Vittorio Calcina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Vittorio Calcina

Vittorio Calcina (Torino, 31 dicembre 1847Milano, 31 dicembre 1916) è stato il primo cineasta italiano della storia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di professione fotografo, fu il rappresentante dei fratelli Lumière per l'Italia dal 1896. In quell'anno:

Divenne poi fotografo ufficiale di Casa Savoia. In questa veste filmò la prima pellicola italiana, Sua Maestà il Re Umberto e Sua Maestà la Regina Margherita a passeggio per il parco a Monza, creduta perduta fino al ritrovamento da parte della Cineteca Nazionale nel 1979.[5]

Terminò la carriera di regista di cortometraggi nel 1905, quando riprese l'attività di rappresentante dei fratelli Lumière in Italia.

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

I cortometraggi realizzati da Vittorio Calcina sono stati[6]:

Per molti anni fu ritenuto erroneamente l’autore del cortometraggio Sua Santità papa Leone XIII; una ricerca del 2023 ha invece riattribuito la paternità del filmato a William Kennedy Laurie Dickson della American Mutoscope and Biograph Company[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]