Volkspistole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volkspistole
Tipo pistola semiautomatica
Origine Germania Germania
Impiego
Utilizzatori GermaniaVolkssturm
Conflitti Seconda guerra mondiale
Produzione
Data progettazione 1944-1945
Costruttore Carl Walther GmbH
Mauser-Werke AG
Gustloff-Werke
Date di produzione 1945
Descrizione
Peso 1.088 g
Lunghezza 215 mm
Lunghezza canna 128 mm
Calibro 9 mm
Munizioni 9 × 19 mm Parabellum
Azionamento massa battente
Velocità alla volata 381 m/s
Tiro utile 50 m
Gittata massima 75 m
Alimentazione caricatore da 8 colpi
Organi di mira tacca e mirino
voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La Volkspistole (pistola del popolo) era una pistola semiautomatica di emergenza prodotta nella Germania nazista alla fine della seconda guerra mondiale, realizzata con parti in acciaio stampato, con minimo ricorso a componenti lavorate dal pieno.

Fu prodotta solo in alcuni prototipi prima della fine della guerra. Questi avevano un insolito sistema di chiusura, che dirigeva i gas di sparo in avanti per ritardare la canna fino alla fuoriuscita del proiettile dalla volata. I prototipi, con leggere differenze nella meccanica, furono realizzati dalla Carl Walther GmbH[1], dalla Mauser-Werke AG[2] e dalla Gustloff-Werke.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Michael Heidler, The Walther Volkspistole, Forgottenweapons.com, 6 marzo 2013. URL consultato il 7 marzo 2013.
  2. ^ Ian McCollum, Mauser Volkspistole Video, Forgottenweapons.com, 22 giugno 2010. URL consultato il 22 agosto 2012.