Vitas Gerulaitis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vitas Gerulaitis
Vitas Gerulaitis.jpg
Vitas Gerulaitis nel 1978
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 70 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 510 - 221
Titoli vinti 25
Miglior ranking 3° (27 febbraio 1978)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1977)
Francia Roland Garros F (1980)
Regno Unito Wimbledon SF (1977, 1978)
Stati Uniti US Open F (1979)
Altri tornei
Tour Finals F (1979, 1981)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 164 - 123
Titoli vinti 8
Miglior ranking 43°
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (1983)
Francia Roland Garros QF (1980)
Regno Unito Wimbledon V (1975)
Stati Uniti US Open 3T (1972)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Vytautas Kevin (noto come Vitas) Gerulaitis (Brooklyn, 26 luglio 1954Southampton, 18 settembre 1994) è stato un tennista statunitense, che ha vinto gli Australian Open nel 1977, sconfiggendo in 5 set in finale l'inglese John Lloyd, futuro marito della grande Chris Evert.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una coppia di tennisti lituani emigrati in America in cerca di fortuna, inizia a giocare a tennis con il padre, un ex numero 1 del suo paese. Ha iniziato la sua carriera professionistica nel 1974 dopo che nel 1972 era salito ai vertici della classifica juniores statunitense.

Giocatore dotato di un carattere estroverso e brillante e di un serve & volley spettacolare, ma fragile, aveva un fisico esile, che però gli consentiva di essere molto agile e mobile in campo. Il colpo più brillante era l'ottimo e solido rovescio, che compensava il fragile diritto. Gerulaitis è risultato un ottimo stratega, adatto a tutte le superfici. Presidiò la top ten per buona parte degli anni '70 e nei primi anni '80, ma rimase sempre un passo indietro rispetto ai grandi campioni della sua epoca Jimmy Connors, John McEnroe e Björn Borg. Proprio al giocatore svedese sono legati due episodi della vita agonistica di Vitas Gerulaitis: la spettacolare semifinale di Wimbledon 1977, persa contro lo svedese in 5 set, e la famosa frase che pronunciò nel 1983 alla notizia del ritiro dalle competizioni di Borg, dal quale aveva perduto 16 volte su 16: "deve ancora nascere chi sia in grado di battere Gerulaitis 17 volte di seguito", citando e ironizzando sulla sua identica dichiarazione, pronunciata dopo aver battuto Jimmy Connors, ponendo fine a una striscia di 16 sconfitte consecutive contro l'americano.

Resta famosa la sua mania di cambiare il grip del manico della racchetta a ogni cambio di campo.

Ha vinto 27 tornei e ha disputato 55 finali, il primo successo risale al 1974 a Vienna e l'ultimo è del 1984 a Treviso. Nel 1977 e 1979 vince gli Internazionali d'Italia di tennis. Per quanto riguarda il Grande Slam, nel 1975 vince il torneo di doppio a Wimbledon, nel 1977 vince il singolare agli Australian Open, nel 1979 all'Us Open e nel 1980 al Roland Garros raggiunge la finale.

Ormai ritiratosi dall'attività, nel 1989 partecipò al Roland Garros in doppio con l'amico Jimmy Connors. I due vennero sconfitti al primo turno in tre set, ma diedero vita a siparietti esilaranti durante l'incontro, scherzando sulla loro vecchiaia agonistica sin dall'inizio del match, presentandosi in campo in stampelle.

Vitas Gerulaitis morì nel sonno nel 1994 a soli 40 anni, stroncato dal monossido di carbonio emesso da una caldaia difettosa, situata al di sotto della dépendance dove si trovava.

Finali nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 31 dicembre 1977 Australian Open Erba Regno Unito John Lloyd 6–3, 7–6, 5–7, 3–6, 6–2

Finali perse (2)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 9 settembre 1979 U.S. Open Cemento Stati Uniti John McEnroe 5–7, 3–6, 3–6
2. 8 giugno 1980 Roland Garros Terra rossa Svezia Björn Borg 4–6, 1–6, 2–6

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

Singolo (25)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (1)
Tennis Masters Cup WCT (1)
Grand Prix Super Series / ATP Masters Series (3)
ATP Grand Prix (20)
No. Anno Torneo Superficie Avversario Punteggio
1. 1974 Austria BA-CA TennisTrophy, Vienna Cemento (i) Rhodesia Andrew Pattison 6–4, 3–6, 6–3, 6–2
2. 1975 Stati Uniti IPA NY Tennis Championships, New York Indoor Stati Uniti Jimmy Connors ritiro
3. 1975 Stati Uniti St. Louis WCT, St. Louis Terra battuta Stati Uniti Roscoe Tanner 2–6, 6–2, 6–3
4. 1977 Stati Uniti Ocean City Open, Ocean City Cemento Stati Uniti Robert Lutz 3–6, 6–1, 6–2
5. 1977 Italia Internazionali d'Italia, Roma (1) Terra battuta Italia Antonio Zugarelli 6–2, 7–6, 3–6, 7–6
6. 1977 Australia South Pacific Tennis Classic, Brisbane Erba Australia Tony Roche 6–7, 6–1, 6–1, 7–5
7. 1977 Australia Western Australian Open, Perth Cemento Australia Geoff Masters 6–3, 6–4, 6–2
8. 1977 Australia Australian Open, Melbourne Erba Regno Unito John Lloyd 6–3, 7–6, 5–7, 3–6, 6–2
9. 1978 Stati Uniti Richmond WCT, Richmond Sintetico Australia John Newcombe 6–3, 6–4
10. 1978 Stati Uniti WCT Finals, Dallas Sintetico Stati Uniti Eddie Dibbs 6–3, 6–2, 6–1
11. 1978 Stati Uniti WCT Invitational, Forest Hills (1) Terra battuta Romania Ilie Năstase 6–2, 6–0
12. 1979 Italia Internazionali d'Italia, Roma (2) Terra battuta Argentina Guillermo Vilas 6–7, 7–6, 6–7, 6–4, 6–2
13. 1979 Austria Generali Open, Kitzbühel Terra battuta Cecoslovacchia Pavel Složil 6–2, 6–2, 6–4
14. 1979 Australia Sydney Indoor, Sydney Cemento (i) Argentina Guillermo Vilas 4–6, 6–3, 6–1, 7–6
15. 1980 Stati Uniti WCT Invitational, Forest Hills (2) Terra battuta Stati Uniti John McEnroe 2–6, 6–2, 6–0
16. 1980 Germania Mercedes Cup, Stoccarda Terra battuta Polonia Wojciech Fibak 6–2, 7–5, 6–2
17. 1980 Australia Melbourne Indoor, Melbourne (1) Sintetico Australia Peter McNamara 7–5, 6–3
18. 1981 Sudafrica SA Tennis Open, Johannesburg (1) Cemento Stati Uniti Jeff Borowiak 6–4, 7–6, 6–1
19. 1982 Belgio Brussels Indoor, Bruxelles Cemento (i) Svezia Mats Wilander 4–6, 7–6, 6–2
20. 1982 Italia ATP Firenze, Firenze Terra battuta Svezia Stefan Simonsson 4–6, 6–3, 6–1
21. 1982 Canada Canada Masters, Toronto Cemento Cecoslovacchia Ivan Lendl 4–6, 6–1, 6–3
22. 1982 Australia Melbourne Indoor, Melbourne (2) Sintetico Stati Uniti Eliot Teltscher 2–6, 6–2, 6–2
23. 1982 Sudafrica SA Tennis Open, Johannesburg (2) Cemento Argentina Guillermo Vilas 7–6, 6–2, 4–6, 7–6
24. 1983 Svizzera Swiss Indoors, Basilea Cemento (i) Polonia Wojciech Fibak 4–6, 6–1, 7–5, 5–5, ritiro
25. 1984 Italia Torneo Internazionale Città di Treviso, Treviso Sintetico Francia Tarik Benhabiles 6–1, 6–1

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN281672142