Viaggi apostolici di papa Francesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Papa Francesco.

Paesi visitati da papa Francesco

In questa voce sono elencati i viaggi apostolici e le visite pastorali di papa Francesco, 266º papa della Chiesa cattolica ed 8º sovrano dello Stato della Città del Vaticano.

Essi sono così chiamati in quanto il papa è il successore dell'apostolo Pietro; agli effetti del diritto internazionale sono viaggi di cortesia diplomatici tra capi di Stato o rappresentanze locali dello Stato ospitante opportunamente delegate.

I viaggi apostolici all'estero, come anche quelli in Italia, sono elencati in ordine di data.

I viaggi compiuti all'interno della diocesi di Roma rientrano nella definizione tradizionale di visite pastorali, poiché di essa il papa è il vescovo.

Viaggi apostolici al di fuori dell'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Brasile (22 - 29 luglio 2013)[modifica | modifica wikitesto]

Papa Francesco durante la Giornata mondiale della gioventù 2013
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Giornata mondiale della gioventù 2013.

Il Papa si è recato, dal 22 luglio al 29 luglio 2013 a Rio de Janeiro per celebrare la XXVIII Giornata mondiale della gioventù. Dopo una visita di cortesia al presidente della Repubblica Dilma Rousseff nel Palazzo Guanabara e un giorno di riposo ha visitato il Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida e l'ospedale di San Francesco d'Assisi. Il 25 luglio ha ricevuto le chiavi della città di Rio de Janeiro e ha benedetto le bandiere olimpiche; successivamente si è recato presso la favela di Varginha per incontrarne i residenti. Il 26 luglio ha celebrato la Via Crucis e sabato 27 luglio la veglia alla grande spiaggia di Copacabana. Il 28 luglio papa Francesco ha celebrato la messa di chiusura a Copacabana prima di ripartire per Roma, alla presenza di circa tre milioni di fedeli.[1] Alla fine della cerimonia ha annunciato che la prossima Giornata mondiale della gioventù si terrà a Cracovia, in Polonia, nell'estate del 2016.

Terra Santa (24 - 26 maggio 2014)[modifica | modifica wikitesto]

Papa Francesco al Muro del Pianto
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Pellegrinaggio apostolico di Francesco in Terra Santa 2014.

Nel corso del suo pellegrinaggio il Papa ha visitato Amman in Giordania, Betlemme in Palestina e Gerusalemme in Israele[2]. Nella città santa per le tre religioni abramitiche è avvenuto un incontro ecumenico con il Patriarca ecumenico Bartolomeo I e il Patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III, come da lui annunciato nell'Angelus del 5 gennaio 2014[3].

Corea del Sud (13 - 18 agosto 2014)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Corea del Sud 2014.

Primo viaggio apostolico in Asia in occasione della Sesta Giornata della Gioventù Asiatica che si svolge nella diocesi di Daejeon in Corea del Sud.[4] Il Papa ha, inoltre, beatificato 124 martiri coreani ed ha celebrato una messa per la pace nella Cattedrale di Seul.

Albania (21 settembre 2014)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Albania 2014.

Il Papa si è recato a Tirana il 21 settembre[5], primo viaggio apostolico in Europa, come da lui stesso annunciato nel corso della preghiera dell'Angelus del 15 giugno 2014[6]: "Con questo breve viaggio desidero confermare nella fede la Chiesa albanese e testimoniare il mio incoraggiamento a una terra che ha sofferto a lungo in conseguenza delle ideologie del passato".

Turchia (28 - 30 novembre 2014)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Turchia 2014.

Su invito del Patriarcato Ecumenico e del Presidente della Repubblica, papa Francesco si è recato in Turchia dal 28 al 30 novembre.

Sri Lanka e Filippine (12 - 19 gennaio 2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Sri Lanka e nelle Filippine 2015.
Papa Francesco con l'impermeabile nelle Filippine
Papa Francesco al Congresso degli Stati Uniti d'America

Viaggio apostolico dal 12 al 19 gennaio 2015 in occasione della canonizzazione del beato Giuseppe Vaz.

Bosnia ed Erzegovina (6 giugno 2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Bosnia ed Erzegovina 2015.

Il Papa, come annunciato nell'Angelus del 1º febbraio, si è recato nella capitale della Bosnia ed Erzegovina.[7]

Ecuador, Bolivia e Paraguay (6 - 12 luglio 2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Ecuador, Bolivia e Paraguay 2015.

Il Papa è stato in Ecuador dal 6 all'8 luglio 2015, dall'8 al 10 luglio ha visitato la Bolivia, mentre tra il 10 e il 12 luglio ha compiuto la visita in Paraguay, dove ha visitato la Cattedrale di Nuestra Señora de los Milagros a Caacupé[8]. La previsione del viaggio è stata confermata dallo stesso pontefice[9], mentre le date sono state indicate in una dichiarazione del direttore della Sala stampa della Santa Sede del 16 aprile 2015[10].

Cuba e Stati Uniti d'America (19 - 27 settembre 2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco a Cuba e negli Stati Uniti d'America 2015.

Prima di raggiungere gli Stati Uniti il pontefice ha deciso di inserire una tappa nell'isola di Cuba dopo la ripresa delle relazioni diplomatiche tra i due paesi. Negli Stati Uniti ha visitato New York, Washington e Filadelfia dove ha presieduto la celebrazione dell'Incontro mondiale delle famiglie dal 22 al 27 settembre 2015. Con l'occasione Papa Francesco ha raggiunto anche la capitale e ha parlato all'ONU.

Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana (25 - 30 novembre 2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana 2015.

Il Papa ha visitato il Kenya dal 25 al 27 novembre, l'Uganda dal 27 al 29 novembre e la Repubblica Centrafricana dal 29 al 30 novembre,[11] durante la quale ha aperto la porta santa della cattedrale di Bangui, nell'ambito del Giubileo straordinario della misericordia.[12] La celebrazione del cinquantenario della canonizzazione dei Martiri Ugandesi è stata posticipata appositamente in attesa della visita di papa Francesco.[13]

Messico (12 - 18 febbraio 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Messico 2016.
Il Papa con il presidente messicano Enrique Peña Nieto

Il 12 febbraio il Papa, prima di giungere in Messico, ha fatto scalo a Cuba, dove ha incontrato il patriarca ortodosso di Mosca Cirillo presso l'Aeroporto di L'Avana[14].

Grecia (16 aprile 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Grecia 2016.

Papa Francesco si è recato il 16 aprile nell'isola di Lesbo, insieme al patriarca ecumenico Bartolomeo I e all'arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia Hieronimos II, per incontrare i profughi e i rifugiati lì ospitati[15].

Armenia (24 - 26 giugno 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Viaggio apostolico di Francesco in Armenia 2016.

Dal 24 al 26 giugno papa Francesco si è recato in Armenia, come prima tappa del suo viaggio apostolico nel Caucaso[16][17][18]; sono stati tre giorni dal forte valore ecumenico, poiché il papa è stato ospite del catholicos Karekin II nella Santa Sede di Echmiadzin e con lui ha condiviso tutti i momenti salienti del viaggio.

Polonia (27 - 31 luglio 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Papa Francesco in preghiera nel campo di concentramento di Auschwitz
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Giornata mondiale della gioventù 2016.

Il Papa si è recato a Cracovia per la XXXI Giornata Mondiale della Gioventù dal 27 al 31 luglio 2016, visitando nell'occasione anche i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau.[19]

Georgia e Azerbaigian (30 settembre - 2 ottobre 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la visita in Armenia, papa Francesco ha completato il suo viaggio apostolico nel Caucaso recandosi in Georgia ed Azerbaigian tra il 30 settembre e il 2 ottobre[16].

Svezia (31 ottobre - 1 novembre 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il Papa ha partecipato alla cerimonia congiunta fra Chiesa cattolica e Federazione mondiale luterana nelle città di Lund e Malmö, per il 500º anniversario della Riforma protestante, il 31 ottobre. Il 1º novembre ha celebrato la messa per i fedeli cattolici della Svezia e dei paesi limitrofi nello Swedbank Stadion di Malmö[20].

