Vico d'Elsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vico d'Elsa
frazione
Vico d'Elsa – Veduta
Panorama di Vico d'Elsa
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
Città metropolitanaProvincia di Firenze-Stemma.svg Firenze
ComuneBarberino Tavarnelle
Territorio
Coordinate43°30′47.44″N 11°05′54.14″E / 43.513179°N 11.098372°E43.513179; 11.098372 (Vico d'Elsa)Coordinate: 43°30′47.44″N 11°05′54.14″E / 43.513179°N 11.098372°E43.513179; 11.098372 (Vico d'Elsa)
Altitudine190 m s.l.m.
Abitanti426 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale50028
Prefisso055
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vico d'Elsa
Vico d'Elsa

Vico d'Elsa è una frazione del comune di Barberino Tavarnelle.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Vico d'Elsa è un agglomerato urbano di origine medievale situato in posizione strategica su una collina che controlla la media Val d'Elsa. Essendo posto nei pressi della via Francigena godette di una notevole importanza nel medioevo.

Tuttora conserva il nucleo originario medievale a forma ellittica, consta di due vie parallele e due piazze poste ai capi opposti dell'abitato. Le due vie si ricongiungono nei presse delle porte del borgo, oggi non più esistenti.

All'epoca della guerra che si combatté tra Firenze e Semifonte nel 1202, Vico d'Elsa fu una delle principali alleate di quest'ultima. Nel castello di Vico si tennero gli incontri diplomatici tra i Semifontesi e gli ambasciatori di San Gimignano per preparare la controffensiva nei confronti dei Fiorentini ma la trattativa naufragò. Caduta Semifonte anche Vico d'Elsa entrò a far parte della Repubblica fiorentina.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Della chiesa esistono notizie fin dal 1329 ma è stata completamente ricostruita nel 1934. All'interno conserva alcune pregevoli opere d'arte.

La chiesa situata all'ingresso del borgo è stata trasformata in rimessa di una vicina fattoria.

  • Cappella di San Michele

La cappella è di proprietà della famiglia Guicciardini ed è un tipico esempio di cappella rinascimentale. La cappella presenta un'unica navata priva di elementi decorativi. Sopra il portone d'ingresso c'è un stemma gentilizio.

  • Chiesa di San Bernardo

Si tratta di una costruzione gotica di notevole interesse architettonico ed è in piazza Torrigiani.

Antica villa cinque-settecentesca, già importante centro di attività agricole

Villa ai margini del borgo, circondata da un parco, realizzata tra il 1890 e il 1896 e affrescata da Galileo Chini.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Firenze e la sua provincia, di Ettore Camesasca , edito da Rizzoli, 1982
  • La Toscana e i suoi comuni: storia, territorio, popolazione, stemmi e gonfaloni delle libere comunità toscane di Franco Franceschi, Sergio Raveggi, Gian Piero Pagnini, Giampiero Gabelli, Moreno Mugelli, Pubblicato a cura della Regione Toscana, 1995 ISBN 8831759728

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]