Veniamin Aleksandrovič Kaverin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Veniamin Aleksandrovič Kaverin, in russo: Вениамин Александрович Каверин[?], pseudonimo di Veniamin Aleksandrovič Zil'ber (Pskov, 6 aprile 1902Mosca, 2 maggio 1989), è stato uno scrittore sovietico.

Dopo aver fatto parte del gruppo de I fratelli di Serapione sotto la guida di Evgenij Zamjatin, inizia la sua attività di scrittore nel 1923 con la raccolta di racconti Maestri e Apprendisti. A causa della sua vena mistica viene giudicato incompatibile con il socialismo dal Partito Comunista e per questo, pur non abbandonando il formalismo e le sue ideologie va alla ricerca di un cambio di stile.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Maestri e apprendisti (1923)
  • L'artista è ignoto (1931)
  • L'appagamento dei desideri (1935)
  • I due capitani (1940 - 1944)
  • Sette paia di canaglie (1962)
  • Davanti allo specchio (1972)
  • L'interlocutore (1973)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enciclopedia dei Ragazzi (1988), Milano, RCS Rizzoli Libri, vol. XIII, pag. 131

Controllo di autorità VIAF: 76317723 LCCN: n50046490