Vik Muniz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vicente José de Oliveira Muniz

Vicente José de Oliveira Muniz, conosciuto come Vik Muniz[1] (San Paolo, 20 dicembre 1961), è un artista brasiliano. Sperimenta continuamente metodi e materiali nuovi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di genitori pernambucani, è stato allievo della Fundação Armando Álvares Penteado (FAAP), dove ha frequentato il corso di pubblicità e propaganda.

Le sue opere sono fatte con materiali di scarto come rifiuti, oggetti rotti e ingredienti come zucchero e cioccolato.[2] Nel quadro raffigurante Sigmund Freud ha usato salsa di cioccolato per creare l'immagine. Per le opere Sugar Children[3](Crianças do Açúcar), Muniz ha visitato la piantagione di canna da zucchero di St. Kitts per fotografare i figli degli operai che lavoravano lì. Una volta tornato a New York, ha comprato carta marrone e vari tipi di zucchero e ha copiato i volti dei bambini spargendo lo zucchero sulla carta. Più recentemente ha creato opere in larga scala, come immagini scolpite nella terra (geoglifi) o anche realizzate da enormi pile di immondizia.

All'81°Christmas Book annuale di Neiman Marcus, nel 2007, gli acquirenti hanno potuto ordinare, per $110.000, uno dei ritratti di cioccolato "His & Hers" di Muniz e ricevere, inoltre, una riproduzione fotografica 60 X 48 dell'opera. Muniz ha donato il ricavato al Centro Espacial Rio de Janeiro, un'organizzazione benefica che lavora con l'arte per bambini e adolescenti poveri in Brasile. Secondo Muniz, "I poveri hanno bisogno di soldi. È necessario aiutarli direttamente. Non credo nell'arte politica. Aumentare la consapevolezza: tu hai il giornale per quello."

Muniz ha tenuto una mostra individuale presso l’University of South Florida Contemporary Art Museuma Tampa, in Florida, chiamata "Vik Muniz: Reflex". Questa mostra, ospitata dal Miami Museum of Art, è stata esposta al Seattle Art Museum e al PS1 Contemporary Art Museum di New York. Fino a gennaio 2008, la mostra era al Musée d'Art Contemporain di Montreal, Quebec(Canada). Muniz ha anche pubblicato un libro, Reflex - A Vik Muniz Primer(2005: Aperture Foundation, New York), che contiene una raccolta delle sue opere con relativi commenti.

Il suo lavoro è stato anche presentato in The Hours-Visual Art of Contemporary Latin America(2007), mostra presentata al SydneyMuseum of Contemporary Art, Nuovo Galles del Sud, Australia.

Nel 2010, il documentario "Lixo Extraordinário'' sul lavoro di Vik Muniz con i raccoglitori di rifiuti nella discarica di Jardim Gramacho a Duque de Caxiasè stato premiato al Sundance Film Festival. Al Festival di Berlino, nel 2010, è stato vincitore del Premio del Pubblico (sezione Panorama).

Collezioni importanti[modifica | modifica wikitesto]

Le fotografie di Vik Muniz fanno parte di collezioni e gallerie di San Francisco, Madrid, Parigi, Mosca e Tokyo, nonché di musei come il Tate Modern e il Victoria & Albert Museum di Londra, il Getty Institute di Los Angeles, e MAM, a San Paolo.

L'opera Boom, parte della collezione The Sarzedo Drawings, del 2002, una fotografia di gelatina d'argento, è esposta al Museo di Inhotim, a Brumadinho, Minas Gerais.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pronuncia corretta di Vik Muniz su Right Pronunciation of Important Names.
  2. ^ La visione alternativa di Vik Muniz, su terzoincomodo.it.
  3. ^ Sugar Children, su artribune.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79155194 · ISNI (EN0000 0000 7837 6893 · Europeana agent/base/76912 · LCCN (ENno97071095 · GND (DE121042618 · BNF (FRcb13556736v (data) · ULAN (EN500114657 · WorldCat Identities (ENlccn-no97071095