Viaggio al centro della Luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viaggio al centro della Luna
Titolo originale Voyage au cœur de la Lune
Sviluppo Kheops Studio
Pubblicazione Flags of Canada and the United States.svg DreamCatcher Interactive
Europa The Adventure Company
Data di pubblicazione Flags of Canada and the United States.svg 18 agosto 2005
Flag of Europe.svg 3 marzo 2006
Paesi Bassi 16 agosto 2005
Genere Avventura grafica, Rompicapo
Tema Fantascienza, Romanzo
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows
Supporto CD-ROM doppio
Requisiti di sistema Windows 98/Me/2000/XP/Vista, CPU 800 MHz Pentium III, RAM 64 MB, Scheda video compatibile con DirectX 9, Scheda audio compatibile con DirectX 9, HD 1,4 GB, Lettore CD/DVD-ROM
Fascia di età ESRB: T
PEGI: 3
Periferiche di input Mouse

Viaggio al centro della Luna è un videogioco d'avventura punta e clicca con grafica pre-caricata, sviluppato da Kheops Studio e pubblicato da The Adventure Company per il PC nel 2005. La storia del gioco si concentra sul viaggio di un avventuriero francese verso la Luna nel XIX secolo, e sull'antica civiltà lunare che successivamente scopre.

Viaggio al centro della Luna è ispirato vagamente ai romanzi Dalla Terra alla Luna e Intorno alla Luna dello scrittore di fantascienza Jules Verne, e a I primi uomini sulla Luna di H. G. Wells. Le reazioni dei critici al gioco sono state varie. In particolare, alcuni lo hanno elogiato per l'immersione del giocatore nel look e nel tatto del XIX secolo; altri lo hanno criticato principalmente per la grafica datata e per le texture monotone[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michel Ardan, noto avventuriero francese, si risveglia dopo aver perso conoscenza in quella che in seguito scoprirà essere la palla di cannone diretta verso la Luna. Assieme a lui, viaggiano anche Barbicane, presidente del Gun Club, e il capitano Nicholl, un celebre ingegnere.

Ardan si ricorda che Barbicane aveva intenzione di costruire una gigantesca palla di cannone che raggiungesse una meta incredibilmente lontana, la Luna. Nicholl, invece, sosteneva che l'idea fosse irrealizzabile, e il presidente, furioso, lo sfidò a duello. Ardan, il quale si era proposto per viaggiare nella palla di cannone, li riconcilia e li invita a partecipare con lui alla spedizione. L'avventuriero capisce che sta già viaggiando nello spazio e che a seguito dell'esplosione causata al lancio hanno tutti perso conoscenza e, credendo di essere stato il primo a riprendersi, intende svegliare gli altri. Si accorge però che sia Barbicane che Nicholl sono morti: il primo ucciso da un colpo d'arma da fuoco, il secondo avvelenato. Ardan indaga (ciò accade a seconda delle scelte del giocatore, se risolvere il mistero in quel preciso momento o più tardi) e scopre che Barbicane e Nicholl si sono svegliati prima di lui, e hanno scoperto che le riserve di ossigeno non sarebbero bastate per tutti e tre, per questo, hanno deciso di sacrificarsi per permettere ad Ardan di portare a termine la missione.

Ad un certo punto, però, Ardan manca la Luna e si ritrova dietro la faccia nascosta della Luna, verso la deriva nello spazio. Fortunatamente per lui, l'esplosione di un bolide modifica la traiettoria della palla di cannone, dandogli la possibilità di atterrare sul satellite. Tuttavia è costretto a liberarsi di molti oggetti che potrebbero appesantire la palla di cannone durante l'atterraggio, fra cui i cadaveri dei suoi amici; l'atterraggio riesce senza problemi, ma quando Ardan apre l'oblò posteriore per uscire, è costretto a richiuderlo, dato che la Luna è priva di atmosfera. L'avventuriero si rifiuta di credere ciò, ma la fortuna è ancora dalla sua parte, perché l'aria, solidificatasi in "neve blu", si scioglie alla luce del Sole e gli dà la possibilità di esplorare liberamente la Luna. Rimane affascinato dal paesaggio che lo circonda, scopre dei nuovi ideogrammi (disegni che possono significare qualcosa, per esempio le onde del mare corrispondono ad acqua) e incontra sulla sua strada i seleniti, gli abitanti della Luna, ma a prima vista ad Ardan sembrano esseri selvaggi, forse prima intelligenti, dato che sono stati capaci di costruire una necropoli, scolpire nella pietra ecc...Ritrova inoltre la lastra protettiva che ricopriva l'oblò posteriore della palla di cannone, e capisce che molto probabilmente troverà gli altri oggetti gettati dal mezzo prima di atterrare. Nella necropoli, scopre con sua meraviglia che i seleniti adoravano la Terra e aspettavano la morte dopo averla vista, inoltre, scopre una tomba in cui sono presenti ossa umane. Uscito, si Michel trova un ascensore che porta nelle profondità lunari, e ad aspettarlo trova dei seleniti che lo conducono in una specie di ufficio, da un altro selenita più importante, capace di capire e parlare la lingua del protagonista. Da egli apprende che lo stanno spiando da quando è arrivato, per mezzo di un insetto spia, che la civiltà lunare viaggiava anche sulla Terra ed insegnò molto agli umani (ma loro dimenticarono chi li aveva aiutati) e dopo qualche tempo si stancarono di questi viaggi e molte altre cose. Inoltre, gli darà dei consigli per lasciare la Luna e il libero accesso ai vari piani disponibili (quando avrà il livello di intelligenza limite per avere chiavi di livello 1, 2 e 3).

Ardan può contare anche sull'aiuto di altri seleniti, ma è necessario che riesca a parlare e comprendere la loro lingua. Dal selenita capisce che gli umani che venivano sulla Luna potevano parlare con loro attraverso un flauto speciale e capire cosa dicevano attraverso una conchiglia di Belbaab. L'avventuriero trova gli oggetti necessari per poter conversare con gli altri esseri lunari e dell'insetto spia che lo segue, i quali lo aiutano. Ardan ritrova anche un vecchio apparecchio che rimette in funzione e lo usa per comunicare sulla Terra, nel caso gli servisse qualcosa (massimo fino a due oggetti) per il ritorno.

Alla fine, Ardan piazza degli esplosivi della camera di lancio, mette la lastra protettiva all'oblò, prepara i retrorazzi e possiede del potassio e dell'ossigeno per il ritorno. Riesce a lasciare la Terra, ed i seleniti intendono prendere provvedimenti per evitare viaggi interspaziali. 97 ore dopo, Michel Ardan precipita nel Pacifico ove incontra il Capitano Nemo sull'Isola Misteriosa. "Ardan tornerà sulla Luna con il Capitano Nemo? I seleniti prenderanno provvedimenti?" così si conclude l'avventura.

Differenze con i romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Barbicane e Nicholl muoiono prima dell'inizio del gioco. Nel romanzo no.
  • Non ci sono i due cani del libro, Diana e Satellite, e invece del gruppo di galline c'è solo un gallo.
  • Al contrario del romanzo, quando il proiettile raggiunge il punto neutro tra la gravità della Terra e della Luna, nel videogame si verifica una fuga di potassa caustica liquida dal serbatoio.
  • In entrambi il proiettile viene deviato e passa dietro la Luna, ma mentre quello del libro entra in orbita finché i personaggi non usano dei razzi per farla cadere sulla Terra, quello del videogioco precipita su di essa, lungo il confine tra la faccia visibile e quella invisibile.
  • Nel romanzo poi i proiettile cade a pochi metri dalla nave Susquehanna, e quindi quasi subito recuperato, mentre nel gioco non viene avvistato, cosicché le correnti lo trascinano sull'isola misteriosa, altra creazione di Jules Verne, dove incontra il Capitano Nemo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ gamezone.com, Voyage: Inspired by Jules Verne, 2006. URL consultato il 29 maggio 2007 (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2007).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]