Vigilanza Aeronautica Militare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vigilanza Aeronautica Militare
Descrizione generale
AttivaDal 1958 al 2004
NazioneItalia
ServizioAeronautica Militare
TipoFanteria
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

Vigilanza Aeronautica Militare, acronimo V.A.M., era un corpo dell'Aeronautica Militare, composto da avieri inquadrati nell'omonima categoria, che prestavano il servizio militare di leva in Italia, i quali, dopo visita di idoneità e verifica a livello fisico (C1) venivano inquadrati nei VAM per le loro doti fisico/psico attitudinali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio Vigilanza Aeronautica Militare nacque nel 1949, con la soppressione della Polizia aeronautica militare (PAM), istituita nel 1945. Ciascun reparto dell'AM provvedeva però autonomamente alla propria sicurezza[1]. La categoria VAM venne istituita il 12 settembre 1958 con lo scopo di formare un corpo specializzato nella vigilanza di tutte le installazioni aeronautiche, nella scorta e nell'espletamento dei servizi d'onore e rappresentanza. Contemporaneamente venne istituita la Scuola Centrale VAM di Viterbo.

Con la riforma dell'organica dell'Aeronautica Militare, conseguente alla sospensione del servizio di leva obbligatorio, è stata soppressa dal 1º gennaio 2005. Da quella data i compiti d'istituto vengono assolti da personale volontario in ferma prefissata (VFP1 e VFP4) appartenenti alla categoria dei militari di truppa, categoria "Supporto Operativo", specialità "Difesa Terrestre".

Questi militari, aggregati in compagnie, si fregiano del basco azzurro del "Supporto Operativo e Difesa Terrestre" e operano anche nelle basi all'estero[2]. Altri fanno parte del Gruppo protezione delle forze[3].

Episodi rilevanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Crisi di Sigonella.

La crisi di Sigonella fu connessa al dirottamento della nave italiana Achille Lauro avvenuto ad opera di terroristi il 7 ottobre 1985. L'episodio fu un complesso caso diplomatico avvenuto a Sigonella il giorno 11 ottobre 1985: la VAM ebbe l'ordine di circondare l'aereo egiziano ed un reparto della Delta Force statunitense circondò a sua volta i giovanissimi militari della VAM.

"Già solo età e tipo di inquadramento (un coscritto contro un reparto altamente specializzato) è un punto d’orgoglio: quella notte i VAM tennero la posizione"[4]. Successivamente, giunsero i carabinieri e strinsero la Delta force in un terzo anello, il che fu decisivo perché gli statunitensi desistessero dall'intento. “Sarebbe bastato che gli americani avessero tentato di prelevare con la forza i terroristi dall’aereo e che avessero travolto i nostri VAM: avrebbero risposto e poi sarebbero intervenuti i carabinieri che avrebbero sparato” ricordò Francesco Cossiga[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]