Volo American Eagle 4184

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volo American Eagle 4184
Il luogo dello schianto
Il luogo dello schianto
Tipo di evento Incidente
Data 31 ottobre 1994
Tipo Perdita di controllo dovuta a ghiaccio sulle ali
Luogo Roselawn, Indiana
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Coordinate 41°05′40″N 87°19′20″W / 41.094444°N 87.322222°W41.094444; -87.322222Coordinate: 41°05′40″N 87°19′20″W / 41.094444°N 87.322222°W41.094444; -87.322222
Tipo di aeromobile ATR 72-212
Operatore Simmons Airlines
Numero di registrazione N401AM
Partenza Aeroporto Internazionale di Indianapolis
Destinazione Aeroporto Internazionale di Chicago O'Hare
Passeggeri 64
Equipaggio 4
Vittime 68
Feriti 0
Sopravvissuti 0
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Volo American Eagle 4184

Dati estratti dal rapporto NTSB[1]

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il volo American Eagle 4184 era un volo di linea che si schiantò il 31 ottobre 1994 a causa di ghiaccio formatosi sulle ali. Tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio morirono nell'incidente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il velivolo era un ATR 72-212 operato dalla Simmons Airlines per conto di American Eagle Airlines, la compagnia aerea regionale appartenente ad AMR Corporation.

Il volo decollò da Indianapolis con destinazione Chicago, ma a causa del maltempo l'aeroporto O'Hare ebbe problemi di gestione del traffico, costringendo i controllori di volo a far attendere l'ATR alla quota di 10.000 ft (3.000 m). Durante l'attesa, l'aereo attraversò una zona di pioggia gelata, in seguito fu autorizzato a scendere alla quota di 8,000 ft (2.400 m) e messo nuovamente in attesa. Durante questa fase, nella cabina di pilotaggio si udì l'allarme di "velocità eccessiva con flaps estesi". Dopo che i piloti intervennero ritraendo i flaps, uno strano rumore fu captato dal Cockpit Voice Recorder, seguito da un brusco rollio che fece disinserire il pilota automatico. I dati di volo hanno in seguito dimostrato che l'ATR compì un avvitamento pieno prima che l'equipaggio riuscisse a riprendere il controllo del velivolo nonostante la rapida discesa; tuttavia, poco dopo si verificò un altro avvitamento. Meno di trenta secondi più tardi, la torre di controllo perse il contatto con l'aereo, che si schiantò in un campo di soia nei pressi Roselawn, in Indiana, uccidendo tutti i 64 passeggeri e i 4 membri dell'equipaggio a bordo.

Il fatto che l'aereo si sia "disintegrato" nell'impatto con il suolo indicava una velocità finale molto alta, infatti, grazie ai dati recuperati dalla scatola nera, si scoprì che subito prima dello schianto viaggiava alla velocità di 375 nodi (695 km/h).[2]

Il volo 4184 è stato il primo incidente mortale che ha coinvolto un ATR 72, ed è tuttora l'incidente con il più alto numero di vittime di un ATR 72 in tutto il mondo. I parenti delle vittime hanno ottenuto un risarcimento record di 110 milioni di dollari.[3]

Probabili cause[modifica | modifica wikitesto]

Il rapporto finale del National Transportation Safety Board (NTSB) ha incolpato l'ATR (l'azienda produttrice dell'aeromobile), la Direction Générale de l'Aviation Civile (DGAC) e la Federal Aviation Administration (FAA) di aver contribuito all'incidente, essendo venute meno al loro dovere di garantire la massima sicurezza ai passeggeri. Più precisamente, al paragrafo 3.2 si legge:

Il National Transportation Safety Board stabilisce che la probabile causa di questo incidente è stata la perdita di controllo dell'aereo, attribuibile all'improvvisa ed inaspettata inversione del movimento di un alettone dovuta alla formazione di una lastra di ghiaccio, nonostante il sistema di de-icing fosse in funzione perché: 1) ATR ha omesso di comunicare agli operatori, di inserire nel manuale di volo del velivolo ATR 72, di inserire nel manuale di bordo, di inserire nei programmi di formazione adeguate informazioni riguardo agli effetti che il fenomeno chiamato "pioggia ghiacciata" ha sulla stabilità e sul controllo del velivolo, sul pilota automatico e sulle relative procedure operative che si hanno quando un ATR 72 viene sottoposto a tale condizione; 2) la Direction Générale de l'Aviation Civile (DGAC) ha effettuato una supervisione inadeguata sugli ATR 42 e 72 e si è rivelata incapace di prendere le necessarie misure correttive per garantire il mantenimento dell'aeronavigabilità in situazioni di volo con formazione ghiaccio; 3) la DGAC non ha fornito alla FAA tempestive informazioni in merito all'aeronavigabilità sviluppate da simili incidenti che hanno visto coinvolto ATR, come specificato con la Convenzione Bilaterale sull'Aeronavigabilità nell'allegato 8 ICAO.
Hanno contribuito all'incidente: 1) il mancato controllo della FAA delle certificazioni di volo in condizioni di probabile formazione di ghiaccio e dei requisiti operativi per il volo in condizioni di probabile formazione di ghiaccio, unita alla mancata pubblicazione di direttive in merito ai pericoli che possono intercorrere volando in pioggia ghiacciata o in altre perturbazioni con probabile formazione di ghiaccio non specificate nel CFR 14, parte 25, appendice C; 2) il controllo inadeguato di FAA sugli ATR 42 e 72 per garantire il mantenimento dell'aeronavigabilità in tali condizioni.[1]

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

In seguito a questo incidente, per evitare ulteriori problemi di formazione di ghiaccio in volo, AMR Corporation ha trasferito gli ATR American Eagle dagli hub del nord del paese a quelli nel sud (Dallas/Forth Worth e Miami) e nei caraibi San Juan di Porto Rico. Anche altre compagnie hanno agito in questo modo, in particolare SkyWest Airlines e Delta Connection (con la sussidiaria Atlantic Southeast Airlines).

Nell'aprile del 1996 la FAA ha emanato 18 direttive di aeronavigabilità (ADS) in un apparente tentativo di prevenire ulteriori incidenti con i velivoli ATR; in esse sono state incluse revisioni significative delle procedure di volo in condizioni di possibile formazione di ghiaccio (velocità minima più elevate, divieto di uso del pilota automatico, nuove procedure per il recupero del volo livellato) e modifiche all'area di copertura del de-icing sulle ali.

Il volo American Eagle 4184 nei media[modifica | modifica wikitesto]

L'incidente del volo 4184 della American Eagle è stato analizzato nella puntata La tragedia di Halloween della settima stagione del documentario Indagini ad alta quota trasmesso dal National Geographic Channel.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) NTSB, AIRCRAFT ACCIDENT REPORT IN-FLIGHT ICING ENCOUNTER AND LOSS OF CONTROL SIMMONS AIRLINES, OCTOBER 31,1994 (PDF), 9 luglio 1996. URL consultato il 18 novembre 2011.
  2. ^ (EN) Aviation Safety Network, Accident description. URL consultato il 18/02/2011.
  3. ^ (EN) American Eagle Flight 4184 — Clifford Law Offices.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) La scheda dell'incidente su Aviation-safety.net