Villa Mirabello (Varese)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villa Mirabello
Villa Mirabello.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàVarese
IndirizzoPiazza della Motta, 4
Coordinate45°48′56.74″N 8°49′22.48″E / 45.81576°N 8.82291°E45.81576; 8.82291
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVIII secolo
UsoMusei Civici di Varese
Realizzazione
ProprietarioComune di Varese
Committentemarchesi Litta Modignani

Villa Mirabello è una villa situata a Varese, all'interno del complesso dei giardini del Palazzo Estense.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La più antica attestazione di una dimora signorile in località Mirabello è del 1725, anno in cui Girolamo di Colloredo-Waldsee fu ospite dei proprietari di allora - la famiglia Gorla.[1]

Successivamente, la dimora passò dapprima nelle mani del Conte Gaetano Stampa di Soncino e, in seguito, in quelle della famiglia Taccioli (1838), la quale commissionò all'architetto Clericetti un importante intervento di ristrutturazioni.[1] A Luigi Taccioli si deve, nel 1839, la costruzione di una scuderia. I lavori del Clericetti, comprensivi del rifacimento della cappella gentilizia, durarono fino al 1840 e conferirono alla villa un aspetto di dimora inglese con, in adiacenza, una serie di serre.[1] Gli interventi comportarono inoltre la realizzazione di una torretta.[2]

Dopo essere passata ai marchesi Litta Modignani,[1] dal 1948 (o 1949[1]) la villa è proprietà dell'amministrazione comunale e oggi ospita il Museo civico archeologico e la Sezione Risorgimentale dei Musei Civici di Varese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Langè, p. 334.
  2. ^ Langè, pp. 334-335.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Santino Langè, Ville delle province di Como, Sondrio e Varese, a cura di Pier Fausto Bagatti Valsecchi, Vol. Lombardia 2, Milano, Edizioni SISAR, 1968.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]