Villaggio operaio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il villaggio operaio è un insediamento di natura industriale, nato come risposta alle esigenze di conciliare casa e lavoro in un unico centro abitato, che fosse funzionale tanto agli interessi dell'imprenditore quanto a quelli dell'operaio. A seconda delle idee che stanno alla loro base: paternalismo industriale (Silvio Crespi, Napoleone Leumann), socialismo utopico (Robert Owen) vengono definiti i rapporti di forza all'interno del villaggio e conseguentemente quanto gli interessi di un gruppo prevalgano su quelli dell'altro. Sono sorti tipicamente tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo.

Esempi di villaggio operaio[modifica | modifica wikitesto]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Conservati nelle forme originali[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

In Francia[modifica | modifica wikitesto]

In Germania[modifica | modifica wikitesto]

Nel Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]