Viktor Kingissepp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Viktor Kingissepp

Viktor Kingissepp (in russo: Виктор Эдуардович Кингисепп?, traslitterato: Viktor Ėduardovič Kingisepp; Salme, 24 marzo 1888[1]Tallinn, 4 maggio 1922) è stato un politico e rivoluzionario estone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attivo nel movimento rivoluzionario dal 1905, operò tra Pietroburgo e Tallinn e fu tra gli organizzatori del bolscevismo in Estonia. Nel 1917 divenne vicepresidente del comitato militare-rivoluzionario estone. Dal marzo 1918 lavorò anche a Russia e venne eletto nel Comitato esecutivo centrale panrusso. A novembre dello stesso anno assunse la guida del Partito Comunista dell'Estonia. Il 3 maggio venne arrestato dalla polizia politica estone e fu giustiziato la notte stessa a Tallinn.[2]

In suo onore le autorità sovietiche rinominaromo la località russa di Jamburg, che ancora oggi si chiama Kingisepp, mentre la città di Kuressaare a Saaremaa (l'isola natale di Kingisepp) ebbe la denominazione di Kingissepa dal 1952 al 1988.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kingisepp Viktor Ėduardovič, in A. M. Prochorov (a cura di), Bol'šaja Sovetskaja Ėnciklopedija, vol. 12, 3ª ed., Mosca, Sovetskaja Ėnciklopedija, 1973, p. 115.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN8187804 · ISNI (EN0000 0000 2606 0037 · LCCN (ENn88070348 · GND (DE118978500