Egitto (28 - 29 aprile 2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 e 29 aprile 2017 papa Francesco si è recato in visita apostolica in Egitto, dove ha incontrato il Patriarca Copto di Alessandria Tawadros II con cui ha firmato una dichiarazione congiunta[21], e ha visitato l'Università islamica sunnita di Al-Azhar[22]. Il 29 aprile ha celebrato la Messa all'Air Defense Stadium del Cairo[23]

Portogallo (12 - 13 maggio 2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il Pontefice si è recato in Portogallo, a Fátima, in occasione del centenario delle apparizioni mariane ai tre pastorelli Lucia dos Santos, Giacinta e Francisco Marto, questi ultimi canonizzati da Francesco davanti una folla di quasi un milione di persone.[24][25]

Colombia (6 - 11 settembre 2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il Santo Padre ha compiuto un viaggio in Colombia dal 6 all'11 settembre 2017, visitando Bogotá, Villavicencio, Medellín e Cartagena.[26]

Viaggi apostolici in Italia[modifica | modifica wikitesto]

2013[modifica | modifica wikitesto]

Giunto nell'isola, ha incontrato un gruppo di migranti extracomunitari e, accompagnato in barca da pescatori, ha lanciato in mare una corona di fiori nel punto dove si trova una statua della Madonna del Mare, posta a 14 m di profondità, in ricordo di quanti hanno perso la vita nelle traversate nel canale di Sicilia. Ha poi celebrato messa davanti a 20 mila fedeli, a fronte di una popolazione di circa 6 mila abitanti.[27][28] Nell'omelia pronunciata dopo il Vangelo il Papa ha esortato a impedire nuove stragi del mare e ha aggiunto: "Siamo una società che ha dimenticato l'esperienza del piangere, del patire con: la globalizzazione dell'indifferenza ci ha tolto la capacità di piangere!".
Nel corso della visita il Papa si è recato prima al largo Carlo Felice dove ha incontrato rappresentati del mondo del lavoro, che gli hanno espresso problemi e speranze del territorio, con particolare attenzione all'emergenza disoccupazione[31]. Successivamente papa Francesco si è recato al santuario di Bonaria, dove ha celebrato la messa nella piazza antistante la Basilica concludendo l'omelia in lingua sarda con le parole: «Nostra Segnora 'e Bonaria bos acumpanzet sempre in sa vida»[32], cioè: «Nostra Signora di Bonaria vi accompagni sempre nella vostra vita».
Nel pomeriggio, papa Francesco si è poi recato nella cattedrale di Cagliari per un incontro con poveri e detenuti. Un discorso alla Pontificia Facoltà di Teologia della Sardegna ha quindi preceduto la tappa finale, nuovamente a largo Carlo Felice, dove il Papa ha concluso la sua visita con la benedizione, preceduta da una preghiera per le vittime di un attentato in Pakistan[33].

2014[modifica | modifica wikitesto]

Arrivato in elicottero in Calabria, il papa ha fatto visita ai detenuti del carcere penitenziario di Castrovillari, dove ha incontrato anche i familiari di Cocò Campilongo, il bambino di 3 anni ucciso e bruciato nel gennaio 2014 insieme al nonno dalle cosche della 'ndrangheta. In seguito ha fatto visita agli ammalati dell'Hospice "San Giuseppe Moscati" e ha pranzato con i poveri della Caritas diocesana. Dopo aver incontrato anche gli anziani ospiti della "Casa Serena" di Cassano[35], papa Francesco ha poi celebrato la messa nella piana di Sibari, dove hanno partecipato più di 250 mila persone. Nell'omelia il Pontefice si è pronunciato contro i mafiosi, affermando: "La ‘ndrangheta è questo: adorazione del male e disprezzo del bene comune. Questo male va combattuto, va allontanato. Bisogna dirgli di no. [...] Coloro che nella loro vita hanno questa strada di male, come sono i mafiosi, non sono in comunione con Dio, sono scomunicati".[36][37]
  • Molise (5 luglio): il Papa arriva in elicottero a Campobasso, dove incontra il mondo del lavoro all'Università degli Studi del Molise, celebra la Santa Messa allo Stadio Vecchio Romagnoli e incontra gli ammalati alla cattedrale della Santissima Trinità. In seguito inaugura la "Casa degli Angeli", vecchio asilo adibito a centro di accoglienza per i bisognosi ristrutturato per l'evento e presso la quale mensa il Santo Padre pranza. Nel pomeriggio, incontra i giovani di Molise e Abruzzo presso il Santuario dell'Addolorata di Castelpetroso (IS) e infine si reca a Isernia, salutando i detenuti del carcere della città e la cittadinanza. La visita è stata effettuata in seguito all'invito dell'arcivescovo di Campobasso-Boiano Giancarlo Maria Bregantini[38].
  • Caserta (26 luglio): visita pastorale nel giorno della santa patrona Anna. Inizialmente doveva essere una visita strettamente privata del papa all'amico pastore evangelico Giovanni Traettino. Successivamente, a causa delle richieste del vescovo e della popolazione, papa Francesco ha incontrato i sacerdoti e ha celebrato la messa a Caserta il 26 luglio per poi ritornare il 28 luglio, questa volta in forma privata, per incontrare il pastore evangelico.
  • Friuli-Venezia Giulia (13 settembre): visita al sacrario militare di Redipuglia in occasione del centenario dell'inizio della Prima guerra mondiale.[39]

