Vivaldi (browser)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vivaldi browser
software
Logo
Vivaldi browser sotto Windows
GenereBrowser
SviluppatoreVivaldi Technologies
Data prima versione27 gennaio 2015
Ultima versione2.8.1664.35 (19 settembre 2019)
Sistema operativoMultipiattaforma
LinguaggioC++
LicenzaFreeware
(licenza non libera)
LinguaMultilingua
Sito web

Vivaldi è un browser web freeware e multipiattaforma prodotto da Vivaldi Technologies, una società fondata dall'ex CEO di Opera Software Jon Stephenson von Tetzchner e Tatsuki Tomita[1][2], disponibile per i sistemi operativi Windows 64 e 32 bit, Linux 64 e 32 bit, MacOS.

L'ultima versione stabile è la 2.8.1664.35 (19 settembre 2019).

Il suo nome deriva dal compositore italiano Antonio Vivaldi, che secondo uno dei suoi creatori, è un nome facile da ricordare e comprendere a livello mondiale.

Il browser si rivolge a utenti di Internet assidui e precedenti utilizzatori del browser web Opera scontenti per la transizione di Opera dal motore di rendering, denominato Presto, al motore di layout Blink, che ha rimosso molte caratteristiche popolari nel processo di revisione.[1][3] Vivaldi ha lo scopo di far rivivere le precedenti funzionalità popolari caratteristiche di Opera 12, ora rimosse, e introdurne di nuove più innovative.[4] Il browser è aggiornato settimanalmente, in forma di 'Istantanee' e ha guadagnato popolarità dal lancio della sua prima anteprima tecnica.[5] Il 3 novembre 2015, Vivaldi Technologies rilascia la prima beta del browser web Vivaldi e ha annunciato che anteprime tecniche del suo navigatore web sono state scaricate più di 2 milioni di volte. Il browser integra Qwant come motore di ricerca, e l'integrazione consente a entrambe le realtà di condividere i propri valori e obiettivi comuni: rispetto della privacy, protezione dei dati e neutralità.[6][7][8]

Il 9 settembre 2019, Vivaldi Technologies rilascia la prima beta del browser Vivaldi mobile per dispositivi Android 5 o successivo, scaricabile da Google Play Store e consentirà di scoprire le funzionalità che gli sviluppatori hanno deciso di portare su smartphone e tablet. Il software di navigazione è fortemente ispirato alla versione desktop, con molte delle caratteristiche più apprezzate dal proprio pubblico.[9]


Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Vivaldi mostra varie impostazioni che lo rendono accessibile e personalizzabile. Cliccando sull'icona in alto a sinistra scenderà un menù a tendina, caratteristica presente anche in Opera. Altre caratteristiche presenti sono: quella di poter unire più schede in un gruppo di schede a cui si può cambiare il nome e quella di poter salvare tutte le schede aperte in una o più sessioni che si possono aprire quando serve.

Vivaldi viene descritto nella pagina ufficiale come "il web realizzato con il web" poiché usa tecnologie moderne per ogni parte del browser, riassunte in una frase anch'essa nella pagina: "usiamo JavaScript e ReactJS per creare l'interfaccia utente, con l'aiuto di Node.js e una lunga lista di moduli NPM".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Stephen Shankland, Ex-Opera CEO composes Vivaldi, a new Web browser, su CNET, CBS Interactive, 27 gennaio 2015 (archiviato il 27 gennaio 2015).
  2. ^ (PT) Vivaldi: testamos o navegador de internet que tem personalização completa, su Tecmundo, Grupo NZN, 4 novembre 2015. URL consultato il 7 novembre 2015.
  3. ^ (EN) Ivan Minic, Jon S. von Tetzchner: We will (re)create a browser you love., in Medium, 10 febbraio 2015.
  4. ^ (EN) Scott Gilbertson, Hands-on with Vivaldi, the new Web browser for power users, in Ars Technica, Condé Nast Publications, 6 marzo 2015. URL consultato il 2 maggio 2015 (archiviato il 2 maggio 2015).
  5. ^ (EN) Joachim Dagenborg, Vivaldi browser hits 500,000 downloads in first 10 days, in Reuters, Oslo, Norway, 6 febbraio 2015. URL consultato il 2 maggio 2015 (archiviato l'8 febbraio 2015).
  6. ^ (EN) Tatsuki Tomita, Vivaldi launches its first beta, in Vivaldi Technologies, 3 novembre 2015. URL consultato il 4 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  7. ^ (EN) Frederic Lardinois, Vivaldi Browser Hits Beta After More Than 2M Downloads, in TechCrunch, 3 novembre 2015. URL consultato il 4 novembre 2015.
  8. ^ (IT) Caterina Varpi, Il browser Vivaldi integra Qwant come motore di ricerca, in Engage tecnologia], 20 luglio 2018. URL consultato il 4 settembre 2018.
  9. ^ (IT) Vivaldi sbarca su mobile: versione beta del browser per Android, in TG24 SKY.it tecnologia], 9 settembre 2019. URL consultato il 9 settembre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]