Via del Campanile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°46′20.8″N 11°15′21.38″E / 43.772444°N 11.255939°E43.772444; 11.255939

Tabernacolo in via del Campanile

Via del Campanile si trova a Firenze ed è compresa tra piazza del Duomo e via delle Oche, vicino alla Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questa via aveva il nome di via della Morta e poi via della Morte, in seguito a un singolare avvenimento che aveva avuto come protagonista una certa Ginevra degli Amieri, moglie di Francesco Agolanti. Questa donna, durante la peste del 1400, fu creduta morta e seppellita in tutta fretta nel camposanto del Duomo. In realtà la sua morte era solo apparente ed essa si risvegliò di notte nel sepolcro, ne uscì e, passando da questa via, si recò a casa dal marito in via Calzaiuoli, il quale la scambiò per un fantasma e le intimò di andarsene; lo stesso avvenne davanti alle case dei suoi familiari, finché la sventurata andò a bussare alla casa di Antonio Rondinelli, suo amore segreto, dove venne accolta. Poiché creduta morta e non soccorsa il clero ritenne la donna libera da qualsiasi vincolo matrimoniale precedente e così Ginevra poté sposare l'uomo che desiderava.

Il tabernacolo in via del Campanile rappresenta una Madonna col Bambino in trono con i santi Giovanni Battista e Onofrio è attribuito alla bottega del Verrocchio. Oggi resa poco leggibile per via del vetro di protezione sporco.

Vicino a via del Campanile si trova via della Canonica che, nel 1413 e nel 1448 fu ingrandita ed era costituita da case per il clero e per gli uffici ecclesiastici.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze