Vilém Flusser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vilém Flusser (Praga, 12 maggio 1920Praga, 27 novembre 1991) è stato un filosofo, scrittore e giornalista ceco naturalizzato brasiliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Flusser nacque nel 1920 a Praga in una famiglia di intellettuali di origine ebraica. Il padre, Gustav Flusser, studiò matematica e fisica, fra l'altro con Albert Einstein.

Ha vissuto per un lungo periodo a San Paolo (dove ha preso la cittadinanza brasiliana) e in seguito in Francia. Ha scritto in diverse lingue, tra l'altro in tedesco, francese e portoghese.

I suoi primi lavori sono segnati da una ridiscussione del pensiero di Martin Heidegger, dall'influenza dell'esistenzialismo e della fenomenologia. Questa corrente di pensiero giocò un ruolo più importante nella seconda fase della sua ricerca, nella quale rivolse la sua attenzione alla filosofia della comunicazione e della produzione artistica. Ha contribuito all'elaborazione del concetto di dicotomia storica: il periodo della venerazione dell'immagine e il periodo della venerazione del testo, con le rispettive deviazioni verso l'idolatria e la "testolatria".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49267689 · ISNI (EN0000 0001 2131 9692 · LCCN (ENn83172658 · GND (DE119200716 · BNF (FRcb12174071j (data) · ULAN (EN500230660 · NDL (ENJA00513245 · WorldCat Identities (ENlccn-n83172658