corda bassa del ring.

Il match successivo fu quello valevole per il WWF Tag Team Championship tra la coppia campione Billy e Chuck (con Rico) e quella sfidante formata da Al Snow e Maven. Dopo che Rico distrasse Snow, quest'ultimo iniziò ad inseguirlo. Chuck ne approfittò per effettuare un superkick sul solo Maven per vincere il match e mantenere i titoli di coppia.

Il main event della serata fu il match con in palio l'Undisputed WWF Championship tra il campione in carica Triple H e lo sfidante Hollywood Hulk Hogan. Dopo un batti e ribatti iniziale, Triple H applicò la mossa di sottomissione Figure Four Leglock su Hogan, che però riuscì a liberarsi dalla presa. Hogan eseguì un Big Boot, seguito da un Running Leg Drop, su Triple H e cercò di schienare l'avversario, ma Chris Jericho si intromise nel match tirando via l'arbitro dal ring. Jericho colpì Hogan con una sedia d'acciaio, ma Triple H lo fermò colpendolo con un Facebreaker Knee Smash ed un braccio teso, mettendo Jericho KO fuori dal ring. Quindi Hogan colpì nuovamente Triple H con un Big Boot e tentò il leg drop, ma lo sfidante si spostò ed effettuò su di lui la sua mossa finale Pedigree. Triple H cercò lo schienamento, ma stavolta fu The Undertaker a colpire l'arbitro. The Undertaker colpì Triple H con una sedia d'acciaio, prima di venire scaraventato fuori dal ring da Hogan con un braccio teso. Infine, Hogan schienò Triple H dopo un altro Running Leg Drop aggiudicandosi match e titolo. Alla fine dell'incontro, Triple H si congratulò con Hogan stringendogli la mano nel centro del ring.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

N. Incontri Stipulazioni Durata
Heat Big Show ha sconfitto Justin Credible e Steven Richards 2-on-1 Handicap match 02:11
1 Tajiri (con Torrie Wilson) ha sconfitto Billy Kidman (c) Single match per il WWF Cruiserweight Championship 09:08
2 Scott Hall (con X-Pac) ha sconfitto Bradshaw (con Faarooq) Single match 05:43
3 Jazz (c) ha sconfitto Trish Stratus per sottomissione Single match per il WWF Women's Championship 04:29
4 Brock Lesnar (con Paul Heyman) ha sconfitto Jeff Hardy (con Lita) Single match 05:32
5 Kurt Angle ha sconfitto Edge Single match 13:25
6 Eddie Guerrero ha sconfitto Rob Van Dam (c) Single match per il WWF Intercontinental Championship 11:43
7 The Undertaker ha sconfitto Stone Cold Steve Austin Single match con Ric Flair come arbitro speciale 27:03
8 Billy e Chuck (c) (con Rico) hanno sconfitto Al Snow e Maven Tag team match per il WWF Tag Team Championship 05:58
9 Hollywood Hulk Hogan ha sconfitto Triple H (c) Single match per l'Undisputed WWF Championship 22:04

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling