Viola tricolor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Viola tricolor
20180612Viola tricolor2.jpg
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) COM
Ordine Malpighiales
Famiglia Violaceae
Genere Viola
Specie V. tricolor
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Violales
Famiglia Violaceae
Genere Viola
Specie V. tricolor
Nomenclatura binomiale
Viola tricolor
L.
Nomi comuni

Viola del pensiero

La viola del pensiero (Viola tricolor L.), chiamata anche viola tricolore, è una pianta della famiglia delle Violaceae,[1] nota principalmente per il suo fiore.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Molto comune in Europa, che cresce come pianta selvatica e perenne. È stata introdotta in Nord America, dove si è molto diffusa. È la progenitrice della viola del pensiero coltivata (ovvero la Viola × wittrockiana), ed è quindi a volte chiamata viola del pensiero selvatica proprio per distinguerla dalla varietà ibrida che è molto diffusa a scopi ornamentali.

Prima che si sviluppassero le viole coltivate, "viola del pensiero" era un nome alternativo per la forma selvatica, oggigiorno con il nome "viola del pensiero" si intendono genericamente gli ibridi di viola, in particolar modo la Viola × wittrockiana[2].

Qualche volta si trova anche la varietà Viola tricolor var. hortensis, ma tale nome scientifico è ambiguo. La Viola tricolor var. hortensis Groenland & Rümpler[3] è un sinonimo di Viola × wittrockiana, mentre Viola tricolor var. hortensis DC. fa riferimento ad una varietà orticola di viole per pensiero selvatiche (Viola tricolor senza ibridazioni interspecifiche) che è stato illustrato inFlora Danica nel 1777[4][5] ben prima che venisse creata la Viola × wittrockiana[3][6].

Può produrre fino a 50 semi alla volta. È una piccola pianta con portamento rampicante, che raggiunge almeno i 15 cm di altezza, con fiori di 15 mm di diametro. Fiorisce da aprile a settembre; i petali dei fiori possono essere di vari colori tra cui viola, blu, giallo o bianco. È ermafrodita e autofertile, con impollinazione da parte delle api[7] o bombi. La pianta è commestibile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Viola tricolor L., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 17 novembre 2021.
  2. ^ Patrizia, Viola del Pensiero o Pansé: Coltivazione e Cura, su L'eden di Fiori e Piante. URL consultato il 20 febbraio 2022.
  3. ^ a b Johannes Dietrich Nauenburg e Karl Peter Buttler, Validierung des Namens Viola wittrockiana (PDF), in Kochia, vol. 2, 2007, p. 37–41.
  4. ^ Augustin Pyramus De Candolle, Prodr. [A. P. de Candolle], vol. 1, Paris, Treuttel et Würtz, 1824, pp. 303.
  5. ^ Otto Friedrich Otto Friedrich Müller, Flora Danica, vol. 4, Copenhagen, Martin Hallager, 1777, pp. 623.
  6. ^ Jens Christian Clausen, Genetical and cytological investigations on Viola tricolor L. and V. arvensis Murr., in Hereditas, vol. 8, 1–2, 1926, pp. 1–156, DOI:10.1111/j.1601-5223.1926.tb03159.x, ISSN 1601-5223 (WC · ACNP).
  7. ^ (FR) Viola tricolor & Apis mellifera, su Florabeilles, 1º dicembre 2016. URL consultato il 6 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica