Virgin America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Virgin America
Logo
VIRGIN AMERICA A320 (2134310387).jpg
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione26 gennaio 2004
Fondata daRichard Branson
Chiusura24 aprile 2018 Acquistata da Alaska Airlines
Sede principaleBurlingame
GruppoVirgin Group
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
FatturatoUS$ 1,25 miliardi (2015)
Utile nettoUS$ 177,2 milioni (2015)
Sito webwww.virginamerica.com
Compagnia aerea low-cost major
Codice IATAVX
Codice ICAOVRD
Indicativo di chiamataREDWOOD
Primo volo8 agosto 2007
Ultimo volo24 aprile 2018
HubSan Francisco  · Los Angeles
Flotta67 (nel 2018)
Destinazioni24 (nel 2018)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Virgin America, è stata una compagnia aerea low-cost major americana facente parte dell'azienda di Sir Richard Branson, la Virgin Group. È stata fondata nel 2004, ma i voli commerciali iniziarono solo 3 anni dopo, nell'Agosto 2007. Questa compagnia aerea è stata creata con lo scopo di collegare velocemente e con modesti servizi di qualità le maggiori metropoli americane. Il 4 aprile 2016 è stata comprata da Alaska Airlines. L'accordo è stato concluso il 1 gennaio 2017 e le operazioni sono terminate nel primo quadrimestre del 2018. La nuova compagnia, la quinta per dimensioni e passeggeri negli Stati Uniti, opera sotto il nome e certificato aereo di Alaska Airlines.[1]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

La flotta della Virgin America era composta da 67 aeromobili Airbus. Dopo l'acquisizione da parte di Alaska Airlines, i velivoli sono passati nella flotta di quest'ultima

Flotta Virgin America
Aeromobile In flotta Passeggeri Note
F Y+ Y Totale
Airbus A319-100 10 8 12 99 119
Airbus A320-200 53 8 12 129 149
Airbus A321neo 4 8 18 159 185
Totale 67

Rotte commerciali[modifica | modifica wikitesto]

La Virgin America era basata all'aeroporto di San Francisco ed aveva un secondo hub di rinomata importanza: l'aeroporto di Los Angeles (il grande scalo tra i voli del Pacifico e quelli del continente americano). Questi due scali aeroportuali servivano alla Virgin America per collegare le maggiori città americane ed alcuni luoghi di vacanza in Messico.

Codeshare[modifica | modifica wikitesto]

La Virgin America aveva accordi di Code sharing con le seguenti compagnie aeree:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ fusione tra virgin america e alaska arilines. URL consultato il 29 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]