2015[modifica | modifica wikitesto]

2016[modifica | modifica wikitesto]

2017[modifica | modifica wikitesto]

  • Milano e Monza (25 marzo): papa Francesco ha visitato l'arcidiocesi ambrosiana a 5 anni di distanza dal suo predecessore Benedetto XVI. Dopo l'arrivo all'aeroporto di Linate, il papa si è recato alle case bianche di via Salomone, periferia sud-est del capoluogo lombardo, dove ha visitato una famiglia mussulmana, una coppia con un malato allettato, un anziano con la moglie appena ricoverata in ospedale, cui il Papa ha telefonato per consolarla e benedirla. Successivamente ha risposto in Duomo alle domande di un sacerdote, di un diacono permanente e di una suora, pregato l'Angelus con i fedeli raccolti in piazza Duomo e ha pranzato con i detenuti al carcere di San Vittore, dopo averli salutati personalmente. Nel pomeriggio ha celebrato la Messa presso il Parco di Monza, alla presenza di circa un milione di persone. L'ultimo appuntamento della visita papale è stato l'incontro con 80 mila cresimandi allo stadio San Siro.[46]
  • Carpi e Mirandola (2 aprile): l'elicottero di papa Francesco è atterrato domenica al campo di rugby "Dorando Pietri", dove è stato accolto dal vescovo di Carpi, Francesco Cavina. Dal campo di rugby, il papa è partito in auto verso Piazza Martiri dove, alle ore 10:30, ha presieduto una concelebrazione. Dopo avere celebrato la messa domenicale - in cui ha benedetto quattro prime pietre: della chiesa nuova della parrocchia di Sant'Agata di Carpi, della casa di esercizi spirituali di Sant'Antonio in Mercadello, della struttura polifunzionale della parrocchia di San Martino Carano e della cittadella della carità di Carpi - il Papa ha recitato l'Angelus per poi pranzare nel Seminario vescovile e incontrare sacerdoti, seminaristi e religiosi. Nel pomeriggio, il trasferimento in auto a Mirandola, dove Francesco ha visitato il Duomo, ancora inagibile dopo il sisma del 2012. Ultima tappa la parrocchia di San Giacomo Roncole, per un omaggio alla stele dedicata alle vittime del terremoto[47].
  • Genova (27 maggio): il pontefice è arrivato nel capoluogo ligure alle 8.15 con prima tappa allo stabilimento Ilva per incontrare una delegazione di lavoratori. Seconda tappa, intorno alle 10, nella cattedrale di San Lorenzo, nel cuore di Genova, per l’incontro con il clero, i religiosi, le suore e i tanti laici impegnati nelle diocesi della regione, alla presenza di due imam genovesi. Poi, alle ore 12.15, nel santuario della Madonna della Guardia per ascoltare i giovani prima del pranzo con 130 “ospiti” arrivati dalle carceri e dai centri di assistenza della Liguria, gli “ultimi” tanto cari a Francesco. Nel primo pomeriggio il trasferimento sino all’ospedale Gaslini, dove ha effettuato una visita ad alcuni piccoli pazienti. Subito dopo, con la Papamobile scoperta, il passaggio da via Caprera, via Cavallotti e corso Italia per raggiungere piazzale Kennedy, dove alle 17.30 ha celebrato la messa con l’arcivescovo, il cardinale Angelo Bagnasco. Il papa è ripartito dall’aeroporto Colombo alle 19.30.
  • Bozzolo e Barbiana (20 giugno): papa Francesco si è recato in pellegrinaggio in forma privata a Bozzolo (in provincia di Mantova e diocesi di Cremona) e a Barbiana (frazione del comune di Vicchio, nell'arcidiocesi di Firenze) per commemorare rispettivamente don Primo Mazzolari e don Lorenzo Milani[48].

Visite a organizzazioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Papa Francesco parla al Parlamento europeo di Strasburgo

2014[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

  • ONU (New York): 25 settembre
  • UNON (Nairobi): 26 novembre

2016[modifica | modifica wikitesto]

Viaggi previsti e annunciati[modifica | modifica wikitesto]

2017[modifica | modifica wikitesto]

Cesena e Bologna: il papa, accogliendo gli inviti dei rispettivi Vescovi, visiterà Cesena e Bologna il 1º ottobre[51].

Myanmar e Bangladesh: il papa compirà un viaggio apostolico in Myanmar dal 27 al 30 novembre 2017, visitando le città di Yangon e Nay Pyi Taw, e in Bangladesh dal 30 novembre al 2 dicembre 2017, visitando la città di Dhaka.[52]

2018[modifica | modifica wikitesto]

Cile e Perù: il papa si recherà in Cile dal 15 al 18 gennaio, visitando le città di Santiago, Temuco e Iquique, e in Perù dal 18 al 21 gennaio, toccando le città di Lima, Puerto Maldonado e Trujillo.[53]

Irlanda: per il X Incontro mondiale delle famiglie.[54]

El Salvador: per la canonizzazione del Beato Oscar Romero[55]

India: viaggio inizialmente previsto per il 2017, ma slittato al 2018[56]

Romania: il Papa visiterà la Romania su invito del Presidente della Repubblica, dei vescovi romeni e del Patriarcato Ortodosso Romeno, per la beatificazione di sette vescovi greco-cattolici martiri sotto il regime comunista[57].

Venezia: il Pontefice visiterà la città lagunare e celebrerà un evento che coinvolgerà tutte le Diocesi del Triveneto.[58]

Francia: viaggio inizialmente annunciato per il 2015, successivamente slittato al 2016 e poi ancora rinviato.[senza fonte]

2019[modifica | modifica wikitesto]

Panama: per la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù.[59]

2020[modifica | modifica wikitesto]

Ungheria: per il LII Congresso Eucaristico Internazionale, che si terrà a Budapest.[60]

Visite pastorali nella diocesi di Roma[modifica | modifica wikitesto]

2013[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

2016[modifica | modifica wikitesto]

  • 1º gennaio: apertura della Porta Santa nella Basilica di Santa Maria Maggiore.
  • 15 gennaio: visita a "Casa Iride" a Torrespaccata e ad una casa anziani RSA (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 17 gennaio: visita alla Sinagoga di Roma.
  • 25 gennaio: Vespri nella Basilica di San Paolo fuori le Mura in occasione della solennità della Conversione dell'Apostolo in occasione della conclusione della Settimana di preghiera per l'Unità dei Cristiani.
  • 26 febbraio: visita alla comunità recupero tossicodipendenti Ceis ai Castelli (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 6-11 marzo: trasferimento ad Ariccia per gli Esercizi Spirituali della Curia Romana.
  • 24 marzo: giovedì santo, visita al Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Castelnuovo di Porto per la messa nella cena del Signore.[89]
  • 13 maggio: visita alla comunità di disabili "Il Chicco" a Ciampino (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 17 giugno: visita alle comunità di sacerdoti "Monte Tabor" e "Casa San Gaetano" (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 18 giugno: visita al Collegio universitario Fondazione Comunità Domenico Tardini in Villa Nazareth.
  • 12 agosto: visita alla comunità "Papa Giovanni XXIII" a Roma per ragazze vittime della tratta e dello sfruttamento sessuale (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 31 agosto: visita alla fiera di Roma, per partecipare al Congresso Internazionale dei cardiologi.
  • 16 settembre: visita all'ospedale San Giovanni ai bambini malati e all'Hospice "Villa Speranza" ai pazienti in fase terminale (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 5 ottobre: visita alla Chiesa dei Santi Andrea e Gregorio al Monte Celio per la commemorazione del 50º anniversario dell'incontro tra il Beato Paolo VI e l'Arcivescovo di Canterbury e dell'istituzione del Centro Anglicano di Roma, con l'arcivescovo di Canterbury Justin Welby.
  • 14 ottobre: visita al "Villaggio SOS bambini" di Roma (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 2 novembre: visita e celebrazione eucaristica al cimitero Flaminio.
  • 11 novembre: visita a sette famiglie di preti che hanno lasciato il sacerdozio, a Ponte di Nona (venerdì di misericordia del Giubileo).
  • 8 dicembre: omaggio all'Immacolata in Piazza di Spagna.

