Nippo-Vini Fantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Vini Fantini-Nippo)
Nippo-Vini Fantini
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Informazioni
Codice UCI NIP
Nazione Italia Italia
Debutto 2011
Specialità Strada
Status Professional Continental
Biciclette De Rosa
Sito ufficiale Nippo-Vini Fantini
Staff tecnico
Gen. manager Francesco Pelosi
Dir. sportivi Stefano Giuliani
Hiroshi Daimon
Mario Manzoni

La Nippo-Vini Fantini (codice UCI: NIP) è una squadra maschile italiana di ciclismo su strada. Ha licenza Professional Continental, che le consente di partecipare alle gare dei circuiti continentali UCI.

Attiva nel professionismo dal 2011, ha sede a La Spezia e utilizza biciclette De Rosa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 2011, il team (ufficialmente Marche Team S.r.l.) è frutto della fusione tra la CDC-Cavaliere e il Team Nippo. La sede del team era originariamente nelle Marche, ad Ancona. Lo sponsor principale, il Gruppo D'Angelo & Antenucci, è presente nel mondo del ciclismo dal 2009, quando fece da terzo sponsor del team LPR Brakes-Farnese Vini. Nel 2010 ha sponsorizzato l'Abruzzo Team s.r.l., facendo da secondo sponsor alla Acqua & Sapone-D'Angelo & Antenucci.

L'esordio del team, avvenuto al Tour de San Luis il 17 gennaio 2011,[1] è coinciso con il secondo posto di Maximiliano Richeze nella prima tappa della competizione.[2] La prima vittoria avviene nella sesta tappa della stessa corsa sudamericana, il 22 gennaio, ad opera dell'atleta colombiano Miguel Angel Rubiano.[3]

In base ai piazzamenti ottenuti nelle stagioni 2009 e 2010 dai corridori in rosa, la squadra è stata una delle tre ad aver ricevuto l'invito automatico a tutte le gare di categoria 1.2 e 2.2 per il 2011,[4] stagione in cui ha ottenuto quindici successi, tra i quali la vittoria finale nel Brixia Tour di Fortunato Baliani. A fine stagione sono stati confermati i corridori più importanti, a cui vengono affiancati altri innesti, ed è stato ceduto il colombiano Miguel Ángel Rubiano.

Nel 2012 il gruppo D'Angelo & Antenucci abbandona la sponsorizzazione e la squadra prende il nome di Team Nippo[5]. L'incarico di team manager è rivestito da Andrea Tonti, già sport manager nell'anno passato. Sei dei quattordici corridori che compongono la rosa sono nipponici, per appoggiare il progetto dell'azienda Nippo teso a promuovere e accrescere la notorietà del ciclismo in Oriente. Le biciclette saranno fornite dall'azienda De Rosa e la gestione sportiva della squadra verrà effettuata in Italia, ad Ancona. La squadra, oltre che a svolgere un'intensa attività in Italia e in Europa, sarà presente in alcune tra le principali gare dell'UCI Asia Tour 2012. Il primo ritiro si è tenuto mercoledì 23 novembre a Castelraimondo, in provincia di Macerata.

La stagione inizia con la Vuelta a Chile, dal 5 al 15 gennaio, per la preparazione della squadra[6]. Mercoledì 11 gennaio, Maximiliano Richeze conquista il primo podio stagionale nella corsa sudamericana. Nella prima gara in Italia, il Gran Premio Costa degli Etruschi, è lo stesso velocista argentino a ottenere il quinto posto. La prima vittoria stagionale arriva grazie all'argentino Maximiliano Richeze che vince la seconda tappa della Vuelta de Mendoza. Quattro giorni dopo il successo del più grande dei fratelli Richeze, anche Mauro Abel Richeze ottiene il secondo successo nella corsa a tappe, precedendo, allo sprint finale, proprio Maximiliano, giunto secondo al traguardo[7]. Alla fine della corsa a tappe argentina la squadra porta a casa quattro vittorie complessive, vincendo la seconda, la sesta, la settima e la nona tappa. Dal 6 all'8 aprile la squadra partecipa al Circuit des Ardennes in cui ottiene un secondo posto nella prima tappa con Mauro Richeze, dietro il britannico Russell Downing,[8] e un quarto nell'ultima grazie ad Henry Frusto[9]. La stagione 2012 si conclude con numerose vittorie in Asia, America ed Europa e il secondo posto per Maximiliano Richeze nel ranking UCI America Tour, grazie al quale ottiene un contratto con la Lampre-Merida per la stagione successiva.

Nel 2013 la squadra italo-giapponese vince grazie a Fortunato Baliani il Tour of Japan e grazie al colombiano Julián Arredondo il Tour de Langkawi e il Tour de Kumano. Con le vittorie ottenute in Asia, il team si piazza al secondo posto nel ranking UCI Asia Tour e vince la speciale classifica con Arredondo. Il colombiano a termine della stagione firma con la formazione World Tour Trek di Luca Guercilena.

