Verizon Media

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Verizon Media
Logo
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaSocietà controllata
Fondazione13 giugno 2017
Chiusura1º settembre 2021
Sede principaleNew York
GruppoVerizon Communications
Persone chiave
  • Guru Gowrappan (AD
SettoreInternet, Mass media, Tecnologia
Sito webwww.yahooinc.com/

Verizon Media (dalla fondazione al 2018 «Oath Inc.») è stata una sussidiaria di Verizon Communications con la funzione di "società madre" dei portali America On Line (AOL) e Yahoo!.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Verizon aveva annunciato l’acquisizione di America On Line nel maggio 2015. L’anno dopo presentato un’offerta per l'acquisto delle attività operative di Yahoo!. L'operazione, annunciata nel luglio 2016, è stata perfezionata nel giugno 2017[1].

Alla fine del 2018 è stato deciso il cambio di nome, diventato effettivo a partire dall'8 gennaio 2019[2].

Nello stesso periodo è stata portata avanti una campagna di cessioni:

  • nel 2018 Flickr viene ceduto a SmugMug, azienda già attiva nell'hosting di immagini;[3]

Nel settembre 2021 il gruppo Verizon ha ceduto il pacchetto di controllo al fondo Apollo Global Management per 5 miliardi di dollari: la nuova società ha ripreso il nome di Yahoo![6]

Marchi[modifica | modifica wikitesto]

I marchi più importanti posseduti da Verizon Media sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Verizon completa l’acquisizione di Yahoo! che dopo la fusione con Aol si chiamerà Oath, su primaonline.it. URL consultato il 18 giugno 2017.
  2. ^ Oath cambia nome e da gennaio diventa Verizon Media Group, su primaonline.it. URL consultato il 24 dicembre 2018.
  3. ^ Flickr è stato comprato da Smugmug, ma non finirà in cantina, su ictbusiness.it. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  4. ^ Tumblr passa a Wordpress: Verizon "svende" l'ex promessa dei blog, su Repubblica.it. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  5. ^ BuzzFeed acquisisce HuffPost per competere con Google e Facebook, su Forbes.it. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  6. ^ Verizon vende Yahoo e AOL per 5 miliardi di dollari al fondo Apollo, su Il post. URL consultato il 10 gennaio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]