2017[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Secolo XIX, Tre milioni di persone per l’ultima messa di Francesco (foto), ilsecoloxix.it.
  2. ^ Recita dell'Angelus 05.01.2014, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  3. ^ Angelus, 5 gennaio 2014, w2.vatican.va. URL consultato il 30 agosto 2017.
  4. ^ Calendario delle celebrazioni presiedute dal Santo Padre Francesco (giugno - agosto 2014), Sala stampa della Santa Sede. URL consultato il 27 maggio 2014.
  5. ^ In Albania il sesto viaggio di papa Francesco, lastampa.it, 20 giugno 2014. URL consultato il 25 giugno 2014.
  6. ^ PAPA FRANCESCO - ANGELUS - Piazza San Pietro - Domenica, 15 giugno 2014, w2.vatican.va, 15 giugno 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
  7. ^ Angelus, 1º febbraio 2015, w2.vatican.va. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  8. ^ Papa Francesco in Paraguay, vaticaninsider.lastampa.it.
  9. ^ CONFERENZA STAMPA DEL SANTO PADRE DURANTE IL VOLO DI RITORNO DALLE FILIPPINE, w2.vatican.va.
  10. ^ Dichiarazione del Direttore della Sala Stampa, P. Federico Lombardi, S.I., 16.04.2015, Sala stampa della Santa Sede, 16 aprile 2015. URL consultato il 17 aprile 2015.
  11. ^ Papa in Kenya, Uganda e Centrafrica a novembre
  12. ^ Papa in Kenya, Uganda e Centrafrica a novembre, it.radiovaticana.va, 10 settembre 2015.
  13. ^ L'Uganda spera nella visita del Papa, vaticaninsider.lastampa.it.
  14. ^ Papa Francesco incontra il patriarca Kirill a Cuba, it.zenit.org, 5 febbraio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  15. ^ Comunicato della Sala Stampa: Visita del Santo Padre Francesco a Lesvos (Grecia), 07.04.2016, press.vatican.va, 7 aprile 2016. URL consultato l'8 aprile 2016.
  16. ^ a b Comunicato della Sala Stampa: Viaggio Apostolico del Santo Padre Francesco nel Caucaso: Armenia (24-26 giugno 2016); Georgia e Azerbaigian (30 settembre - 2 ottobre 2016), 09.04.2016, press.vatican.va, 9 aprile 2016. URL consultato il 9 aprile 2016.
  17. ^ Probabile viaggio in Armenia per il 2016
  18. ^ Si lavora al viaggio del Papa in Armenia, ipotesi settembre, Vatican Insider, La Stampa, 8 febbraio 2016. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  19. ^ Presentato in Polonia il viaggio del Papa nel Paese, it.radiovaticana.va. URL consultato il 12 marzo 2016.
  20. ^ Viaggio apostolico del Santo Padre Francesco in Svezia, w2.vatican.va. URL consultato il 31 ottobre 2016.
  21. ^ Francesco e Tawadros firmano una Dichiarazione congiunta. URL consultato il 29 aprile 2017.
  22. ^ Egitto. Il Papa all'università sunnita al-Azhar: dialogo tra religioni è via di verità, 28 aprile 2017. URL consultato il 29 aprile 2017.
  23. ^ Egitto, in 30mila per la messa del Papa allo stadio del Cairo | Sky TG24, su tg24.sky.it. URL consultato il 29 aprile 2017.
  24. ^ Papa a Fatima, Francisco e Giacinta sono santi - Europa, in ANSA.it, 12 maggio 2017. URL consultato il 13 maggio 2017.
  25. ^ Una marea di fedeli a Fatima per Papa Francesco, in Rainews. URL consultato il 13 maggio 2017.
  26. ^ Dichiarazione della Vicedirettrice della Sala Stampa, Paloma García Ovejero, 10.03.2017, press.vatican.va, 10 marzo 2017. URL consultato il 13 marzo 2017.
  27. ^ Alessia Manfredi e Paolo Rodari, Papa a Lampedusa: "Siamo tutti responsabili. Oggi globalizzazione dell'indifferenza", www.repubblica.it, 8 luglio 2013
  28. ^ Il papa a Lampedusa: l'abbraccio con gli immigrati, Radio Vaticana news, 8 luglio 2013
  29. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0564 Visita pastorale del Santo padre Francesco a Cagliari, press.vatican.va. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  30. ^ Papa:in 400mila a Cagliari per Francesco, Ansa, 22 settembre 2013, url consultato il 25 aprile 2014.
