Violenza al sole - Una estate in quattro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Violenza al sole - Una estate in quattro
Paese di produzioneItalia
Anno1969
Durata100'
Generedrammatico
RegiaFlorestano Vancini
SoggettoFlorestano Vancini
SceneggiaturaFlorestano Vancini, Massimo Felisatti, Fabio Pittorru
FotografiaEnnio Guarnieri
MontaggioMario Morra
MusicheCarlo Rustichelli
ScenografiaLuigi Schiaccianoce
Interpreti e personaggi

Violenza al sole - Una estate in quattro è un film del 1969, diretto dal regista Florestano Vancini, che ha curato anche il soggetto e la sceneggiatura.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una vicenda sentimentale complessa nella cornice di una vacanza estiva nelle isole al largo della Puglia, che si articola su due coppie: una irregolare ma felice di giovani italiani e l'altra svedese, più matura e legale. Gunnar Lindmark è un professore di psicologia, mentre la moglie Meret ricorda un vecchio amore extraconiugale, cessato a causa della morte del suo amante. Questa crisi scatena la gelosia del professore che uccide il ragazzo italiano.[1].

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, con produttore esecutivo Julien Derode, e produttore Turi Vasile per Produzione Cinematografica Intercontinentale (PIC) e distribuito dalla Dear International, è stato girato e ambientato interamente alle Isole Tremiti.

Visto censura n° 54145 del 22 luglio 1969.

All'estero è uscito con durata diversa (minore) e con i titoli: “Blow Hot, Blow Cold”, “La partenaire (Laetitia)”, “In den Adern heisses Blut”.[2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema