Night of Champions (2011)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da WWE Night of Champions 2011)
Night of Champions (2011)
Tagline It's a Night You Will Never Forget
Colonna sonora Magika dei Two Steps from Hell
Prodotto da WWE
Sponsor Light Strike
Data 18 settembre 2011
Sede HSBC Arena
Città Buffalo, Stati Uniti
Spettatori 11.000
Cronologia pay-per-view
SummerSlam (2011) Night of Champions (2011) Hell in a Cell (2011)
Progetto Wrestling

Night of Champions (2011) è stato un evento PPV prodotto dalla World Wrestling Entertainment che ha avuto luogo il 18 settembre 2011 nella HSBC Arena di Buffalo, New York.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di SmackDown del 19 agosto, Mark Henry vince una 20-Men Battle Royal diventando il primo sfidante al World Heavyweight Championship di Randy Orton per Night of Champions.

A SummerSlam, John Cena viene sconfitto da CM Punk in un match per determinare l'indiscusso WWE Champion. Al termine del match, Alberto Del Rio ha incassato il suo Money in the Bank contract, vinto a Money in the Bank, ai danni di Punk diventando il nuovo campione WWE. Nella puntata di Raw del 22 agosto, Cena ha battuto Punk nel main event dello show candidandosi dunque come primo sfidante al WWE Championship di Del Rio per Night of Champions.

A SummerSlam, CM Punk ha sconfitto John Cena per diventare l'indiscusso WWE Champion. Al termine del match, in cui Triple H era l'arbitro speciale, Punk è stato attaccato da Kevin Nash permettendo così ad Alberto Del Rio di incassare il Money in the Bank contract sullo stesso Punk per diventare il nuovo WWE Champion. Nella successiva puntata di Raw, Nash ha dichiarato di aver attaccato Punk per conto di HHH, che gli aveva detto attraverso un messaggio telefonico di assalire colui che avrebbe vinto l'incontro di SummerSlam. Nella puntata di Raw del 29 agosto Triple H, dopo uno scontro verbale con Punk, proclama un single match tra Punk e Nash a Night of Champions negando la storia del messaggio raccontata da Nash. Prima della fine dello show, vengono inquadrati nel backstage che discutono animatamente fino a quando Triple H si rivolge a Punk dicendogli che non sfiderà Nash a Night of Champions, ma proprio l'uomo che è davanti a lui, cioè proprio Triple H. A SuperSmackDown del 2 settembre c'è la firma ufficiale del contratto tra HHH e CM Punk. Nella puntata di Raw del 5 settembre, dopo che HHH ha scoperto che Nash aveva utilizzato il suo cellulare per autoinviarsi il messaggio, Nash viene licenziato. La stessa sera, Triple H ha cambiato la stipulazione dell'incontro tra lui e Punk facendolo diventare un No Disqualification match. Successivamente anche Punk ha aggiunto un'ulteriore stipulazione al match di Night of Champions, ossia che se HHH avesse perso, non sarebbe più stato il COO della WWE.

Nella puntata di Raw del 5 settembre, Beth Phoenix sconfigge Eve Torres per diventare la prima sfidante al Divas Championship detenuto da Kelly Kelly.

Nella puntata di Raw del 12 settembre, dopo un match di coppia fra Alex Riley e John Morrison contro Dolph Ziggler e Jack Swagger, vinto dai primi, viene sancito un Fatal 4-Way match valido per lo United States Championship per l'evento.

Nella puntata di SmackDown del 9 settembre, viene sancito il match per i titoli di coppia degli Air Boom, che saranno affrontati da The Miz e R-Truth.

Nella puntata di SmackDown del 16 settembre Ted DiBiase, mascherato da un sacchetto di carta, attacca Cody Rhodes, dopo che questi aveva parlato ad Edge dell'utilità della sua maschera. Ci sarà un match fra loro valido per il titolo intercontinentale di Rhodes a Night of Champions..

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata
Dark Daniel Bryan ha sconfitto Heath Slater per sottomissione Single match 05:13
1 Air Boom (Evan Bourne e Kofi Kingston) (c) hanno sconfitto Awesome Truth (The Miz e R-Truth) per squalifica Tag Team match per il WWE Tag Team Championship 09:50
2 Cody Rhodes (c) ha sconfitto Ted DiBiase Single match per il WWE Intercontinental Championship 09:43
3 Dolph Ziggler (c) (con Vickie Guerrero) ha sconfitto Alex Riley, Jack Swagger e John Morrison Fatal 4-Way match per il WWE United States Championship 08:19
4 Mark Henry ha sconfitto Randy Orton (c) Single match per il World Heavyweight Championship 13:06
5 Kelly Kelly (c) (con Eve Torres) ha sconfitto Beth Phoenix (con Natalya) Single match per il WWE Divas Championship 06:26
6 John Cena ha sconfitto Alberto Del Rio (c) (con Ricardo Rodriguez) per sottomissione Single match per il WWE Championship 17:32
7 Triple H ha sconfitto CM Punk No Disqualification match;
Se Triple H avesse perso, non sarebbe più stato il COO della WWE.
24:10
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling