Vernice (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vernice
ArtistaVernice
Tipo albumStudio
Pubblicazione1993
Durata41:06
Dischi1
Tracce10
GenerePop rock
EtichettaEpic Records
ProduttoreRoby Vecchi
RegistrazioneWhite Studio di Ferrara
FormatiLP, CD
Vernice - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1994)
Singoli
  1. Mi fa svenire
    Pubblicato: 1990
  2. Ragazze moderne
    Pubblicato: 1990
  3. Scema
    Pubblicato: 1992
  4. Su e giù
    Pubblicato: 1993
  5. Bughy
    Pubblicato: 1993
  6. La ragazza dei sogni
    Pubblicato: 1994

Vernice è l'album di esordio del gruppo musicale italiano Vernice pubblicato nel 1993 dall'etichetta discografica Epic Records.[1].

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album vendette quasi centomila copie[senza fonte] grazie anche ai singoli Su e giù, presentato al Festivalbar 1993 e al brano Bughy, interpretato al Festival italiano e classificatosi secondo[senza fonte] dietro a Come mai degli 883.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Su e giù – 4:08 (Stefano D'Orazio)
  2. Mi fa svenire – 3:27 (Stefano D'Orazio / Roberto Vecchi / Davide Romano / Marco Abbatini)
  3. Bughy – 4:43 (Stefano D'Orazio / Roberto Vecchi)
  4. Scema – 4:06 (Stefano D'Orazio / Marco Abbatini)
  5. Questo no – 4:46 (Stefano D'Orazio)
  6. La ragazza dei sogni – 4:09 (Stefano D'Orazio)
  7. Voglio andare via – 4:40 (Marco Abbatini / Roberto Vecchi / Enzo Alberigi / Agostino Silvestri / Gianni Loiodice)
  8. Ragazze moderne – 4:39 (Stefano D'Orazio / Marco Abbatini / Enzo Alberigi / Agostino Silvestri / Gianni Loiodice)
  9. Chiamali profeti – 3:02 (Marco Abbatini / Enzo Alberigi)
  10. Lady Jane (Le cose belle) – 3:56 (Mick Jagger / Keith Richards)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefano D'Orazio - voce solista
  • Mauro Conti - basso
  • Agostino Silvestri - chitarra
  • Marco Abbatini - batteria
  • Massimo Nardini - tastiere
  • Davide Romano e Romano Trevisani - arrangiamenti
Altri musicisti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bio, su stefanodoraziodeivernice.net (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica