Victor McLaglen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Victor McLaglen nel film I demoni del mare (1937)
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior attore 1936

Victor McLaglen, all'anagrafe Victor Andrew de Bier Everleigh McLaglen (Tunbridge Wells, 10 dicembre 1886Newport Beach, 7 novembre 1959), è stato un attore britannico naturalizzato statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Victor McLaglen nel film Rio Bravo con Maureen O'Hara e John Wayne

Figlio di un reverendo protestante, ultimo di otto figli, partecipò alla Prima guerra mondiale. Conclusosi il conflitto, si trasferì in Canada, dove si unì ad un circo lavorando come cow-boy cavallerizzo. Questa esperienza lo portò a girare il mondo, visitando gli Stati Uniti, l'Australia ed il Sudafrica.

Appassionato pugilatore, intraprese la carriera professionistica, interrompendola nel 1920 per partecipare alle riprese cinematografiche di The Call of the Road, film muto britannico.

Nel 1924 si trasferì negli Stati Uniti, dove si affermò prevalentemente come attore caratterista, ma anche in ruoli da protagonista, come nella pellicola bellica Gloria (1926) di Raoul Walsh. La sua parlata dal forte accento britannico lo rese famoso e molto ricercato all'avvento del sonoro da registi quali John Ford, che gli offrì il ruolo principale nei film La pattuglia sperduta (1934) e Il traditore (1935), per la cui interpretazione vinse il Premio Oscar al miglior attore protagonista.

Nel dopoguerra, McLaglen continuò con successo la sua carriera sul grande schermo, interpretando i più svariati personaggi. John Ford lo volle nei tre film che compongono la cosiddetta "trilogia della Cavalleria", Il massacro di Fort Apache (1948), I cavalieri del Nord Ovest (1949) e Rio Bravo (1950). Successivamente Ford diresse McLaglen in Un uomo tranquillo, grazie al quale l'attore ottenne una nomination all'Oscar quale miglior attore non protagonista.

Nel 1959 morì nella sua casa californiana, a causa di un infarto. Venne cremato e le sue ceneri vennero poste in una celletta del Forest Lawn Memorial Park di Glendale, situata vicina a quella contenente le ceneri di Humphrey Bogart[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Besesti in Rio Bravo, I briganti, Sangue all'alba, La superba creola, Il traditore dei mari, Lady Godiva, La maschera del deserto, Principe coraggioso, Il ribelle di Giava, Un uomo tranquillo
  • Gaetano Verna in Il massacro di Fort Apache, I cavalieri del Nord Ovest, Gunga Din
  • Camillo Pilotto in Il traditore, Una gabbia di matti
  • Olinto Cristina in Il tiranno di Glen
  • Carlo Romano in Un napoletano nel Far West

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Humphrey Bogart (1899 - 1957) - Find A Grave Photos, su www.findagrave.com. URL consultato il 30 settembre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Ray Stuart Immortals of the Screen, Bonanza Books, New York 1965

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore Successore
Clark Gable
per Accadde una notte
1936
per Il traditore
Paul Muni
per La vita del dottor Pasteur
Controllo di autoritàVIAF: (EN19866237 · ISNI: (EN0000 0001 1604 3062 · LCCN: (ENn87847822 · GND: (DE141695277 · BNF: (FRcb13897328q (data)