Virginia Weidler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Virginia Weidler in una foto promozionale del 1939

Virginia Weidler (Los Angeles, 21 marzo 1927Los Angeles, 1º luglio 1968) è stata un'attrice statunitense, attiva come attrice bambina in oltre 40 pellicole dal 1931 al 1943 (tra i 4 e i 16 anni d'età).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Virginia Weidler nasce nel 1927 a Eagle Rock, Los Angeles. È l'ultima dei sei figli di Alfred Weidler, un architetto, e di Margaret Theres Louisa, che era stata un'affermata cantante wagneriana. Come già i fratelli e le sorelle maggiori (Sylvia, Verena, Warner, Wolfgang, and George), Virginia è avviata fin dalla più tenera età alla carriera attoriale nel cinema.[1]

Virginia debutta nel 1931, ad appena quattro anni, con una piccola parte (non accreditata) nel film Prigionieri (Surrender). Ben presto le si offrono ruoli di maggior rilievo. Tra i suoi film più celebri si ricordano Donne (1939) con Norma Shearer, Joan Crawford e Rosalind Russell, dove interpretava Mary, la figlia della protagonista (la Shearer), e Scandalo a Filadelfia (1940), in cui impersonava la sorellina di Tracy Lord (Katherine Hepburn).

Si ritirò dalle scene nel 1943, dopo aver interpretato il film Best Foot Forward e dopo essere apparsa in circa 45 pellicole.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1947 sposò Lionel Krisel, dal quale ebbe due figli, Ronnie e Gary. Il 1º luglio 1968, colpita da un attacco cardiaco, la Weidler morì nella sua casa di Los Angeles, all'età di 41 anni.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Virginia Weidler in Donne (1939)
Virginia Weidler nel trailer del film Best Foot Forward (1943)

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dixie Willson, Little Hollywood Stars, pp. 53-54

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Edward Edelson, Great Kids of the Movies, Garden City, NY: Doubleday, 1979, pp. 28-30.
  • (EN) James Robert Parish, Great Child Stars, New York: Ace Books, 1976, pp. 177-183.
  • (EN) Marc Best, Those Endearing Young Charms: Child Performers of the Screen (South Brunswick and New York: Barnes & Co., 1971), pp. 260-264.
  • (EN) Norman J. Zierold, "Where Are They Now?", The Child Stars, New York: Coward-McCann, 1965, p. 239.
  • (EN) Dixie Willson, Little Hollywood Stars, Akron, OH, e New York: Saalfield Pub. Co., 1935, pp. 51-58.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN55601770 · ISNI (EN0000 0000 2527 3188 · LCCN (ENn85273938