Villa Erba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Villa Erba
Villa Erba 004.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàCernobbio
IndirizzoVia Regina 2b
Coordinate45°50′17.09″N 9°04′37.88″E / 45.83808°N 9.07719°E45.83808; 9.07719
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1894 - 1898
Stileneorinascimentale
Realizzazione
ArchitettoGiovan Battista Borsani, Angelo Savoldi

Villa Erba di Cernobbio è una delle più importanti ville del Lago di Como. Fu costruita fra il 1894 e il 1898,[1][2] su progetto degli architetti Angelo Savoldi e Giovan Battista Borsani[3].[1] Committente fu Luigi Erba, fratello ed erede di Carlo, uno dei maggiori industriali farmaceutici dell'epoca.[4][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Veduta dell'Atrio e dello Scalone (1904)
Camera da letto del Signore (1904)

Dal monastero femminile alla costruzione di Villa Erba[modifica | modifica wikitesto]

Villa Erba si trova nell'area che un tempo ospitava un monastero femminile,[5] dedicato a Santa Maria, edificato sul finire dell'XI secolo e soppresso nel 1784[5].

Nel 1816 l'area fu acquistata dal generale napoleonico Pino,[5] il quale trasformò la proprietà in un parco e ristrutturò l'ex-monastero in una sontuosa villa[5] ove poter trascorrere gli ultimi anni della propria vita. Questa villa, rinominata Villa Nuova (oggi Villa Gastel-Visconti[5][6]), passò successivamente nelle mani della nobildonna milanese Vittoria Cima della Scala.

La famiglia dei coniugi Brivio-Erba era solita trascorrere periodi di villeggiatura in locali di affitto nei pressi di Cernobbio. A questa famiglia, nel 1882 si presentò l'occasione di acquistare la vasta tenuta della Scala,[5] nel cui parco erano presenti alcuni edifici fra i quali una costruzione di grandi dimensioni senza prospetto sul lago, una casetta di piccole dimensioni sulla riva del lago e abitazione prediletta della nobildonna, alcuni rustici e l'abitazione del portinaio. Una volta entrata in possesso dell'intera proprietà, la famiglia Erba diede incarico agli architetti Angelo Savoldi e Giovanni Battista Borsani di studiare il progetto per la costruzione, nei pressi della riva del lago, di una nuova e sontuosa villa di rappresentanza.[5] Il nuovo edificio, le cui decorazioni interne furono affidate al professor Angelo Lorenzoli, andò a costituire quella che oggi è conosciuta come Villa Erba.

Vicende del complesso fino ai giorni nostri[modifica | modifica wikitesto]

La proprietà passò poi in eredità alla figlia dei committenti della nuova villa, Carla Erba,[7] la quale sposò a Cernobbio il duca Giuseppe Visconti di Modrone[7]. Nei mesi estivi, la tenuta vide la presenza del figlio di Carla: il regista Luchino Visconti.[5] A Villa Erba, ormai non più di sua proprietà, Luchino Visconti tornò negli ultimi anni e lì ultimò il montaggio del film Ludwig[5].[4]

Nel 1986 l'area di Villa Erba venne acquistata da un consorzio pubblico, il quale vi realizzò un complesso espositivo congressuale.[8] Il progetto dei padiglioni espositivi è di Mario Bellini.[5]

Negli anni '90 fu sede ufficiale del calciomercato italiano.

Nel 2005, alcune delle stanze da letto furono completamente restaurate.[7]

Durante la pandemia di COVID 19, fino ad agosto 2021 l'area di Villa Erba servì come uno degli hub vaccinali della provincia di Como.[9]

La villa come set cinematografico e sede di rassegne[modifica | modifica wikitesto]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Villa Erba, che si estende su due piani, è una struttura in stile manierista alessiano.[1][12] L'edificio si sviluppa su pianta quadrata, con ampie scalinate digradanti verso il lago, un portico di ingresso e una grande torretta panoramica, tipica di questo periodo, che unisce la parte nobile della villa all'ala destinata al personale di servizio.[1] Le decorazioni interne ed esterne furono eseguite da Angelo Lorenzoli e gli affreschi da Ernesto Fontana.[2]

Internamente, oltre alla grande sala ricevimenti, spicca un insolito bagno-doccia, dotato di sei rubinetti e due campanelli di servizio.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Belloni et al., p. 176.
  2. ^ a b Villa Erba, Cernobbio, su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 3 novembre 2015.
  3. ^ a b Touring club italiano, Le province di Como e Lecco: il Lario, le ville, i parchi, Bellagio, Menaggio, Varenna, Touring Editore, 2003, p. 150, ISBN 978-88-365-2919-3. URL consultato il 18 dicembre 2021.
  4. ^ a b Alberto Longatti e Roberta Peverelli, Lario Romantico, Como, Nuoveparole, 2006, p. 100.
  5. ^ a b c d e f g h i j Trabella, cap. 9.
  6. ^ Villa Gastel Visconti, su lombardiabeniculturali.it.
  7. ^ a b c Bartolini, p. 126.
  8. ^ Chi Siamo, su villaerba.it. URL consultato il 16 ottobre 2020.
  9. ^ VIDEO Vaccino, Moratti in visita al Sant'Anna conferma: "Hub Villa Erba chiuderà il 15 agosto. Troveremo altri punti", su ComoZero, 27 maggio 2021. URL consultato il 28 maggio 2021.
  10. ^ lakecomoville, Villa Erba nel film La partita - La difesa d Lužin, su Lake Como Ville, 16 novembre 2016. URL consultato il 23 febbraio 2022.
  11. ^ a b c d e Villa Erba - A PRESTIGIOUS SET ON LAKE COMO, su villaerba.it. URL consultato il 23 febbraio 2022.
  12. ^ Il fascino segreto di Villa Erba, su chiave-di-volta. URL consultato il 16 aprile 2021.
  13. ^ Bartolini, p. 127.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]