Virgilio Gozzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Virgilio Gozzoli (Pistoia, 10 novembre 1886Pistoia, 24 agosto 1964) è stato un anarchico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pistoia, la città in cui nacque, era un centro fortemente influenzato dall'ideologia anarchica, diede anche i natali ad anarchici assai noti quali Silvano Fedi[1] e Leda Rafanelli fra gli altri.

Virgilio Gozzoli durante il periodo in cui lavora come operaio meccanico e tipografo prende pure a scrivere ed a dipingere sia in versi che in vernacolo, militante di sinistra è uno degli occupanti della fabbrica per cui lavora, a Pistoia è fra i fondatori degli Arditi del Popolo.

«Negli Anni Venti solo il piccolo nucleo locale degli Arditi del Popolo, composto prevalentemente da elementi anarchici e animato da Virgilio Gozzoli, saprà opporsi ai fascisti sul loro stesso terreno.»

(Carlo Onofrio Gori, Da "Resistenza Toscana"[2])

Dai suoi lavori scritti si evidenzia l'elemento dissacratore che è tipico del futurismo ed è collocabile quindi nel movimento dei futuristi di sinistra, le sue tematiche si rifanno al "gergo", Rivoluzione in Tipografia, parolibe-rismo. Dirige i fogli/rivista Ficcanaso e Per un Mantellaccione nel 1911 , Marchesino nel 1915 mentre nel 1910 su La Rivolta presenta Il fuoco che ha netti elementi futuristi. Prende le parti di Renzo Novatore e di Leda Rafanelli nel 1920 nello scontro avuto con Camillo Berneri sul problema del futurismo partecipando alla discussione sull'Iconoclasta . Deve riparare in Francia in quanto antifascista e con Ugo Fedeli[3] e Tintino Rasi (Auro d'Arcola) lavora per La Rivista Internazionale Anarchica a Parigi , è condirettore di Il Momento sempre a Parigi nel seguito a Barcellona nel 1931 , in Francia Virgilia D'Andrea anarchica futurista[4] e compagna di Armando Borghi dirige la rivista Veglia in cui son presenti lavori di Virgilio Gozzoli mentre a Parigi Virgilio Gozzoli nel 1925 con Alfonso Failla aveva fondato la rivista La Tempra. Il dieci marzo del 1936 a Parigi Virgilio Gozzoli è presente al funerale dell'anarchico Giovanni Sabbatini, con Camillo Berneri, Emilio Canzi, e Egidio Fossi[5]. Fra le sue molte collaborazioni e direzioni di riviste ricordiamo Guerra di Classe di Barcellona durante la guerra di Spagna[6]. Caduta la Repubblica Spagnola e apertosi il secondo conflitto mondiale , il movimento anarchico ebbe forti tensioni interne sulla tematica di appoggiare o meno gli alleati , ritenuti capitalisti avversi alla classe proletaria al pari dei nazionalsocialisti, Virgilio Gozzoli e Tintino Rasi ( Auro d'Arcola ), e Aldino Felicani che faceva parte della redazione della rivista anarchica Controcorrente decisero di scegliere il male da loro ritenuto minore e si impegnarono affinché gli anarchici condudessro una lotta contro i nazifascisti in collaborazione con gli alleati.[7] In pratica Virgilio Gozzoli fra proprie le posizioni di Rudolf Rocker.[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il sogno rivoluzionario di Silvano Fedi, comunista libertario, eroe della Resistenza pistoiese
  2. ^ Resistenza Toscana | Biografia di Silvano Fedi Archiviato il 17 marzo 2009 in Internet Archive.
  3. ^ cenni biografici, su municipio.re.it. URL consultato il 27 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2011).
  4. ^ VIRGILIA D'ANDREA, LA FORMAZIONE POLITICA di Armando Grella
  5. ^ la Risveglia, su geocities.com. URL consultato il 13 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2009).
  6. ^ gozzoli, su municipio.re.it. URL consultato il 13 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2006).
  7. ^ Cinquanta anni fa moriva Rudolf Rocker, su isole.ecn.org, Umanità Nova, 28 settembre 2008.
  8. ^ sito dedicato a Rudolf Rocker Archiviato il 13 dicembre 2009 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Ciampi, Virgilio Gozzoli , vita irrequieta di un anarchico pistoiese, in “Microstoria”, n. 37 (set./ott. 2004).
  • Alberto Ciampi, Rivoluzione in tipografia. Virgilio GOZZOLI artista e autore, Piombino, Traccedizioni, 1994
  • Roberto Carocci, "Virgilio Gozzoli. Storia e memoria di un anarchico pistoiese (1886-1964)" in: "Storialocale" n. 22, 2013
  • Stefano D'Errico, Anarchismo e politica, Milano, Mimesis Edizioni, 2007. ISBN 9788884835277.
  • Giorgio Petracchi, Al tempo che Berta filava: alleati e patrioti sulla Linea Gotica (1943-1945) Mursia, 1995 ISBN 8842519529, 9788842519522
  • Luigi Di Lembo[1] Guerra di classe e lotta umana. L'anarchismo in Italia dal Biennio rosso alla Guerra di Spagna (1919-1939) BFS editore

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN309821448 · LCCN (ENn2014038636 · WorldCat Identities (ENlccn-n2014038636
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie
  1. ^ Luigi Di Lembo vive a Livorno ed è ricercatore presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Firenze. Autore di numerosi saggi sulla storia del movimento anarchico e su quello operaio è stato redattore della «Rivista storica dell'anarchismo» e ha collaborato al Dizionario biografico degli anarchici italiani. BFS edizioni