Vinyl (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vinyl
Vinyl logo picture.jpg
Immagine del logo della serie televisiva
Titolo originaleVinyl
PaeseStati Uniti d'America
Anno2016
Formatoserie TV
Generemusicale, drammatico
Stagioni1
Episodi10
Durata55 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreMick Jagger
Martin Scorsese
Rich Cohen
Terence Winter
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ScenografiaBob Shaw
CostumiMark Bridges
ProduttoreMari Jo Winkler-Ioffreda
Brad Carpenter
Jessica Levin
Produttore esecutivoMartin Scorsese
Mick Jagger
Terence Winter
Victoria Pearman
Rick Yorn
Emma Tillinger Koskoff
John Melfi
Allen Coulter
George Mastras
Casa di produzioneParamount Television, Jagged Productions, Sikelia Productions, Cold Front Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal14 febbraio 2016
Al17 aprile 2016
Rete televisivaHBO
Prima TV in italiano
Dal22 febbraio 2016
Al25 aprile 2016
Rete televisivaSky Atlantic

Vinyl è una serie televisiva statunitense creata da Mick Jagger, Martin Scorsese, Rich Cohen e Terence Winter per HBO.

La serie racconta l'ascesa del rock e del punk nella New York anni settanta. L'episodio pilota è stato scritto da Terence Winter e George Mastras e diretto da Martin Scorsese.[1] La prima stagione, composta da 10 episodi, ha debuttato il 14 febbraio 2016.[2] Il 18 febbraio 2016 HBO ha rinnovato la serie per una seconda stagione,[3] ma a giugno dello stesso anno decide di non produrre più nuovi episodi e cancella ufficialmente la serie.[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Richie Finestra è il fondatore e presidente dell'etichetta American Century Records che è sul punto di essere ceduta. Un evento cambia la sua vita e riaccende il suo amore per la musica ma rovina la sua vita privata.

Devon, moglie di Richie e madre di due figli, è un'ex attrice e modella che faceva parte della factory di Andy Warhol. La crisi personale e professionale di Richie complica ulteriormente la loro relazione suscitandole il desiderio di tornare al suo vecchio stile di vita anticonformista.

Zak Yankovich è un importante dirigente dell'American Century Records, con una grande esperienza nell'industria musicale, sebbene lavori nell'ombra di Richie. La loro collaborazione si fa tesa a causa di disaccordi su come condurre l'etichetta sullo sfondo della scena musicale del 1973.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 10 2016 2016

Personaggi ed interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Richie Finestra, interpretato da Bobby Cannavale, doppiato da Roberto Draghetti.
    Produttore musicale che cerca di tenere a galla i generi musicali che stanno subendo l'ascesa del rock e del punk. Presidente dell'etichetta musicale American Century.
  • Maury Gold, interpretato da Paul Ben-Victor, doppiato da Ambrogio Colombo.
    Mentore di Richie e proprietario dell'etichetta discografica Rondelay Records.
  • Scott Leavitt, interpretato da P. J. Byrne, doppiato da Gianluca Crisafi.
    Capo degli avvocati della American Century, le sue manovre legali e la sua aspra personalità mettono in continuazione alla prova la pazienza di Richie.
  • Julian "Julie" Silver, interpretato da Max Casella, doppiato da Fabrizio Vidale.
    Direttore della divisione A&R dell'American Century, lotta per rimanere popolare e importante nel giovane mondo del rock and roll.
  • Lester Grimes, interpretato da Ato Essandoh, doppiato da Nanni Baldini.
    Ex cantante e primo cliente di Richie. È il manager dei The Nasty Bits.
  • Kip Stevens, interpretato da James Jagger, doppiato da Jacopo Castagna.
    Fondatore e cantante del gruppo punk The Nasty Bits.
  • Skip Fontaine, interpretato da J. C. MacKenzie, doppiato da Oreste Baldini.
    Delegato delle vendite della American Century, le sue esperte e a volte discutibili operazioni commerciali aumentano i profitti dell'azienda.
  • Clark Morelle, interpretato da Jack Quaid, doppiato da Luca Mannocci.
    Impiegato della American Century.
  • Zak Yankovich, interpretato da Ray Romano, doppiato da Massimo Rossi.
    Amico e collaboratore di Richie e pubblicitario della American Century.
  • Ingrid, interpretata da Birgitte Hjort Sørensen, doppiata da Perla Liberatori.
    Attrice danese ed amica di Devon Finestra.
  • Jamie Vine, interpretata da Juno Temple, doppiata da Ludovica Bebi.
    Ambiziosa assistente della American Century abile a mescolarsi tra le varie sottoculture della scena musicale newyorkese.
  • Devon Finestra, interpretata da Olivia Wilde, doppiata da Laura Lenghi.
    Moglie di Richie.

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Un primo teaser trailer della serie televisiva è stato diffuso tramite l'account instagram della HBO il 4 agosto 2015.[5] Il full trailer invece viene diffuso il 6 agosto.[6]

Trasmissione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel Regno Unito la serie viene trasmessa da Sky Atlantic dal 16 febbraio 2016. In Italia la serie è trasmessa da Sky Atlantic in simulcast in lingua originale sottotitolata e dal 22 febbraio 2016 doppiata in italiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Ceccotti, Vinyl: online il primo teaser trailer della nuova serie HBO di Martin Scorsese, Best Movie, 5 agosto 2015. URL consultato il 5 agosto 2015.
  2. ^ (EN) Denise Petski, 'Vinyl' Teaser: First Look At Martin Scorsese's '70s-Set Rock Drama For HBO, su Deadline.com. URL consultato il 24 agosto 2015.
  3. ^ (EN) Nellie Andreeva, ‘Vinyl’ Renewed For Season 2 By HBO, Deadline, 18 febbraio 2016. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  4. ^ VINYL: LA HBO CANCELLA LA SERIE DOPO AVERLA RINNOVATA MESI FA, movieplayer.com, 22 giugno 2016. URL consultato il 22 giugno 2016.
  5. ^ (EN) Adam Chitwood, First VINYL Teaser Trailer Reveals Martin Scorsese, Mick Jagger and Terence Winter’s HBO Series, collider.com, 4 agosto 2015. URL consultato il 5 agosto 2015.
  6. ^ Filmato audio HBO, Vinyl: Tease (HBO), su YouTube, 6 agosto 2015. URL consultato il 7 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]