Virgin America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Virgin America
Logo
Virgin America Airbus A320 arriving at SFO 3-31-09.JPG
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione26 gennaio 2004
Fondata daRichard Branson
Chiusura24 aprile 2018 Acquistata da Alaska Airlines
Sede principaleBurlingame
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
FatturatoUS$ 1,25 miliardi (2015)
Utile nettoUS$ 177,2 milioni (2015)
Sito web
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATAVX
Codice ICAOVRD
Indicativo di chiamataREDWOOD
Primo volo8 agosto 2007
Ultimo volo24 aprile 2018
HubSan Francisco  · Los Angeles
Flotta67 (nel 2018)
Destinazioni24 (nel 2018)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Virgin America, è stata una compagnia aerea low-cost major americana facente parte dell'azienda di Sir Richard Branson, la Virgin Group. È stata fondata nel 2004, ma i voli commerciali iniziarono solo 3 anni dopo, nell'Agosto 2007. Questa compagnia aerea è stata creata con lo scopo di collegare velocemente e con modesti servizi di qualità le maggiori metropoli americane. Il 4 aprile 2016 è stata comprata da Alaska Airlines. L'accordo è stato concluso il 1 gennaio 2017 e le operazioni sono terminate nel primo quadrimestre del 2018. La nuova compagnia, la quinta per dimensioni e passeggeri negli Stati Uniti, opera sotto il nome e certificato aereo di Alaska Airlines.[1]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

La flotta della Virgin America era composta da 67 aeromobili Airbus. Dopo l'acquisizione da parte di Alaska Airlines, i velivoli sono passati nella flotta di quest'ultima

Flotta Virgin America
Aeromobile In flotta Passeggeri Note
F Y+ Y Totale
Airbus A319-100 10 8 12 99 119
Airbus A320-200 53 8 12 129 149
Airbus A321neo 4 8 18 159 185
Totale 67

Rotte commerciali[modifica | modifica wikitesto]

La Virgin America era basata all'aeroporto di San Francisco ed aveva un secondo hub di rinomata importanza: l'aeroporto di Los Angeles (il grande scalo tra i voli del Pacifico e quelli del continente americano). Questi due scali aeroportuali servivano alla Virgin America per collegare le maggiori città americane ed alcuni luoghi di vacanza in Messico.

Codeshare[modifica | modifica wikitesto]

La Virgin America aveva accordi di Code sharing con le seguenti compagnie aeree:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ fusione tra virgin america e alaska arilines. URL consultato il 29 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]