Velvet Cacoon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Velvet Cacoon
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Black metal
Dark ambient
Shoegaze
Periodo di attività 1996(?)
2001 -2009
Etichetta Starlight Temple Society (2009 – tuttora)
Full Moon Productions (2004-2009)
Ivory Snowfish Music (2005)
Southern Lord
Album pubblicati 10
Studio 9
Live 0
Raccolte 1
Sito web

I Velvet Cacoon erano un gruppo black metal proveniente da Portland, Oregon.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo le dichiarazioni dei membri, la band è nata nel 1996 per volere di SGL (Josh), LVG (Angela) e da SKV,[1] un presunto batterista morto in un incidente di montagna, di cui è sempre stata incerta l´ esistenza; tuttavia non è possibile stabilire l'autenticità di ciò, dal momento che nessun materiale è stato pubblicato fino al 2002. Infatti, a causa di questa mancanza di informazioni veritiere, non è possibile stabilire con certezza quale sia la realtà e la finzione riguardo ai Velvet Cacoon, che sono stati segnati da eventi assai particolari e inusuali.

Sono certe che le intenzioni del proprio membro fondatore, Josh, erano, sia quella di creare un progetto black metal dalle atmosfere magiche, psichedeliche e decadenti, sia di costruire una realtà immaginaria che fosse in grado di celari misteri sulla band e di guadagnarsi l'attenzione da parte dell'audience e dei media. Al pinnacolo dell'agitazione, dopo presupposti scioglimenti e successive riformazioni, pubblicazioni di album e demo mai esistiti, leggende metropolitane riguardanti azioni ecoterroriste,[1] performance dal vivo sanguinolente, e ricoveri in ospedali psichiatrici,[1] Josh rivelò in un'intervista che tutti questi eventi non furono altro che un'invenzione dello stesso, con il solo scopo di voler prendere in giro la scena black metal,[1] che spesso è stata caratterizzata da tristi e strane vicende.

Josh e Angela hanno dichiarato che l'uso di droghe pesanti, soprattutto il destrometorfano,[1] ha influenzato la loro visione della realtà, che ha concesso loro anche una maggiore libertà in campo artistico. Entrambi si dichiarano asessuali,[1][2] e in un'intervista hanno affermato "Quando rimuovi il sesso dall'equazione della vita, hai delle possibilità infinite, una sensazione di libertà che solo pochi possono comprendere."

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Tra i lavori mai esistiti della band, vi sono stati altri che non erano stati realizzati da loro stessi, bensì da altri musicisti. Le pubblicazioni shoegaze e psych-folk dei Velvet Cacoon non erano altro che album rubati da altri artisti.[3] Ad esempio, il demo How the Last Day Came and Stayed then Faded into Simulated Rain contiene 9 tracce prese dal lavoro della musicista folk statunitense Korouva, Shipwrecks & Russian Roulette. Per chiarire la situazione, Miranda Lehman (Korouva) dichiarò che la band non ha fatto altro che spacciare per proprio il suo stesso lavoro.[4] In seguito a questa dichiarazione, Josh e Angela rimossero le tracce del demo dal proprio MySpace.

Stessa cosa avvenne per il demo "Dizzy from Eternity", che anche esso non era altro che una pubblicazione rubata ai My Violent Ego, intitolata "Clicks & Hisses", su dichiarazione di Josh.[3]

Josh replicò alle critiche riconoscendo la propria condizione di colpevolezza, come quanto rivelato in un messaggio in un post di un forum che è stato successivamente cancellato.[3]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Ultima[modifica | modifica sorgente]

  • SGL (Josh) - voce, chitarra, basso, batteria
  • LGV (Angela) - chitarra, effetti

Passata[modifica | modifica sorgente]

  • SKV - batteria

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album di studio[modifica | modifica sorgente]

Full-lenght[modifica | modifica sorgente]

Demo[modifica | modifica sorgente]

  • 2002 - Music For Falling Buildings
  • 2003 - Chapelflames (Red Steeples)

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Prima intervista a Josh
  2. ^ http://www.chroniclesofchaos.com/articles/chats/1-779_velvet_cacoon.aspx Intervista
  3. ^ a b c (EN)
    « "And on the subject of Velvet Cacoon, the band is a total fraud. Nothing about it holds any importance. The "How the Last Day" demo isn't even us. It's Miranda Lehman from Portland. (check the Wiki site). "Dizzy" isn't us. It's "My Violent Ego". Nothing is us. "Northsuite" was recorded in 3 hours and sold to a fake label who paid us enough for rent and substances. That's why its so terrible. We're utter bastards. We have no respect for anything. Now we're beginning the campaign to show just what we've done. We are walking examples of what far too many drugs will do. They make you crave havoc. They make you want to turn the world upside down while laughing like a maniac. »
  4. ^ http://www.metal-archives.com/more.php?id=15954
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal