Volodymyr Veremjejev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volodymyr Veremjejev
Volodymyr Veremeyev (1975).jpg
Nome Volodymyr Hryhorovyč Veremjejev
Nazionalità URSS URSS
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1982
Carriera
Squadre di club1
1966-1967 Zirka ? (?)
1968-1982 Dinamo Kiev 310 (33)
Nazionale
1973-1979 URSS URSS 26 (2)
Carriera da allenatore
1985-1991 Dinamo Kiev Direttore
1991-1992 Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Assistente
1993 Dinamo Kiev Vice-pres.
1994-1996 Kuwait Kuwait Assistente
Palmarès
Bronzo Montréal 1976
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Volodymyr Hryhorovyč Veremjejev (in ucraino: Володимир Григорович Веремєєв?, in russo: Владимир Григорьевич Веремеев?, traslitterato: Vladimir Grigor'evič Veremeev; Spassk-Dal'nij, 8 novembre 1948) è un ex calciatore sovietico dal 1991 ucraino, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver trascorso un paio di stagioni a Kirovograd in un club di seconda divisione, è notato e prelevato dalla Dinamo Kiev. Tra il 1968 e il 1982 fa parte della Dinamo Kiev allenata prima da Viktor Maslov e Aleksandr Sevidov e poi, dal 1974, dal colonnello Lobanovski, vincendo 7 campionati sovietici, 3 coppe nazionali, la Supercoppa sovietica del 1980, la Coppa delle Coppe e la Supercoppa UEFA nel 1975. Tra il 1973 e il 1979 è convocato nella Nazionale sovietica, prendendo parte alle Olimpiadi di Seul 1976 dove l'URSS conquista il bronzo.

Era uno dei migliori giocatori nella prima era di successi della Dinamo Kiev di Lobanovski,[1] divenendo uno dei titolari inamovibili a centrocampo e il regista della squadra grazie a un destro educato,[1] muovendosi continuamente tra attacco e difesa durante gli incontri, restando anche in difesa per organizzare meglio il gioco e assumendo talvolta il ruolo di libero. Inoltre batte tutti i calci da fermo.[1]

Nel 1985 entra nello staff tecnico della Dinamo Kiev guidata da Valeri Lobanovski. Nel 1991 lo segue nella sua avventura negli Emirati. Nel 1993 diviene il vice-presidente della Dinamo Kiev, salvo poi ritornare agli ordini di Lobanovski durante la sua esperienza come CT del Kuwait. Dal 1997, torna con Lobanovski alla Dinamo Kiev in qualità di consulente.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Kiev: 1968, 1971, 1974, 1975, 1977, 1980, 1981
Dinamo Kiev: 1974, 1978, 1982
Dinamo Kiev: 1980

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Kiev: 1974-1975
Dinamo Kiev: 1975

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Dinamo Kiev 1975: il laboratorio di Lobanovski, in storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 9 ottobre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]