Velivoli Caproni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Questa lista elenca tutti i velivoli prodotti dalla ditta Caproni e dalle sue consociate durante la loro attività. I velivoli sono raggruppati ed ordinati in base alla loro designazione.

Nota sulle designazioni adottate[modifica | modifica wikitesto]

Fino ai primi anni venti non esisteva internamente alla ditta Caproni un sistema fisso di designazione dei velivoli. In genere gli aerei e le differenti varianti erano classificati in base alla potenza complessiva installata.

Successivamente alla prima guerra mondiale, la Caproni adottò retroattivamente, un sistema di designazione basato su numerazione progressiva. Tale scelta consentiva una identificazione univoca, infatti il Regio Esercito, durante la prima guerra mondiale, quando mise in servizio i trimotori Caproni, adottò una numerazione progressiva a partire a 1, numerazione che si sovrapponeva a quella dei primi biplani pionieristici della ditta.

Si è qui adotta la designazione univoca adottata dalla Caproni a partire dagli anni venti.

Velivoli[modifica | modifica wikitesto]

Caproni (Taliedo): da Ca.1 a Ca.193[modifica | modifica wikitesto]

Nome Tipo Note Primo Volo
Ca.1 Biplano monomotore Ca.1 anche designazione Regio Esercito per il Ca.32 1910
Ca.2 Biplano monomotore Ca.2 anche designazione Regio Esercito per gli ultimi 9 esemplari di Ca.3
Ca.3 Biplano monomotore Ca.3 anche designazione Regio Esercito per il Ca.33
Ca.4 Biplano monomotore Ca.4 anche designazione Regio Esercito per i Ca.40, Ca.41, Ca.42 e Ca.43
Ca.5 Biplano monomotore Ca.5 anche designazione Regio Esercito per i Ca.44, Ca.45 e Ca.46
Ca.6 Biplano monomotore 1911
Ca.7 Biplano monomotore
Ca.8 Monoplano monomotore 1911
Ca.9 Monoplano monomotore
Ca.10 Monoplano monomotore
Ca.11 Monoplano monomotore Primato italiano di velocità
Ca.12 Monoplano monomotore Primato mondiale di velocità
Trasporto primo passeggero aprile 1912 al Lido di Venezia
Ca.13 Monoplano monomotore
Ca.14 Monoplano monomotore
Ca.15 Monoplano monomotore
Ca.16 Monoplano monomotore
Ca.18 Monoplano monomotore da osservazione 1913
Ca.19 variante Ca.18
Ca.20 Monoplano monomotore da caccia 1914
Ca.22 Monoplano monomotore sperimentale realizzato in un unico esemplare a scopo di ricerca per studiare le caratteristiche di un velivolo dotato di ala ad incidenza variabile
Ca.24 variante Ca.18
Ca.25 monoplano monomotore con ala a parasole Anche noto come Caproni Parasol
Ca.30 biplano trimotore da bombardamento Rimasto allo stadio di progetto
Designazione interna Caproni: 260 hp
Ca.31 biplano trimotore da bombardamento 1914
Ca.32 biplano trimotore da bombardamento versione di serie del Ca.31
Designazione interna Caproni: 300 hp
Designazione Regio Esercito: Ca.1
1915
Ca.33 biplano trimotore da bombardamento Designazione interna Caproni: 450hp
Designazione Regio Esercito: Ca.3
1916
Ca.34 variante Ca.33
Ca.35 variante Ca.33
Ca.36 evoluzione del Ca.33 Designazione Regio Esercito: Ca.3mod
Ca.37 Biplano monomotore da attacco al suolo
Ca.39 variante idrovolante Ca.33
Ca.40 Triplano trimotore da bombardamento Designazione Regio Esercito: Ca.4 1916
Ca.41 versione di serie del Ca.40 Designazione Regio Esercito: Ca.4
Ca.42 variante Ca.41 Designazione Regio Esercito: Ca.4
Ca.43 variante idrovolante del Ca.41 Designazione Regio Esercito: Ca.4
Ca.44 biplano trimotore da bombardamento Designazione interna Caproni: 600hp
Designazione Regio Esercito: Ca.5
1917
Ca.45 variante Ca.44 Designazione Regio Esercito: Ca.5
Ca.46 variante Ca.44 Designazione Regio Esercito: Ca.5
Ca.47 versione idrovolante Ca.44
Ca.48 aereo di linea ricavato dai Ca.41/Ca.42
Ca.50 aeroambulanza ricavata dai Ca.44
Ca.51 versione ingrandita del Ca.41/Ca.42
Ca.52 designazione alternativa Ca.42 destinati al RNAS
