Vincenzo Imperatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vincenzo Imperatore

Vincenzo Imperatore (Napoli, 24 febbraio 1963) è uno scrittore e giornalista italiano, il cui ambito è la finanza.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato con il massimo dei voti in Economia e Commercio, è stato per 22 anni manager di Credito Italiano e poi di Unicredit.

Consulente aziendale specializzato nei processi di riorganizzazione delle piccole imprese[1], collabora con quotidiani e riviste specializzate, fra cui Lettera43, People for Planet, Il Roma, Fanpage, Il Napolista.

Conduce inoltre un programma radiofonico di analisi politico-economico-sociale dei fenomeni calcistici.[2]

Con Chiarelettere ha pubblicato Io so e ho le prove (2014), Io vi accuso (2015), Sacco bancario (2017), saggi-inchiesta in cui sono svelati i segreti, le strategie e gli scandali avvenuti nel sistema bancario italiano, e Salviamoci! (2021), una guida di consigli pratici e di facile applicabilità per resistere all'emergenza economica post-pandemia.

Nel 2017 Io so e ho le prove, giunto alla quinta edizione, è diventato una pièce teatrale adattata,[3][4] diretta ed interpretata dal drammaturgo Giovanni Meola.[5]

Insieme a Darwin Pastorin ha pubblicato per Aliberti Editore Juve-Napoli. Romanzo popolare (2018). Nel 2019 ha pubblicato per Sperling & Kupfer Soldi gratis, una guida esperienziale per lo sviluppo della consapevolezza finanziaria.

Primo libro del suo genere ad essere tradotto e pubblicato all’estero, Io so e ho le prove esce in Francia nell’ottobre 2020 per Editions Herodios con il titolo Le grand scandale bancaire. Traduzione a cura di Beatrice Dunner, prefazione di Jerome Kerviel.

La sua storia è stata raccontata dal regista e sceneggiatore Giovanni Meola nel docu-film La conversione, vincitore del Premio del Pubblico alla XIX edizione del RIFF- Rome Independent Film Festival nella sezione  “National Documentary Competition”.

Da opinionista è ospite di trasmissioni radio e tv sulle reti Rai[6], Mediaset, La7[7] e Sky

È infine autore di un blog su Il Fatto Quotidiano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Imperatore Consulting, su imperatoreconsulting.eu.
  2. ^ SpaccaNapoli, su radioamore.it, Radio Amore. URL consultato il 26 marzo 2020.
  3. ^ "Io so e ho le prove. Le confessioni di ex manager bancario" al Teatro Nuovo di Napoli dal 3 al 5 marzo, su napoli.repubblica.it, La Repubblica. URL consultato il 26 marzo 2020.
  4. ^ Irene Bonadies, "Io so e ho le prove", in scena la trasposizione teatrale firmata Meola., su imperatoreconsulting.eu. URL consultato il 26 marzo 2020.
  5. ^ Bio-bibliografica di Giovanni Meola, su bibliocamorra.altervista.org. URL consultato il 26 marzo 2020.
  6. ^ Intervista Rai "Tra poco in edicola", su rai.it.
  7. ^ Intervista LA7, su la7.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La conversione, Giovanni Meola, Virus Film e Amira 3, 2020
Controllo di autoritàVIAF (EN311776354 · LCCN (ENno2014148331 · WorldCat Identities (ENlccn-no2014148331
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie