Vincenzo Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo compositore, vedi Vicente Martín y Soler.

Vincenzo Martini (Monsummano Terme, 26 maggio 1803Monsummano Terme, 17 ottobre 1862) è stato un politico e drammaturgo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da Ferdinando e Anna Barbolani, fu avviato agli studi presso il Collegio Forteguerri di Pistoia, dove si diplomò con profitto. Assai preparato nelle scienze economiche, fu assunto come segretario al Ministero delle Finanze sotto Leopoldo II, Granduca di Toscana. Lasciò l'impiego nel 1849, con la deposizione del Granduca e l'avvento della repubblica. Ritornato Leopoldo in Firenze, fu nominato ministro delle Finanze e amministratore delle Regie Dogane, incarichi nei quali si dimostrò particolarmente abile e rigoroso.

Morì quasi sessantenne nella sua Monsummano Terme.

L'attività letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Contestualmente all'attività politica e amministrativa, coltivò elevati interessi letterari. Scrisse:

  • Una proscrizione sotto Caterina de' Medici (1841, tragedia)
  • Gli educatori (1842, commedia)
  • Il marito in veste da camera (1843, commedia)
  • I Bagni di Lucca (1844, commedia)
  • Il marito e l'amante (1845, commedia)
  • Il cavaliere d'industria (1845, commedia)
  • Il misantropo in società (1853, commedia)
  • La donna di quarant'anni (1853, commedia)
  • La strategica di un marito (1858, commedia)
  • La morale d'un uomo d'onore (1858, commedia)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Fu insignito di vari titoli e onori, tra cui quello di

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54110166 · ISNI (EN0000 0000 6162 3827 · SBN IT\ICCU\RAVV\077887 · LCCN (ENnr2006011283 · BAV (EN495/281164 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2006011283