Vertebra lombare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Disegno di una vertebra lombare tratto dall'Anatomia del Gray.

Le vertebre lombari sono le ossa che compongono la terza parte della colonna vertebrale. Esse sono in numero di 5 e costituiscono l'asse di sostegno dell'addome.

I principali caratteri che le distinguono consistono nel notevole volume del corpo e nella caratteristica forma dei processi spinosi. Il corpo ha la forma di un cuneo essendo più alto in avanti che indietro.

I peduncoli sono voluminosi con incisure inferiori molto più accentuate di quelle superiori, i processi articolari sono verticali, quelli superiori orientati medialmente e quelli inferiori lateralmente; le faccette articolari superiori hanno superficie concava mentre le inferiori convessa. Dai peduncoli – all’altezza dei processi articolari – si diramano i processi trasversi, che nel caso delle vertebre lombari prendono il nome di processi costiformi (lamine ossee robuste che si dirigono lateralmente).

Al di dietro del processo articolare superiore si estendono superiormente il processo mammillare e inferiormente il processo accessorio. Le lamine vertebrali sono spesse, più alte che larghe e anche i processi spinosi sono robusti, di forma quadrangolare (sono appiattiti lungo il piano sagittale) e diretti orizzontalmente e indietro. Il foro vertebrale è triangolare e ristretto.

Articolazioni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]