Viddalba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Viddalba
comune
(IT) Viddàlba
(SDN) Viddaècchja
Viddalba – Stemma
Viddalba – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Sassari-Stemma.svg Sassari
Amministrazione
SindacoVittorio Ara (lista civica) dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate40°55′02″N 8°53′41″E / 40.917222°N 8.894722°E40.917222; 8.894722 (Viddalba)Coordinate: 40°55′02″N 8°53′41″E / 40.917222°N 8.894722°E40.917222; 8.894722 (Viddalba)
Altitudine22 m s.l.m.
Superficie50,41 km²
Abitanti1 724[1] (30-11-2014)
Densità34,2 ab./km²
FrazioniGiagazzu, Giùncana, L'Avru, Li Reni, Tungoni
Comuni confinantiAggius, Badesi, Bortigiadas, Santa Maria Coghinas, Trinità d'Agultu e Vignola, Valledoria
Altre informazioni
Cod. postale07030
Prefisso079
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT090082
Cod. catastaleM259
TargaSS
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) viddalbesi
(SDN) viddaecchjesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Viddalba
Viddalba
Viddalba – Mappa
Posizione del comune di Viddalba
nella provincia di Sassari
Sito istituzionale

Viddalba (Viddaècchja in gallurese) è un comune italiano di 1.724 abitanti della provincia di Sassari, in Sardegna. È situato nella regione storica della Gallura.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese sorge a margine della bassa valle del Coghinas, sull’estremo confine occidentale della Gallura. Non mancano importanti testimonianze dei vari periodi storici: domus de janas, nuraghi, un villaggio nuragico, un insediamento abitativo, una necropoli e un ponte di età romana oltre agli importanti manufatti ceramici, vitrei ed oggetti preziosi custoditi nel Civico Museo archeologico. Di età medievale è la chiesa romanica di San Giovanni Evangelista il cui antico simulacro si conserva nella vicina chiesa di San Leonardo in quanto l’antica chiesa romanica ando’ in rovina. Oggi questo luogo di culto è stato integralmente ricostruito ex novo. Vi si celebra la festa di san Giovanni Battista (1100).

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa romanica di San Giovanni
Chiesa romanica di San Giovanni

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Lingua e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Il dialetto parlato a Viddalba è il gallurese.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT[3] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 35 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania 20 1,17%

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Le frazioni che questo comune comprende sono: Giagazzu, Giùncana, L'Avru, Li Reni e Tungoni (116 ab.).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Le attività produttive attuali sono legate particolarmente a quelle agricole, edili (che negli ultimi tempi stanno assumendo grande importanza stante il divieto di edificazione in prossimità della costa) e artigianali come la produzione di manufatti tessili, in ferro battuto e pietra scolpita.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 16 aprile 2000 Piera Schirra lista civica Sindaco [4]
16 aprile 2000 8 maggio 2005 Agostino Mario Ara lista civica Sindaco [5]
8 maggio 2005 30 maggio 2010 Agostino Mario Ara lista civica Sindaco [6]
30 maggio 2010 31 maggio 2015 Vittorio Ara lista civica "Per Viddalba" Sindaco [7]
31 maggio 2015 - Vittorio Ara lista civica "Per Viddalba" Sindaco [8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2014.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Statistiche demografiche ISTAT
  4. ^ Comunali 23/04/1995, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  5. ^ Comunali 16/04/2000, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  6. ^ Comunali 08/05/2005, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  7. ^ Comunali 30/05/2010, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  8. ^ Comunali 31/05/2015, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna