Volker Kutscher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Volker Kutscher nel 2010

Volker Kutscher (Lindlar, 26 dicembre 1962) è uno scrittore tedesco autore di romanzi polizieschi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Lindlar nel 1962, vive a Colonia[1].

Dopo gli studi di lingua e letteratura tedesca, filosofia e storia, ha lavorato come giornalista prima d'intraprendere la carriera di scrittore[2].

È principalmente noto per la serie di romanzi avente per protagonista il detective Gereon Rath ambientata a Berlino tra gli anni venti e trenta[3], romanzi che, nel 2017, hanno ispirato la serie TV Babylon Berlin[4].

Nel 2010 ha ottenuto il Burgdorfer Krimipreis grazie al romanzo La morte non fa rumore[5].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Serie Commissario Gereon Rath[modifica | modifica wikitesto]

  • Der nasse Fisch. Gereon Raths erster Fall (2007)
  • La morte non fa rumore (Der stumme Tod. Gereon Raths zweiter Fall, 2009), Milano, Feltrinelli, 2018 traduzione di Lucia Ferrantini ISBN 978-88-07-03316-2.
  • Goldstein. Gereon Raths dritter Fall (2010)
  • Die Akte Vaterland. Gereon Raths vierter Fall (2012)
  • Märzgefallene. Gereon Raths fünfter Fall (2014)
  • Lunapark. Gereon Raths sechster Fall (2016)
  • Moabit (2017)
  • Marlow. Der siebte Rath-Roman (2018)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Burgdorfer Krimipreis: 2010 per La morte non fa rumore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reading & conversation with Volker Kutscher su goethe.de
  2. ^ (EN) Profilo dello scrittore, su goodreads.com. URL consultato il 2 gennaio 2019.
  3. ^ Elvezio Sciallisi, Recensione di Babylon-Berlin, su thrillercafe.it, 18 dicembre 2017. URL consultato il 2 gennaio 2019.
  4. ^ Simona Vallasciani, Recensione, su thrillernord.it. URL consultato il 2 gennaio 2019.
  5. ^ (DE) Albo d'oro, su literaturpreisgewinner.de. URL consultato il 2 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Sito ufficiale, su gereonrath.de. URL consultato il 2 gennaio 2019.
  • (EN) Scheda dell'autore, su fantasticfiction.com. URL consultato il 2 gennaio 2019.
  • (DE) Biografia, su piper.de. URL consultato il 2 gennaio 2019.
Controllo di autoritàVIAF (EN52018221 · ISNI (EN0000 0000 6662 8336 · LCCN (ENno2009122353 · GND (DE11564699X · BNF (FRcb15670112m (data)