Vittorio Algeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vittorio Algeri
Vittorio Algeri 2.jpg
Vittorio Algeri al Tour Down Under 2009
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1987
Carriera
Squadre di club
1977 G.B.C.
1978 Int. Assicurazioni
1979 Sapa Assicurazioni
1980 Magniflex
1981 Hoonved-Bottecchia
1982-1984 Metauro Mobili
1985-1986 Vini Ricordi
1987 Supermerc. Brianzoli
Nazionale
1982 Italia Italia pista
1984 Italia Italia strada
Carriera da allenatore
1988-1990 Chateau d'Ax
1991-1993 Gatorade
1994-2000 Team Polti
2001-2002 Tacconi Sport
2003 Vini Caldirola
2004-2005 Saunier Duval
2005 Domina Vacanze
2006-2010 Milram
2011 UnitedHealthcare
2012 GreenEDGE
2012-2017 Orica
2018- Mitchelton
Statistiche aggiornate al gennaio 2019

Vittorio Algeri (Torre de' Roveri, 3 gennaio 1953) è un dirigente sportivo ed ex ciclista su strada italiano. Professionista dal 1977 al 1987, conta la vittoria di una tappa al Giro d'Italia e tre campionati nazionali, due su strada in linea e uno su pista. Dal 2012 è direttore sportivo alla Mitchelton-Scott (ex GreenEDGE/Orica).[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Passista veloce, da dilettante nel 1976 vinse il campionato italiano su strada e concluse ottavo nella prova individuale ai Giochi olimpici di Montréal.

Professionista dal 1977 con la G.B.C. di Dino Zandegù, conquistò una tappa al Giro del Belgio 1977, una a Inverigo al Giro d'Italia 1978 e due alla Tirreno-Adriatico, nel 1978 e nel 1989, fu inoltre secondo all'esordio tra i professionisti alla Gand-Wevelgem 1977 dietro a un giovane Bernard Hinault. Nel 1984 vinse la Coppa Bernocchi, gara valida per il campionato italiano: in una stagione senza risultati di valore, un guizzo sul finale di gara lo portò ad indossare la maglia di Campione d'Italia. A tutt'oggi resta uno dei pochi ciclisti che si siano imposti ai tricolori sia da dilettante (1976) sia da professionista (1984).

Sceso di bici salì subito sull'ammiraglia e come il fratello Pietro Algeri svolse il ruolo di direttore sportivo. Sotto la sua guida sono passati ciclisti come Laurent Fignon, Tony Rominger, Gianni Bugno, Luc Leblanc, Richard Virenque, Ivan Gotti, Dario Frigo, Stefano Garzelli e Mirko Celestino.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani, Corsa a punti

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1977: 14º
1979: 49º
1980: 64º
1981: 70º
1982: 85º
1983: ritirato (20ª tappa)
1984: 92º
1985: ritirato (19ª tappa)
1987: ritirato (14ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1977: 74º
1978: 25º
1982: 11º
1987: 72º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Montréal 1976 - In linea: 8º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) ALGERI Vittorio, su uci.org. URL consultato il 1º febbraio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]