Volo Singapore Airlines 006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volo Singapore Airlines 006
9V-SPK fotografato all'Aeroporto di Francoforte sul Meno nell'aprile 1999
9V-SPK fotografato all'Aeroporto di Francoforte sul Meno nell'aprile 1999
Tipo di evento incidente
Data 31 ottobre 2000
Ora 23:18
Tipo Schianto durante il decollo causato da errore del pilota
Luogo aeroporto di Taipei-Chiang Kai Shek
Stato Taiwan Taiwan
Coordinate 25°08′15″N 121°23′00″E / 25.1375°N 121.383333°E25.1375; 121.383333Coordinate: 25°08′15″N 121°23′00″E / 25.1375°N 121.383333°E25.1375; 121.383333
Tipo di aeromobile Boeing 747-412
Operatore Singapore Airlines
Numero di registrazione 9V-SPK
Partenza Aeroporto di Singapore-Changi
Scalo prima dell'evento aeroporto di Taipei-Chiang Kai Shek
Destinazione Aeroporto Internazionale di Los Angeles
Passeggeri 159
Equipaggio 20
Vittime 83
Feriti 71
Sopravvissuti 96
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Taiwan
Volo Singapore Airlines 006

Dati estratti da Aviation Safety Network[1]

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il volo Singapore Airlines 006 era un volo di linea operato da un Boeing 747 proveniente da Singapore e diretto, via Taipei, Taiwan, a Los Angeles, Stati Uniti d'America. Si schiantò in fase di decollo il 31 ottobre 2000, a causa di un errore del comandante che imboccò una pista chiusa al traffico all'aeroporto di Taipei-Chiang Kai Shek. Nell'incendio che si sviluppò a seguito dell'incidente persero la vita 83 persone che si trovavano a bordo del velivolo.

Aereo[modifica | modifica wikitesto]

Il velivolo coinvolto nell'incidente era un Boeing 747-412B con numero di registrazione 9V-SPK e S/N 28023 consegnato alla Singapore Airlines il 21 giugno 1997. Due giorni prima dell'incidente aveva all'attivo un totale di 18459 ore di volo e 2274 cicli. Il bilanciamento del carico risultava nei limiti[2].

Il Volo[modifica | modifica wikitesto]

I piloti riportano di aver finito di completare i preparativi per la partenza alle 21:53 dove ricevettero anche il NOTAM indicante la parziale chiusura della pista 05R.

Alle 22:57 il 747 inizia il rullaggio dopo aver richiesto l'autorizzazione al Controllo del Traffico Aereo (ATC). Alle 23:14 il Boeing riceve l'autorizzazione al decollo da pista 05L. Il velivolo però invece di posizionarsi sulla pista 05L (05 sinistra) si posiziona sulla pista 05R (destra) e inizia la corsa di decollo. Dopo 33 secondi dall'inizio della corsa di decollo il Boeing 747 impatta contro diverse barriere in cemento tipo "jersey", 2 escavatori,2 trivellatori, un compressore per aria compressa e un pilone di ferro. Immediatamente dopo l'impatto, la torre di controllo vedendo le esplosioni e il vasto incendio, dichiarò emergenza facendo intervenire i mezzi di soccorso. La velocità di impatto ottenuta dai dati della scatola nera era di 158 nodi[2].

Inchiesta[modifica | modifica wikitesto]

La linea verde indica il percorso che il Boeing avrebbe dovuto seguire mentre la linea rossa indica il percorso errato che il Boeing ha percorso

Per accertare la cause dell'incidente venne istituita una inchiesta da parte della agenzia cinese ASC (Aviation Safety Council). Sia il pilota che il copilota sopravvissero all'incidente e furono determinanti nell'accertamento delle cause. Le condizioni meteorologiche alle 23:20 (+6 min dall'incidente) riportavano un vento di 30 nodi da 020° con raffiche a 61 nodi, visibilità di 600 e presenza di una forte pioggia. La scarsa visibilità è stata una degli elementi maggiormente influenti nella dinamica dell'incidente contemporaneamente alle ore notturne. Esistono però altre fattori che hanno contribuito in modo più o meno determinante all'incidente[2][3]:

  • I piloti erano a conoscenza che la pista O5R era chiusa e poteva essere utilizzate solo come via di rullaggio in quanto era interrotta circa a metà per lavori. I lavori coprivano un arco temporale che partiva dal 13 settembre 1999 al 22 novembre 2000
  • L'equipaggio non ripassò il percorso di rullaggio correttamente
  • Le situazioni complementari al mal tempo come la scarsa visibilità, la pista scivolosa, il forte vento al traverso influenzarono le decisioni dell'equipaggio
  • La chiusura della pista non era correttamente segnalata
  • Il codice ICAO non fornisce adeguate istruzioni nel caso una pista venga momentaneamente e parzialmente usata come via di rullaggio
  • Le barriere messe a protezione del cantiere, i jersey, dovevano essere frangibili
  • L'aeroporto di Taipei-Chiang Kai Shek non rispettava tutti i requisiti previsti per un aeroporto internazionale soprattutto nel sistema di illuminazione della pista e delle vie di rullaggio

A seguito dei risultati dell'inchiesta vennero progettati sistemi in grado di visualizzare la posizione del velivolo su una mappa dell'aeroporto direttamente in cabina e un sistema che avvisi automaticamente i piloti nel caso decollassero dalla pista sbagliata[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) ASN, ASN Aircraft accident Boeing 747-412 9V-SPK Taipei-Chiang Kai Shek Airport (TPE).htm in Aviation-safety.net. URL consultato il 14/11/2011.
  2. ^ a b c d CRASHED ON A PARTIALLY CLOSED RUNWAY DURING TAKEOFF SINGAPORE AIRLINES FLIGHT 006.
  3. ^ Taiwan Crash Report Released su www.iasa.com.au. URL consultato il 18 maggio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]