Volevo fare la rockstar (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Volevo fare la rockstar
ArtistaCarmen Consoli
Tipo albumStudio
Pubblicazione24 settembre 2021
Durata44:10
Dischi1
Tracce10
GenereSoft rock
Musica elettroacustica
Musica d'autore
EtichettaPolydor, Universal Music, Narciso
ProduttoreCarmen Consoli, Toni Carbone, Massimo Roccaforte
ArrangiamentiCarmen Consoli, Toni Carbone, Massimo Roccaforte
RegistrazioneKozmic Lula Studios, Puntalazzo (registrazione)
Pinaxa Studio, Milano (missaggio)
Miami Mastering, Miami (mastering)
FormatiCD, LP, download digitale, streaming
Carmen Consoli - cronologia
Album precedente
(2018)
Album successivo
Singoli
  1. Una domenica al mare
    Pubblicato: 3 settembre 2021
  2. Qualcosa di me che non ti aspetti
    Pubblicato: 29 ottobre 2021
  3. Sta succedendo
    Pubblicato: 1º aprile 2022

Volevo fare la rockstar è il nono album in studio della cantautrice italiana Carmen Consoli, pubblicato da Polydor e Narciso Records il 24 settembre 2021.

Antefatti e pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Già nel giugno 2019, in un'intervista per Il Giorno, Carmen Consoli aveva annunciato di essere impegnata nella scrittura di un nuovo album.[1] Ad ottobre era stata poi la casa discografica Universal Music ad ufficializzare l'uscita del progetto inedito per il 2020,[2] ad aprile secondo i progetti della cantante.[3] Il rilascio del disco è stato tuttavia posticipato a seguito della pandemia di COVID-19 e la cantante è tornata sull'argomento soltanto più di un anno dopo, nel dicembre 2020, annunciando il Volevo fare la rockstar Tour con l'omonimo titolo dell'album.[4]

Il 20 luglio 2021, infine, la "cantantessa" pubblica sui propri social una foto insieme ai suoi collaboratori, volendo informare della conclusione dei lavori: «Nel percorso di ogni disco arriva quel momento in cui smette di essere solo nostro e si prepara a diventare di tutti. Volevo fare la rockstar è finito ed è bello pensare a tutta la strada che lo aspetta».[5]

Le date di uscita dell'album e del singolo Una domenica al mare vengono annunciate il 26 agosto 2021, all'indomani del concerto all'Arena di Verona dove la cantante aveva celebrato i venticinque anni di carriera ed anche svelato, in anteprima, il testo del singolo omonimo all'album.[6] Il progetto viene presentato dalla casa discografica come «un disco narrativo e fortemente attuale, con uno sguardo critico ma anche romantico sulla società e sull'uomo, di racconto e cronaca, e quelle musiche, marchio di fabbrica di Carmen, rivestite di arrangiamenti che esulano dal contesto pop e rock, sfociando anche nella miglior canzone d'autore».[7]

Volevo fare la rockstar viene pubblicato il 24 settembre 2021, a quasi sette anni di distanza dal precedente album in studio. Proprio in un'intervista per Billboard Italia, la cantante ha affermato riguardo alla pausa dopo l'ultimo album:[8]

«Non ho l'obbligo di essere solo una cantante e vivendo tante situazioni diverse non mi preoccupo di quanto tempo passa tra un disco e l'altro. In questo periodo di pausa ho cresciuto mio figlio, ho preso un Professional Certificate in teoria musicale al Berklee di Boston, mi sono iscritta alla Facoltà di Architettura e non ho mai smesso di scrivere canzoni.»

L'album, oltre ad essere stato pubblicato fisicamente come CD ed LP, ha avuto anche due edizioni limitate: un'edizione in doppio vinile 12'' e un'edizione in vinile blu 12'' numerato, esclusiva per LaFeltrinelli e IBS.it.[9][10]

Stile e tematiche[modifica | modifica wikitesto]

«Io volevo fare la rockstar, ma andavo dalle Orsoline e sognavo il palco mentre facevamo la merenda. Non era il successo, ma il palco, le luci e una chitarra vera. E poi, chissà perché, pensavo che per essere una rockstar dovessi fare delle bolle enormi con le gomme rosa e che in America le gomme fossero ancora più grosse.»

(Carmen Consoli, Rockol[11])

I brani contenuti nell'album affrontano tematiche intime e familiari alla cantautrice oppure d'attualità.

La canzone Armonie numeriche è dedicata al padre ed è stata scritta in seguito ad un sogno in cui egli compariva alla cantante, mentre Le cose di sempre si configura come una lettera al figlio Carlo Giuseppe; entrambe le figure vengono poi ricordate nel singolo Una domenica al mare.[12] Il figlio è stato inoltre coinvolto in prima persona nella realizzazione dell'album, figurando con il nome d'arte Doxy601 nel video musicale del singolo promozionale e nella canzone Mago Magone, dove interpreta la voce dell'«imbonitore circense».[3]

È invece d'attualità il brano Mago Magone, il cui protagonista è un politico che gioca sulle debolezze delle persone imbrogliandole, e che ricorda il segretario della Lega, Matteo Salvini («Il nome fatelo voi», afferma Consoli per il Corriere della Sera[13]). In modo simile, L'uomo nero denuncia le ideologie sovraniste, mentre Qualcosa di me che non ti aspetti affronta le tematiche della guerra, della fame nel Terzo Mondo e dei cambiamenti climatici.[12]

Filone privato e civile s'intrecciano infine nel brano che dà il titolo all'album, dove la cantautrice ricorda la propria giovinezza scandita dalle giornate di scuola, votata al sogno di "fare la rockstar", mentre la mafia mieteva vittime, un terremoto distruggeva l'Irpinia e l'Italia vinceva i mondiali.[12]

L'album risulta permeato dalla nostalgia per il passato e dalla fiducia per il futuro, nonostante le storture del presente: «riscrivo il passato per non correre il rischio di dimenticarlo», afferma la cantante per Billboard Italia.[8] Sta succedendo parla di un amore che richiede l'abbandono della quotidianità;[14] il protagonista de L'aquilone è un ragazzo diviso tra ricordi e sogni abbandonati; in Armonie numeriche è proprio il sogno del padre ad incoraggiare la cantante all'«impegno e coerenza»; Imparare dagli alberi a camminare suggerisce invece già dal titolo un invito ad abbandonare le paure partendo dalla semplicità;[12] sono proprio «le cose di sempre» a poter dare orientamento e stabilità alla cantante, ed offrire un'educazione al figlio: «Le cose di sempre sono quelle di cui non ci accorgiamo, quando però le osserviamo vediamo che sono lì».[3]

Sonorità e influenze[modifica | modifica wikitesto]

L'album presenta sonorità in prevalenza acustiche ed elettriche, pur esplorando generi del Novecento e contemporanei, come il bolero ne Le cose di sempre, la surf music in Mago Magone, lo stile Motown in Sta succedendo, e la musica caraibica, il folk americano e il rock progressivo in Armonie numeriche.[12][15]

Nell'intervista per Billboard, che definisce "morbide" le canzoni dell'album, Carmen Consoli ha commentato: «nel mio concetto di "rock" rientrano anche Joan Baez a Woodstock e Blue di Joni Mitchell. Rock significa "roccia" ma il verbo "to rock" sta per "cullare"».[8]

Copertina e titolo[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo dell'album, già abbastanza chiarificatore, allude al sogno che la cantante aveva da piccola di fare la rockstar:[7]

«Volevo fare la rockstar, la lampada tascabile era un microfono perfetto, il tavolo della cucina era un palco perfetto, volevo fare la musica e scuotere su e giù la testa, imbracciando una chitarra vera.»