Ca.53 Triplano monomotore da caccia/ricognizione 1917
Ca.56a aereo di linea ricavato dai Ca.33
Ca.57 aereo di linea ricavato Ca.44 Anche noto come Breda M.1 1919
Ca.58 Ca.48 rimotorizzati
Ca.59 Ca.58 destinati all'esportazione
Caproni Ca.60 Transaereo Idrovolante a scafo, Triplo triplano in tandem ad 8 motori 1921
Ca.61 Biplano trimotore da bombardamento Ultimo sviluppo della serie Ca.33/Ca.44
Ca.64 Monoplano da caccia monomotore 1924
Ca.66 Biplano quadrimotore da bombardamento 1923
Ca.67 Sviluppo del Ca.66
Ca.70 Biplano monomotore da caccia notturna 1925
Ca.71 Variante Ca.70 Anche noto come Ca.70L
Ca.73 Biplano bimotore da trasporto/bombardamento primo velivolo italiano realizzato con struttura interamente metallica 1924
Ca.74 variante Ca.73
Ca.79 biplano quadrimotore da bombardamento Inquadrato nella 62a Squadriglia "Bombardieri Giganti"
Ca.80 Designazione alternativa Ca.74
Ca.82 Designazione alternativa Ca.73bis/ter
Ca.88 Designazione alternativa variante Ca.73quater
Ca.89 Designazione alternativa variante Ca.73quaterG
Ca.90 biplano esamotore da bombardamento Più grande biplano mai costruito
Più grande aereo terrestre fino al 1934
Inquadrato nella 62a Squadriglia "Bombardieri Giganti"
1929
Ca.95 monoplano trimotore da bombardamento Inquadrato nella 62a Squadriglia "Bombardieri Giganti"
Ca.97 monoplano da trasporto/bombardamento Il Ca.97 venne realizzato in configurazione monomotore, bimotore, trimotore 1927
Ca.100 biplano monomotore biposto versione su licenza del de Havilland DH.60 Moth ampiamente modificata 1929
Ca.101 monoplano trimotore da trasporto/bombardamento 1927
Ca.102 versione bimotore del Ca.101 Dal Ca.102 venne derivato il Ca.102quater, quadrimotore da bombardamento
Ca.103 Evoluzione del Ca.73
Ca.105 Monoplano monomotore quadriposto 1931
Ca.111 monoplano monomotore da bombardamento/ricognizione 1932
Ca.113 biplano monomotore biposto 1931
Ca.114 biplano monomotore da caccia 1933
Ca.120 monoplano trimotore da bombardamento
Ca.122 monoplano bimotore da trasporto/bombardamento
Ca.123 variante di linea del Ca.122 1930
Ca.124 idrovolante monoplano monomotore da ricognizione
Ca.125 biplano monomotore biposto 1934
Ca.127 monoplano da ricognizione
Ca.132 monoplano trimotore da trasporto/bombardamento
Ca.133 monoplano trimotore da trasporto/bombardamento 1934
Ca.134 biplano monomotore da ricognizione 1937
Ca.135 monoplano bimotore da bombardamento Il progetto era della Cantieri Aeronautici Bergamaschi (CAB), ma portava la numerazione della casa madre in quanto costruito a Taliedo. (I CAB erano appartenevano alla serie dei Ca.300) 1935
Ca.142 variante Ca.133 1935
Ca.148 evoluzione del Ca.133
Ca.150 monoplano bimotore da caccia/assalto Rimasto allo stadio di progetto (concorso ministeriale per bimotore da caccia, 1936)
Ca.161 variante d'alta quota del Ca.113 La potenziata variante Ca.161bis fu detentore del record di quota per aerei con motore a pistoni fino al 1995 1937
Ca.162 monoplano bimotore da caccia/assalto Rimasto allo stadio di progetto (concorso ministeriale per bimotore da caccia, 1936)
Ca.163 biplano monomotore biposto Prototipo del successo Ca.164 1938
Ca.164 biplano monomotore biposto 1938
Ca.165 Biplano monomotore da caccia 1939
Ca.183bis Caccia monoplano d'alta quota a propulsione mista Rimasto allo stadio di progetto; prevedeva un motore DB 605 azionante eliche controrotanti, ed un motogetto Campini basato su un radiale Fiat A.30
Ca.193 monoplano bimotore per 5 passeggeri 1949

Cantieri Aeronautici Bergamaschi (CAB):da Ca.300 a Ca.355[modifica | modifica wikitesto]

I velivoli dei Cantieri Aeronautici Bergamaschi, o semplicemente Caproni Bergamasca, erano numerati a partire da 300 (serie 300). Casi particolari: il Ca.301, meglio noto come A.P.1, ed il Ca.135.