  31. ^ Discorso al Mondo del Lavoro
  32. ^ Omelia del Papa al Santuario di Bonaria
  33. ^ Discorso del Papa ai giovani
  34. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0578 Visita pastorale del Santo padre Francesco ad Assisi, press.vatican.va. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  35. ^ Gli anziani di Cassano all'Jonio al Papa: ci aggrappiamo alla tua fede, it.radiovaticana.va.
  36. ^ Il Papa in Calabria davanti a 250mila fedeli: "I mafiosi sono scomunicati", ilfattoquotidiano.it.
  37. ^ L'omelia di Francesco alla Messa nella Piana di Sibari, it.radiovaticana.va.
  38. ^ Il Papa sarà a Cassano all'Jonio il 21 giugno e a Campobasso e Isernia il 5 luglio, Radio Vaticana, 5 aprile 2014.
  39. ^ Il Papa tra i carabinieri annuncia: a Redipuglia per i caduti delle guerre - Vatican Insider
  40. ^ Visita di Papa Francesco a Napoli
  41. ^ Papa Francesco a Torino per la Sindone, news.va.
  42. ^ Ansa, Papa a Firenze nel novembre 2015, ansa.it, 10 novembre 2014. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  43. ^ Il Papa a Firenze il 10 novembre, ecco il programma, vaticaninsider.lastampa.it.
  44. ^ Francesco ad Assisi il 4 agosto in visita alla Porziuncola, it.radiovaticana.va. URL consultato il 1º agosto 2016.
  45. ^ Visita del Santo Padre Francesco ad Assisi per la Giornata mondiale di preghiera per la Pace “Sete di Pace. Religioni e Culture in dialogo”, w2.vatican.va, 20 settembre 2016. URL consultato il 20 settembre 2016.
  46. ^ Visita del Santo Padre Francesco a Milano (25 marzo 2017) - Programma, press.vatican.va, 8 marzo 2017. URL consultato il 13 marzo 2017.
  47. ^ Visita pastorale del Santo Padre Francesco a Carpi (2 aprile 2017) - Programma, press.vatican.va, 15 marzo 2017. URL consultato il 15 marzo 2017.
  48. ^ Pellegrinaggio del Santo Padre a Bozzolo (diocesi di Cremona) e a Barbiana (diocesi di Firenze), w2.vatican.va, 20 giugno 2017. URL consultato il 20 giugno 2017.
  49. ^ Vaticano, Visita alla FAO, Vaticano, 20 novembre 2014.
  50. ^ Roma, Papa in visita al Programma alimentare: "Non abituarsi a tragedie, la fame non è normale", su Repubblica.it, 13 giugno 2016. URL consultato il 13 giugno 2016.
  51. ^ Visita pastorale del Santo Padre Francesco alla Diocesi di Bologna (1º ottobre 2017), press.vatican.va, 13 aprile 2017. URL consultato il 14 aprile 2017.
  52. ^ Dichiarazione del Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke, press.vatican.va, 28 agosto 2017. URL consultato il 29 agosto 2017.
  53. ^ Dichiarazione del Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke, su press.vatican.va, 19 giugno 2017. URL consultato il 19 giugno 2017.
  54. ^ www.lastampa.it
  55. ^ [1]
  56. ^ [2]
  57. ^ Viaggio in Romania
  58. ^ http://www.lastampa.it/2017/09/12/vaticaninsider/ita/vaticano/i-vescovi-del-triveneto-francesco-a-venezia-nel-gWdGYhXTi9lUghFXw2lywO/pagina.html
  59. ^ it.radiovaticana.va
  60. ^ [3]
  61. ^ Il messaggio più forte di Gesù è la misericordia, it.radiovaticana.va. URL consultato il 5 aprile 2014.
  62. ^ Papa Francesco a Casal del Marmo per la Messa in Coena Domini. Sorpresa e gioia tra i ragazzi del carcere, it.radiovaticana.va. URL consultato il 5 aprile 2014.
  63. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0331 Visita pastorale alla Parrocchia romana dei santi Elisabetta e Zaccaria, press.vatican.va. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  64. ^ Papa Francesco celebra i confratelli gesuiti. «Penso a te padre Paolo Dall'Oglio», roma.corriere.it. URL consultato il 5 aprile 2014.
  65. ^ Papa a Sant'Agostino per la messa. L'abbraccio della folla tra foto e video, roma.repubblica.it. URL consultato il 5 aprile 2014.
  66. ^ Il Messaggero: papa Francesco senza scorta al centro Astalli per i rifugiati politici: non abbiate paura delle differenze, ilmessaggero.it. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  67. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0567 Calendario delle celebrazioni presiedute dal Santo padre Francesco (settembre - novembre 2013); Solennità di tutti i Santi, Cimitero del Verano, ore 16: Santa Messa, press.vatican.va. URL consultato il 1 ottobre 2013.
  68. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0787 Visita al monastero di sant'Antonio abate delle monache benedettine camaldolesi all'Aventino, press.vatican.va. URL consultato il 21 novembre 2013.
  69. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0801 Visita pastorale alla Parrocchia San Cirillo Alessandrino, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  70. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0004 Santa Messa nella chiesa del Santissimo Nome di Gesù a Roma, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  71. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0009 Visita privata alla parrocchia romana di Sant'Alfonso Maria de' Liguori, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  72. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0042 Visita pastorale alla Parrocchia Sacro Cuore di Gesù a Castro Pretorio, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  73. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0114 Visita pastorale alla Parrocchia "San Tommaso Apostolo" all'Infernetto, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  74. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0178 Conclusione degli Esercizi Spirituali, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  75. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede B0181 Visita pastorale alla Parrocchia di Santa Maria dell'Orazione a Setteville di Guidonia, press.vatican.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  76. ^ Il Papa con le famiglie delle vittime delle mafie. Don Ciotti: grande gioia per la presenza di Francesco, it.radiovaticana.va. URL consultato il 17 marzo 2014.
  77. ^ «Come butta France'?». Per il Papa alla Magliana una marea umana, vaticaninsider.lastampa.it. URL consultato il 6 aprile 2014.
  78. ^ Giovedì santo: Francesco laverà i piedi a disabili del Centro Don Gnocchi, vaticaninsider.lastampa.it. URL consultato l'11 aprile 2014.
  79. ^ Santa Messa nella Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola a Roma
  80. ^ A Sant'Egidio, il 15 giugno, il Papa incontra i poveri - Vatican Insider
  81. ^ Vespri alla Chiesa del Gesù, www.vatican.va, 25 settembre 2014.
  82. ^ Vatican Insider, Visita alla parrocchia San Giuseppe all'Aurelio, La Stampa, 26 novembre 2014.
  83. ^ Vatican Insider, Sorpresa di Francesco: la visita alla «favela» di Roma, La Stampa, 8 febbraio 2015. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  84. ^ «Non si entra in chiesa per "ricoprire" con preghiere atti ingiusti», in Vatican Insider. URL consultato il 7 marzo 2015.
  85. ^ Francesco in visita a Tor Bella Monaca, in Vatican Insider, 4 marzo 2015.
  86. ^ Il Papa in visita nel carcere di Rebibbia, ilmessaggero.it, 2 aprile 2015. URL consultato l'8 aprile 2015.
  87. ^ Celebrazione Eucaristica al Pontificio Collegio Americano del Nord, su Vatican.va. URL consultato il 22 aprile 2015.
  88. ^ V Domenica di Pasqua – Visita pastorale alla Parrocchia romana, su Vatican.va. URL consultato il 22 aprile 2015.
  89. ^ Giovedì santo: Lavanda Papa Francesco per 12 profughi - Cronaca - ANSA.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo