Viaggio nel tempo nella fantascienza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Viaggiatore temporale)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Macchina del tempo" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Macchina del tempo (disambigua).
Una "macchina del tempo" nell'allestimento del Museo di storia di Valencia.

Il viaggio nel tempo è un tema tipico della fantascienza, tanto che alcuni lo considerano un vero e proprio sottogenere, ma è presente anche nel fantasy e nei racconti fantastici.

Un meccanismo narrativo spesso utilizzato nella fantascienza e in molti film o serie televisive è quello di portare un personaggio in un particolare tempo a cui non appartiene, ed esplorare le possibili ramificazioni dell'interazione del personaggio con le persone e la tecnologia dell'epoca (una derivazione del campagnolo che va nella grande città, o viceversa). Questo espediente narrativo si è evoluto per esplorare le idee di cambiamento e le reazioni ad esso, ed anche per esplorare le idee di universi paralleli o ucronia dove alcuni piccoli eventi avvengono, o non avvengono, ma causano massicci cambiamenti nel futuro (a causa dell'effetto farfalla).

Tra le macchine del tempo più famose della fantascienza vi sono l'auto sportiva DeLorean della trilogia cinematografica di Ritorno al futuro e il TARDIS della longeva serie televisiva britannica Doctor Who ma anzitutto, come dice il titolo, La macchina del tempo del romanzo di H. G. Wells del 1895.

Il concetto di viaggio nel tempo applicato alla letteratura ed alla sceneggiatura consente di sviluppare trame particolarmente elaborate ed avvincenti, con elementi ricorsivi, possibilità di analizzare evoluzioni parallele di un evento, colpi di scena estremi, come la riapparizione di personaggi scomparsi.

Il viaggio oltre che nel tempo a volte può svolgersi anche nello spazio e può avvenire con vari mezzi, tra cui:

  • Apposite macchine del tempo
  • Rotazione ad elevata Velocità (come ad esempio visto in Superman II)
  • Ponte di Einstein-Rosen (chiamato anche wormhole, cunicolo spazio-temporale, "tunnel spaziale" o altro)
  • Passaggio nel campo gravitazionale di corpi celesti
  • Eventi non meglio precisati legati a fenomeni associati ad energia (fulmini ecc.)
  • Captazione di onde sonore e visive tramite visori cronologici (cronovisore)
  • Sogno (soprattutto nel fantasy e nelle opere precedenti la vera e propria fantascienza)
  • Varchi spazio-temporali o "portali" non meglio specificati

In genere i personaggi viaggiano deliberatamente nel tempo, altrimenti possono essere trasferiti inconsapevolmente, creando situazioni di crisi da risolvere. In altre opere si ha il contatto con l'altra epoca/luogo, unidirezionale o bidirezionale, senza spostamento fisico dei protagonisti.

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Statua di Rip van Winkle a Irvington (New York)
Il signore e la signora Fezziwig danzano in una visione di Scrooge del Natale passato, illustrazione del Canto di Natale di Charles Dickens
Frontespizio del romanzo Un americano alla corte di re Artù di Mark Twain, 1889

Elenco (non esaustivo) di opere che hanno per tema il viaggio nello spaziotempo (in ordine cronologico di prima pubblicazione; nelle opere tradotte da altre lingue segue la prima edizione italiana).

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Film sui viaggi nel tempo
La locomotiva-macchina del tempo del film Ritorno al futuro - Parte III (1990)

Elenco (non esaustivo) di film sull'argomento (in ordine cronologico):

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Il TARDIS, macchina del tempo utilizzata dal protagonista della serie TV Doctor Who

(in ordine cronologico)

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), The Time Travelers, in Fantafilm. URL consultato il 4 settembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Giovannoli, La scienza della fantascienza, Bompiani, Milano, 1991, cap. VI-VII.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

fantascienza Portale Fantascienza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantascienza