Vindolandia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vindolanda
Vindolanda bathhouse - 2007-05-19.jpg
CiviltàRomana
UtilizzoForte difensivo
EpocaI-IV sec. D.C.
Localizzazione
StatoRegno Unito Regno Unito
Regione/area/distrettoInghilterra
Scavi
Date scaviA partire dagli anni '30
OrganizzazioneVindolanda Trust
Amministrazione
Visitabile
Sito webwww.vindolanda.com
Mappa di localizzazione

Coordinate: 54°59′24.72″N 2°22′01.56″W / 54.9902°N 2.3671°W54.9902; -2.3671

Vindolanda era un forte di truppe ausiliarie costruito dai Romani in Britannia per ordine di Gneo Giulio Agricola nel 79 dopo la conquista della Britannia del nord e ubicato a circa due chilometri dalla parte meglio conservata del Vallo di Adriano, in Northumbria. Di fatto serviva a vigilare sulla Stanegate, strada che andava dal Tyne al Solway Firth. Dagli scavi archeologici emerge che il forte fu ricostruito molte volte. Da questo forte provengono delle tavolette scritte in antico corsivo romano da cui emergono molti interessanti dettagli sulla vita delle guarnigioni delle zone di frontiera.[1] Gli scavi archeologici in questo sito iniziarono negli anni Trenta del XX secolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Birra e ferie, vita da soldati romani, in Il Giornale, 12 luglio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Robin Birley, Vindolanda: a Roman frontier post on Hadrian's Wall, Londra: Thames e Hudson, 1977.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]