Nel 2014 la formazione dilettantistica abruzzese Vini Fantini-D'Angelo & Antenucci si unisce al Team Nippo-De Rosa per creare una nuova squadra Continental denominata Vini Fantini-Nippo-De Rosa. La parte giapponese del team è gestita da Hiroshi Daimon, mentre la parte italiana da Stefano Giuliani e Alessandro Spezialetti.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Annuario[modifica | modifica wikitesto]

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
2011 DAN Italia D'Angelo & Antenucci-Nippo CT Kyklos Manager: Stefano Scattolini
Dir. sportivi: Alberto Elli, Hiroshi Daimon, Fabrizio Fabbri, Primo Franchini
2012 PPO Giappone Team Nippo CT De Rosa Manager: Hiroshi Daimon
Dir. sportivi: Alberto Elli, Fabrizio Fabbri, Andrea Tonti, Ken Hashikawa
2013 PPO Giappone Team Nippo-De Rosa CT De Rosa Manager: Hiroshi Daimon
Dir. sportivi: Alberto Elli, Fabrizio Fabbri, Andrea Tonti, Ken Hashikawa, Eddy Serri
2014 VFN Giappone Vini Fantini-Nippo CT De Rosa Manager: Hiroshi Daimon
Dir. sportivi: Stefano Giuliani, Alessandro Spezialetti, Ken Hashikawa
2015 NIP Italia Nippo-Vini Fantini PCT De Rosa Manager: Francesco Pelosi
Dir. sportivi: Stefano Giuliani, Hiroshi Daimon, Mario Manzoni

Classifiche UCI[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 furono creati l'UCI ProTour[10] e, parallelamente, i Circuiti continentali UCI;[11] dal 2009 le gare del circuito ProTour sono state integrate nel Calendario mondiale UCI, poi divenuto UCI World Tour.

Anno Class. Pos. Migliore cl. individuale
2011 Africa T. 13º Italia Bernardo Riccio (79º)
America T. 14º Colombia Miguel Ángel Rubiano (71º)
Asia T. 10º Colombia Miguel Ángel Rubiano (34º)
Europe T. 17º Italia Fortunato Baliani (28º)
2012 America T. Argentina Maximiliano Richeze (2º)
Asia T. Argentina Maximiliano Richeze (9º)
Europe T. 59º Argentina Maximiliano Richeze (82º)
2013 Africa T. 13º Italia Fortunato Baliani (76º)
Asia T. Colombia Julián Arredondo (1º)
Europe T. 70º Italia Leonardo Pinizzotto (271º)
2014 Africa T. 20º Sudafrica Willie Smit (102º)
Asia T. Slovenia Grega Bole (7º)
Europe T. 24º Slovenia Grega Bole (19º)

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 10 maggio 2015

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

Participazioni: 1 (2015)
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0

Organico 2016[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 15 dicembre 2015[12].

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

GM=General manager; DS=Direttore sportivo.
Naz. Ruolo Sportivo
Italia GM Francesco Pelosi
Italia DS Stefano Giuliani
Giappone DS Hiroshi Daimon
Italia DS Mario Manzoni

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Naz. Sportivo
Italia Giacomo Berlato 1992
Italia Alessandro Bisolti 1985
Slovenia Grega Bole 1985
Italia Daniele Colli 1982
Italia Damiano Cunego 1981
Italia Pierpaolo De Negri 1986
Italia Iuri Filosi 1992
Romania Eduard Michael Grosu 1992
Giappone Manabu Ishibashi 1992
Giappone Yuma Koishi 1993
Giappone Kazushige Kuboki 1990
Giappone Shiki Kuroeda 1992
Italia Alessandro Malaguti 1987
Italia Nicolas Marini 1993
Italia Antonio Nibali 1992
Italia Riccardo Stacchiotti 1991
Italia Antonio Viola 1993
Giappone Genki Yamamoto 1991
Italia Gianfranco Zilioli 1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inizia in Argentina la stagione del team D'Angelo & Antenucci - Nippo!, in Dangeloeantenucci.it. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  2. ^ San Luis: Roberto Ferrari regala il primo sorriso alla Androni, in Tuttobiciweb.it. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  3. ^ San Luis. Esulta la D'Angelo Antenucci con Rubiano, in Tuttobiciweb.it. URL consultato il 24 gennaio 2011.
  4. ^ Simon Mari, D'Angelo&Antenucci-Nippo, invito automatico a tutte le corse 1.2 e 2.2, in Spaziociclismo.it, 28 gennaio 2011. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  5. ^ Team Nippo 2012, in Uci.ch, 3 febbraio 2012. URL consultato il 5 febbraio 2012.
  6. ^ Team Nippo, la stagione si aprirà alla Vuelta a Chile, in Ciclismoweb.it, 29 dicembre 2011. URL consultato il 6 marzo 2012.
  7. ^ I fratelli Richeze fanno festa alla Vuelta a Mendoza, in Cicloweb.it. URL consultato il 6 marzo 2012.
  8. ^ Downing batte Richeze nella prima tappa del Circuit des Ardennes, in Cicloweb.it. URL consultato il 13 aprile 2012.
  9. ^ Marek Rutkiewicz conquista il Circuit des Ardennes, decisiva la cronosquadre. 4° Frusto nell'ultima, in Cicloweb.it. URL consultato il 13 aprile 2012.
  10. ^ Archivio delle classifiche UCI ProTour, uciprotour.com. URL consultato il 12-12-2009.
  11. ^ Archivio delle classifiche UCI, 62.50.72.82. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  12. ^ NIPPO - VINI FANTINI 2016, su procyclingstats.com. URL consultato il 15 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo