Virginio Bernardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Virginio Bernardi
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Ritirato 2002
Carriera
Carriera da allenatore
1985-1988 Aurora Desio 46-44
1988-1989 Basket Brescia 16-14
1989-1991 Libertas Forlì 26-34
1991-1992 Varese 11-19
1992-1994 Reggiana 34-26
1994-1995 Trieste 12-30
1996-1997 Juvecaserta
1997 Pall. Cantù 9-6
1998-1999 Fabriano Basket 11-19
1999-2000 Lugano Tigers
2000-2001 NSB Rieti
2001 Scafati Basket
2001-2002 Sutor Montegranaro
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Virginio Bernardi (Caserta, 7 gennaio 1954) è un allenatore di pallacanestro italiano.

È stato l'allenatore che ha portato l'Aurora Desio per la prima volta in Serie A, al termine del campionato 1986-87. Ha conquistato altre due promozioni, con Forlì e Reggio Emilia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua prima squadra da coach è stata proprio quella milanese, che ha diretto per due stagioni in Serie A2 e nella prima in Serie A1, culminata con la retrocessione. Nel 1988-89 è alla Filodoro Brescia, la stagione successiva occupa la panchina della Jollycolombani Forlì, che riporta subito in A1. Con i romagnoli ottiene una salvezza che gli vale la chiamata del Ranger Varese. Non sfrutta appieno l'occasione ottenendo un deludente 11º posto.

Nel 1992-93 riporta la Sidis Reggio Emilia in Serie A1 e l'anno successivo conquista un'altra salvezza. Dal 1994 al 1996 è all'Illycaffè Trieste, ma viene esonerato dopo 10 partite nella seconda stagione. Riparte dalla Juve Caserta, in A2, ma anche questa volta il risultato è al di sotto delle aspettative. L'ultima chance in A1 gli viene offerta dalla Polti Cantù, ma viene esonerato dopo sei partite in favore di Massimo Magri. Conclude con un biennio a Fabriano, subentrando a Roberto Di Lorenzo e venendo sostituito da Alberto Bucci. Nel 2001 va a Scafati e dopo poche giornate passa alla Premiata Montegranaro.

Nel dicembre 2002 assume il ruolo di direttore generale dei Crabs Rimini fino al termine del campionato.

Intraprende poi la carriera di procuratore sportivo rappresentando principalmente allenatori.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del basket '90. Modena, Panini, 1989.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]