«Avrei voluto essere una rockstar come quelle di Woodstock, come quelle degli anni settanta, mentre alla fine sono diventata, nel mio piccolo, una popstar

(Carmen Consoli su Volevo fare la rockstar[16])

Coerentemente al concetto del titolo, la copertina dell'album è una fotografia di Carmen Consoli da bambina, seduta in un banco di scuola con il quaderno fra le mani[17] ed una «penna smangiucchiata, per l'ansia di essere costretta a scrivere con la destra, io che ero mancina».[18]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Volevo fare la rockstar è anticipato dal singolo promozionale Una domenica al mare, entrato in rotazione radiofonica a partire dal 3 settembre 2021.[19]

Il 29 ottobre 2021 è stato estratto come secondo singolo il brano Qualcosa di me che non ti aspetti, proposto il giorno prima durante il primo live del talent show X Factor, di cui Consoli è stata ospite con un complesso d'accompagnamento comprendente Max Gazzè al basso elettrico e Marina Rei alla batteria.[20][21] Sempre il 29 ottobre, inoltre, presso il Teatro Lyric di Assisi, ha avuto inizio il tour promozionale Volevo fare la rockstar, la cui tappa conclusiva è prevista al Carroponte di Sesto San Giovanni l'8 settembre 2022.[22]

Il 1º aprile 2022 è stato infine estratto come terzo singolo il brano Sta succedendo.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Corriere della Sera[23] Positivo
Rockit[24] Positivo
(disco della settimana)
Rockol[25] Positivo
Rolling Stone[26] Positivo
Newsic[27] 8/10
SentireAscoltare[28] 7.2/10

L'album è stato accolto positivamente dalla critica e dalla stampa.

Fabrizio Basso di Sky TG24 ha elogiato le «immagini fiabesche ed oniriche ma con radici ben profonde» dell'opera, che ci presentano «piccole cose quotidiane, frammenti di vita, sogni e paure».[14] Andrea Laffranchi del Corriere della Sera ha inoltre aggiunto che tali sogni «si sono avverati», e che l'album esprime «la solidità di una donna. Che a 47 anni ha capito quello che vuole. [...] Dentro a ogni canzone è tutto misurato, le parole sono scelte come ricami, ci sono ragionamenti più che slogan, non c'è mai stanchezza, le chitarre non sono mai messe lì tanto per e i momenti strumentali, dice lei [Carmen Consoli], "raccontano i sentimenti quando le parole non arrivano"».[13]

Il tema del sogno è stato ugualmente lodato da Askanews: «un sogno da ricercare e ascoltare è ciò che ci rende più umani e più felici, ciò che ci caratterizza e identifica. Perché il sogno può essere un piccolo seme che germoglia diventando desiderio e il desiderio spinge a cercare le risorse e l'energia per poterlo trasformare in progetto e per mettere in piedi le azioni necessarie a realizzarlo. È questo il tema principale di Volevo fare la rockstar, e intorno a questo si sviluppano immagini e piani temporali».[15]

Rockit ha nominato Volevo fare la rockstar "disco della settimana", vertendo invece la propria recensione sulla nostalgia evocata dall'album: «è un disco fatto di sogni e ricordi, di momenti d'infanzia, una fotografia ingiallita ma nitida», «aggiorna le tematiche mantenendo strutture solide e immediatamente riconoscibili, tecniche narrative consolidate come la lettera o l’album di ricordi».[29]

Giulia Cavaliere di Rolling Stone ha elogiato la capacità di Carmen Consoli di intrecciare le proprie vicende private con la storia italiana e il presente storico, lodando la sua «potenza femmina» che «è da sempre un fattore vivo e fondamentale delle sue canzoni».[30]

Rockol ha definito Volevo fare la rockstar come «un racconto personale e collettivo», ricco «di spunti e suggestioni diverse che affondano le radici in un rock raffinato».[31]

La redazione di Newsic, infine, ha attribuito 8 punti su 10 all'album, descrivendolo come «un disco colmo di valori perduti, semplici, da riscoprire».[32]

L'album è stato posizionato al quattordicesimo posto della classifica dei 20 migliori dischi italiani dell'anno stilata dalla rivista Rolling Stone Italia.[33]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Carmen Consoli, musiche di Carmen Consoli, eccetto dove indicato.

  1. Sta succedendo – 3:28 (musica: Carmen Consoli, Massimo Roccaforte)
  2. L'aquilone – 4:05
  3. Una domenica al mare – 4:32
  4. Mago Magone (feat. Doxy601) – 3:52 (musica: Carmen Consoli, Massimo Roccaforte)
  5. Le cose di sempre – 3:54
  6. Qualcosa di me che non ti aspetti – 4:00
  7. Armonie numeriche – 4:46
  8. Imparare dagli alberi a camminare – 4:38
  9. L'uomo nero – 4:04
  10. Volevo fare la rockstar – 6:51 (musica: Carmen Consoli, Massimo Roccaforte)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Crediti tratti dall'edizione LP dell'album.

Musicisti
Produzione
Grafica
  • Paolo Leone – fotografo
  • Turi Magri – assistente fotografo
  • Susanna Ausoni – look coordinator, stylist
  • Claudia Scornavacca – assistente stylist
  • Lidia Amore – make-up artist
  • Giusy Coco (Lidia Amore Beauty Center) – assistente make-up artist
  • Salvo Filetti – hair stylist
  • Graziella Politi (Compagnia della Bellezza) – assistente hair sylist
  • Alberto Bettinetti [zanzara] – progetto grafico

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2021) Posizione
massima
Italia[34] 2
Italia (vinili)[35] 1
Svizzera[36] 93

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Galvani, Desio, Carmen Consoli e il suo rock rosa elettrico a Villa Tittoni, su Il Giorno. URL consultato il 3 settembre 2021.
  2. ^ Universal Music Convention: ecco tutte le novità in arrivo nel 2020, su All Music Italia, 24 ottobre 2019. URL consultato il 3 settembre 2021.
  3. ^ a b c Francesca Binfarè, Carmen Consoli racconta “Volevo fare la rockstar”, su AllYouCanPop, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  4. ^ Carmen Consoli, Mentre i giorni passano..., su facebook.com. URL consultato il 3 settembre 2021.
  5. ^ Carmen Consoli, Diapositiva di fine lavori., su facebook.com. URL consultato il 3 settembre 2021.
  6. ^ Sky TG24, Carmen Consoli, il nuovo album è Volevo fare la rockstar, su tg24.sky.it. URL consultato il 3 settembre 2021.
  7. ^ a b Carmen Consoli, nuovo album, Volevo fare la rockstar - Musica, su Agenzia ANSA, 26 agosto 2021. URL consultato il 3 settembre 2021.
  8. ^ a b c Carmen Consoli: «Quando ero giovane nessuno diceva che sognare non ha appeal», su Billboard Italia, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  9. ^ Volevo Fare La Rockstar (Edizione Esclusiva Numerata in Vinile Blu) : LP/Vinile di Carmen Consoli | LaFeltrinelli, su lafeltrinelli.it. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  10. ^ Volevo fare la Rockstar (Esclusiva LaFeltrinelli e IBS.it - Limited, Numbered & Blue Coloured Vinyl) - Carmen Consoli - Vinile | IBS, su ibs.it. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  11. ^ Gianni Sibilla, Carmen Consoli: "Una musicassetta di Elvis mi ha cambiato la vita", in rockol.it. URL consultato il 23 settembre 2021.
  12. ^ a b c d e Carmen Consoli: guida all'ascolto del nuovo album, "Volevo fare la rockstar", brano per brano, su All Music Italia, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  13. ^ a b Andrea Laffranchi, Consoli: «Il mio disco contro il fascismo e gli imbonitori che odiavano il Sud e ora lo amano», su Corriere della Sera, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  14. ^ a b Sky TG24, Carmen Consoli, Volevo fare la rockstar: la recensione del nuovo album, su tg24.sky.it. URL consultato il 23 settembre 2021.
  15. ^ a b Carmen Consoli torna con l'album "Volevo fare la rockstar", su Askanews, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  16. ^ Giuseppe Attardi, Madre coraggio Carmen Consoli affronta Maghi, magoni e l’Uomo nero, in sicilianpost.it. URL consultato il 23 settembre 2021.
  17. ^ Carmen Consoli: ecco la copertina del nuovo album, "Volevo fare la rockstar", su All Music Italia, 26 agosto 2021. URL consultato il 3 settembre 2021.
  18. ^ Carmen Consoli è tornata, su lasiciliaweb, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  19. ^ CARMEN CONSOLI SVELA I TITOLI DELLE SUE 10 NUOVE CANZONI. "DOMENICA AL MARE" È IL PRIMO SINGOLO ESTRATTO DAL DISCO "VOLEVO FARE LA ROCKSTAR", su allmusicitalia.it, All Music Italia, 2 settembre 2021. URL consultato il 30 ottobre 2021.
  20. ^ Francesco Carrubba, Carmen Consoli, Qualcosa di me che non ti aspetti: molto più di un singolo, su radioitalia.it, Radio Italia, 29 ottobre 2021. URL consultato il 29 ottobre 2021.
  21. ^ X Factor 2021, Carmen Consoli e il set in esclusiva per XF con l'omaggio a Battiato, su tg24.sky.it, Sky TG24, 28 ottobre 2021. URL consultato il 29 ottobre 2021.
  22. ^ Emma Pietrarosa, (Finalmente) Carmen Consoli torna in tour. E lo fa a teatro, su diredonna.it, DireDonna, 6 ottobre 2021. URL consultato il 30 ottobre 2021.
  23. ^ Andrea Laffranchi, Carmen Consoli: «Il mio disco contro il sovranismo e il fascismo. E quegli imbonitori che prima odiavano il Sud e ora lo amano», su corriere.it, Corriere della Sera, 23 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  24. ^ Marco Mm Mennillo, Carmen Consoli. Volevo fare la rockstar, su rockit.it, Rockit, 24 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  25. ^ Claudio Cabona, Carmen Consoli racconta il suo e il nostro mondo in dieci canzoni, su rockol.it, Rockol, 25 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  26. ^ Giulia Cavaliere, In ‘Volevo fare la rockstar’ c’è tutta la storia di Carmen Consoli, su rollingstone.it, Rolling Stone, 24 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  27. ^ Angela Suriano, Recensione: CARMEN CONSOLI – “Volevo Fare la Rockstar”, su newsic.it, Newsic, 26 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  28. ^ Davide Cantire, Carmen Consoli. Volevo fare la rockstar, su sentireascoltare.com, SentireAscoltare, 29 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  29. ^ Carmen Consoli: "Volevo Fare La Rockstar" recensione, su Rockit.it. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  30. ^ In ‘Volevo fare la rockstar’ c’è tutta la storia di Carmen Consoli | Rolling Stone Italia, su rollingstone.it, 24 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  31. ^ Rockol com s.r.l, √ Carmen Consoli racconta il suo e il nostro mondo in dieci canzoni, su Rockol. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  32. ^ Recensione: CARMEN CONSOLI - "Volevo Fare la Rockstar", su Newsic.it, 26 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  33. ^ I 20 migliori album italiani usciti nel 2021, su rollingstone.it, Rolling Stone Italia, 21 dicembre 2021. URL consultato il 21 dicembre 2021.
  34. ^ Classifica settimanale WK 39 (dal 24.09.2021 al 30.09.2021), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 4 ottobre 2021.
  35. ^ Classifica settimanale WK 39 (dal 24.09.2021 al 30.09.2021), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 4 ottobre 2021.
  36. ^ (DE) Carmen Consoli – Volevo fare la rockstar, su swisscharts.com, Schweizer Hitparade. URL consultato il 4 ottobre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock