Virgin Active

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Virgin Active
Logo
Virginactive mostoles.JPG
Club Virgin Active di Madrid, Spagna
StatoRegno Unito Regno Unito
Forma societariaSocietà di capitali
Fondazione1998 a Preston
Fondata daRichard Branson
Sede principaleMilton Keynes
GruppoVirgin Group
Filiali278 totali

123 (Sudafrica)
96 (Regno Unito)
33 (Italia)
13 (Spagna)
4 (Portogallo)
4 (Australia)
3 (Thailandia)
2 (Namibia)
1 (Singapore)

1 (Botswana)
Persone chiaveRichard Branson
SettoreBenessere
Prodottifitness
Sito web

Virgin Active, abbreviato VAI,è una catena di centri fitness appartenente al Virgin Group di Richard Branson, la quale opera nel settore del fitness e benessere dal 1999.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Virgin Active nasce nel 1998 nel Regno Unito, a Preston nel Lancashire come ramo del gruppo Virgin Group di Richard Branson[2]. Attualmente la sede principale si trova a Milton Keynes[3].

Nel 2002 quando l'azienda contava 350.000 membri Branson vendette il 55% delle quote alla Bridgepoint Capital per 40 milioni di pound, per poi ricomprarle per 134,5 milioni di sterline.[4]

La sua entrata in Italia risale al 2004[5], con l'apertura del primo club a Genova. Nel 2005 l'azienda nel complesso contava 25 club nel Regno Unito, 77 in Sud Africa, e 12 nell'Europa Continentale. In Australia nel 2008 viene aperto il primo club nel 2008, a Sydney[6]. L'espansione è avvenuta anche grazie all'acquisizione delle catene "Holmes Place"[7], il 1 novembre 2006 portando improvvisamente il numero dei club nel Regno Unito da 24 a 72, e di 55 club della catena "Esporta"[8], il 26 aprile 2011 portandolo allora a 124 club.

Il 10 luglio 2015 Virgin Active annuncia l'acquisizione di Downtown, ampliando la sua presenza a Milano con 3 nuovi club (Vittorio Emanuele, Diaz e Cavour)[9].

Il CEO attuale dell'azienda è Paul Woolf, che subentra a Matthew Bucknall nel 2013.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Virgin Active propone «un nuovo modo di intendere il benessere a tutto tondo che non comprende solo la forma fisica ma anche il benessere mentale, non più solo una palestra ma un club al quale appartenere»[10].

Questo si concretizza nella struttura dei club dove è possibile trovare sempre sale corsi, studi fitness, piscina, SPA, area cafè (V-Cafè), e uno spazio per i bambini (V-Club).[senza fonte]

Presenza[modifica | modifica wikitesto]

Virgin Active è presente in sei paesi: Sudafrica, Italia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Australia e Thailandia con 269 club[11].

Villaggi Fitness in Italia[modifica | modifica wikitesto]

I villaggi funzionanti in Italia sono 33, con 3 in costruzione, in apertura nel 2018[12]

Città Villaggi Note
Bologna 2 -
Brescia 1
Catania 1
Firenze 2
Genova 1 Primo club aperto in Italia.
Milano 11 I club di Corso Como e Corso Vittorio Emanuele fanno parte della The Virgin Active Collection.
Napoli 1 -
Palermo 1 in costruzione Il club verrà aperto nel 2018.
Perugia 1 -
Prato 1
Reggio Emilia 1
Roma 6 + 1 in costruzione Il club Valle Aurelia contenuto nel centro commerciale Aura verrà aperto nel marzo del 2018.
Salerno 1
Torino 3 Il club di Via Arsenale fa parte di The Virgin Active Collection.
Venezia 1 -
Verona 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi siamo - Virgin Active Archiviato il 27 giugno 2014 in Internet Archive.
  2. ^ Branson set to pump £110m from health clubs sale into.., in The Independent (London), 25 febbraio 2002. URL consultato il 28 novembre 2011.
    «The group, which started Virgin Active in 1998, said it would pump the proceeds into developing Virgin Mobile,».
  3. ^ Virgin Active Head Office (PDF), RFM Group. URL consultato il 20 aprile 2013.
  4. ^ Bridgepoint sells its stake in Virgin Active back to Virgin for £134.5m, AltAssets, 5 ottobre 2005. URL consultato il 28 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2011).
  5. ^ Dominic Walsh, Virgin Active seeks to grow la dolce vita (London), The Times, 11 maggio 2009. URL consultato il 29 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2009).
  6. ^ Michelle Hammond, Branson’s Virgin Active flags Aussie expansion, su StartupSmart, 18 luglio 2011. URL consultato il 28 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2011).
  7. ^ Nic Fildes, Virgin Active merges with Holmes Place (London), Independent.co.uk, 4 settembre 2006. URL consultato il 4 settembre 2006.
  8. ^ Virgin Active buys rival Esporta, FT.com. URL consultato il 26 aprile 2011.
  9. ^ Virgin Active, Comunicato stampa Virgin Active (PDF), su virginactive.it. URL consultato il 31/8/2015 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  10. ^ Virgin Active, Brochure Corporate 2014, su virginactive.it. URL consultato il 30/10/2014 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2014).
  11. ^ Global Portal | Virgin Active
  12. ^ virginactive.it, https://web.archive.org/web/20171212193203/https://www.virginactive.it/centri_fitness/prossime-aperture. URL consultato il 12 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende