Vessillo Bartoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vessillo Bartoli
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 19?? – giocatore
19?? – allenatore
Carriera
Squadre di club1
1931-1932Vado? (?)
1932-1935Savona? (?)
1935-1936Savona? (?)
1937-1938Vado? (?)
1938-1939Imperia? (?)
Carriera da allenatore
1950-1953 Sp. Luqueño
1954 Paraguay Paraguay
1957-1958 Vado
1961-1962 Cerro Porteño
1965 Univ. Católica
1967 El Nacional
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vessillo Bartoli (Vado Ligure, 1908Vado Ligure, 14 marzo 1981) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

In Sudamerica divenne noto come Vessilio Bártoli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vadese,[1] visse in Liguria nel periodo in cui giocava a calcio (anni 1930). Si trasferì poi in Sudamerica, vivendo in Paraguay ed Ecuador; nel 1955 sopravvisse a un disastro aereo avvenuto il 16 giugno 1955, allorché un aereo della compagnia Panair do Brasil si schiantò nelle vicinanze di Asunción.[2][3] Morì a Vado il 14 marzo 1981.[4] Gli è stato intitolato un torneo calcistico ligure, il Trofeo Vessillo Bartoli.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come mediano.[6]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Bartoli seguiva il sistema, che fu tra i primi ad attuare in Paraguay, insieme anche al connazionale Mario Rossini (allenatore del Sol de América).[7]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Svolse la sua carriera di giocatore in Liguria, giocando per Vado,[8][9] Savona[4][10][11] e Imperia.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi in Sudamerica, allenò lo Sportivo Luqueño in Paraguay, portandolo per due volte alla vittoria del titolo nazionale (1951 e 1953).[2] I successi a livello di club[12] persuasero la Federazione calcistica paraguaiana ad assegnare a Bartoli la guida della Nazionale che partecipò alle Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 1954 allenandola in 9 partite con 3 pareggi e 6 sconfitte con 7 goal fatti e 18 goal subiti: schierando una squadra in gran parte basata sulla rosa del suo Sportivo Luqueño, il tecnico italiano affrontò il Brasile in due gare nel marzo 1954, uscendo sconfitto in entrambe le occasioni.[2] Dopo essere rimasto in Paraguay fino al 1955[1] tornò in patria, e fu alla guida del Vado;[13] nel marzo 1961[1] rientrò in Paraguay per allenare il Cerro Porteño.[2] Nel 1967 vinse il campionato nazionale ecuadoriano con l'El Nacional.[14]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Savona: 1933-1934

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Sportivo Luqueño: 1951, 1953
El Nacional: 1967

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c A zonzo in provincia, in Stampa Sera, 31 marzo 1961, p. 7.
  2. ^ a b c d (ES) José María Troche, Vessilio Bártoli, in ABC Color, 11 giugno 2009. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  3. ^ (ES) Quince muertos al estrellarse un avión cerca de Asunción, in ABC, 17 giugno 1955, p. 58.
  4. ^ a b Morto a Vado Vessillo Bartoli, in La Stampa Liguria, 15 marzo 1981, p. 2.
  5. ^ Genoa-Samp, finale a Vado, in La Stampa, 20 settembre 1986, p. 20.
  6. ^ Formazione di Savona-Imperia 1-0, 18 dicembre 1938.
  7. ^ Fleitas Solich presenta la nazionale del Paraguay, in Corriere dello Sport, 15 giugno 1950, p. 4.
  8. ^ Elenco dei calciatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, in Il Littoriale, 23 luglio 1932, p. 5.
  9. ^ Elenco dei calciatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1938-1939, in Il Littoriale, 6 agosto 1938, p. 5.
  10. ^ Marco Aimo, Neri... Neri... Quel brivido che mette i brividi dentro. Storia del Casale Calcio, Fornacette di Calcinaia, Mariposa Editrice, 2000, p. 130.
  11. ^ Il campionato di Prima Divisione, in Il Littoriale, 4 ottobre 1932, p. 4.
  12. ^ (EN) Can European managers succeed in South America?, BBC.co.uk, 26 ottobre 2009. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  13. ^ Storia, Vadofc.it. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  14. ^ (ES) Campeonato 1967, elnacional.ec. URL consultato il 12 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Categoría:Entrenadores de la selección de fútbol de Paraguay