Vito De Grisantis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vito De Grisantis
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Maior charitas
Incarichi ricoperti Vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca
Nato 20 agosto 1941, Lecce
Ordinato presbitero 27 giugno 1965 dal vescovo Francesco Minerva (poi arcivescovo)
Nominato vescovo 13 maggio 2000 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Consacrato vescovo 26 giugno 2000 dal cardinale Salvatore De Giorgi
Deceduto 1º aprile 2010, Tricase

Vito De Grisantis (Lecce, 20 agosto 1941Tricase, 1º aprile 2010) è stato un vescovo cattolico italiano, vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca dal 2000 fino alla morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Compì gli studi classici presso il Liceo "Palmieri" di Lecce, quindi quelli teologici presso il Pontificio Seminario regionale di Molfetta. Il 27 giugno 1965 venne ordinato sacerdote. Frequentò il corso biennale della facoltà di Scienze dell'educazione, con indirizzo in Sociologia dell'educazione, presso la Università Pontificia Salesiana di Roma e conseguì il dottorato in Teologia (summa cum laude) con specializzazione in "Teologia del matrimonio e della famiglia" presso l'istituto "Giovanni Paolo II" per studi su matrimonio e famiglia della Pontificia Università Lateranense di Roma.

In diocesi di Lecce rivestì diversi incarichi: direttore spirituale nel Seminario vescovile, dove fu anche docente di Italiano e Latino, segretario dell'Ufficio amministrativo diocesano, vice assistente diocesano della Gioventù italiana di Azione cattolica, poi vicario cooperatore (1970-1974) nella parrocchia Santa Rosa di cui era parroco il futuro cardinale Salvatore De Giorgi, quindi, sempre qui, vicario economo ed infine parroco, dal 1975 al 2000. Successivamente, fu vicario foraneo della città di Lecce e vicario episcopale per il laicato, direttore dell'Ufficio diocesano di Pastorale familiare e delegato dell'arcivescovo per il consultorio familiare cattolico "La Famiglia" e consulente etico presso lo stesso consultorio.

Membro del Consiglio episcopale, del Consiglio presbiterale, del Consiglio pastorale diocesano, del Collegio dei consultori, del Consiglio per la rimozione e trasferimento dei parroci, svolse poi le mansioni di docente di Teologia pastorale del Matrimonio e della famiglia presso l'Istituto superiore di scienze religiose di Lecce e di insegnante di Religione presso il liceo scientifico "De Giorgi", sempre nel capoluogo.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 maggio 2000 fu nominato vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca da papa Giovanni Paolo II. Fu consacrato vescovo il successivo 26 giugno dal cardinale Salvatore De Giorgi, coconsacranti Cosmo Francesco Ruppi, arcivescovo di Lecce e Domenico Caliandro, suo predecessore. Prese possesso canonico della diocesi il 29 luglio.

Il 14 giugno 2008 accolse a Santa Maria di Leuca il papa Benedetto XVI in occasione della visita ufficiale nella sua diocesi.

Nei primi mesi del 2010 avviò un progetto di microcredito sociale denominato "Tobia".[1]

Morì il 1º aprile 2010 all'ospedale "Giovanni Panico" di Tricase, dopo mesi di sofferenza, a causa di un linfoma.[2] È sepolto nel cimitero di Lecce.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Niente soldi dalle banche, a Ugento ci pensa il vescovo.
  2. ^ È morto il vescovo di Ugento Addio a monsignor Vito De Grisantis

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca Successore BishopCoA PioM.svg
Domenico Caliandro 13 maggio 2000 - 1º aprile 2010 Vito Angiuli
Controllo di autorità VIAF: (EN16902361 · LCCN: (ENno2002114025