Nome Tipo Note Primo Volo
A.P.1 monoplano motore da assalto Il progetto derivava da quello del caccia Ca.301 1934
Ca.135 monoplano bimotore da bombardamento Il progetto era della Cantieri Aeronautici Bergamaschi (CAB), ma portava la numerazione della casa madre in quanto costruito a Taliedo. 1935
Ca.301 designazione interna A.P.1 1934
prototipo da caccia derivato dal A.P.1 designazione alternativa C.P.1
Ca.305 Designazione A.P.1bis
Ca.307 A.P.1 con motori Alfa Romeo
Ca.308 Designazione interna Caproni per gli A.P.1 destinati all'estero La designazione venne poi "girata" al bimotore Ca.308 Borea
Ca.308 Borea monoplano bimotore da trasporto passeggeri 1935
Ca.309 Ghibli monoplano bimotore da trasporto/ricognizione
Ca.310 Libeccio monoplano bimotore da bombardamento/assalto/ricognizione
Ca.311 monoplano bimotore da ricognizione/pattugliamento 1939
Ca.312 monoplano bimotore da ricognizione/pattugliamento
Ca.313 monoplano bimotore da ricognizione/pattugliamento 1939
Ca.314
Ca.316 idrovolante monoplano bimotore da ricognizione/pattugliamento
Ca.331 monoplano bimotore da caccia notturna/caccia pesante 1940
Ca.335 Maestrale monoplano monomotore biposto da caccia e ricognizione Il progetto del velivolo venne ceduto alla ditta belga SABCA, che ne avviò la produzione come S 47
Ca.355 Tuffo monoplano monomotore da bombardamento in picchiata Il progetto derivava da quello del Ca.335 Maestrale 1941
Ca.380 Corsaro caccia pesante monoplano bimotore Rimasto allo stadio di progetto

Caproni Reggiane[modifica | modifica wikitesto]

I velivoli della Reggiane erano inizialmente numerati a partire da 400 (serie 400). La ditta adottò successivamente una designazione indipendente.

Nome Tipo Note Primo Volo
Ca.400 monoplano bimotore da bombardamento Il Ca.400 o P.32bis era uno sviluppo del Piaggio P.32. Il suo progettista, Giovanni Pegna si era trasferito infatti dalla Piaggio alla Caproni.
Ca.401 monoplano bimotore da caccia/assalto Rimasto allo stadio di progetto (concorso ministeriale per bimotore da caccia, 1936)
Ca.405C "Procellaria" monoplano bimotore da competizione Destinato alla Istres Damasco Parigi, non venne approntato in tempo
Derivava da Piaggio P.32bis
1937
Re.2000 monoplano da caccia monomotore 1939
Re.2001 monoplano da caccia monomotore 1940
Re.2002 monoplano da caccia monomotore 1940
Re.2003 monoplano monomotore biposto da ricognizione 1941
Re.2004 monoplano da caccia monomotore variante del Re.2005 con motore Isotta Fraschini Z R.C.24/60, non completato
Re.2005 monoplano da caccia monomotore 1942
Re.2006 monoplano da caccia monomotore Il prototipo venne completato, ma l'aereo non volò mai
Re.2006P monoplano postale monomotore Progetto del 1945, derivato dal Re.2000
Re.2006PP monoplano da trasporto monomotore Progetto del 1945, sei posti, originariamente denominato Re.2007
Re.2006C monoplano da competizione monomotore Progetto del 1945, derivato del Re.2006 per le corse aeree americane, originariamente denominato Re.2008
Re.2007 Caccia a reazione con ala a freccia Falso creato negli anni sessanta
Re.2008 Caccia a reazione con ala a freccia Falso creato negli anni sessanta

Caproni Vizzola[modifica | modifica wikitesto]

A differenza dei Cantieri Aeronautici Bergamaschi (CAB) e della Reggiane non era prevista una numerazione a tre cifre in cui la ditta era identificabile per la prima cifra. I prototipi di caccia della seconda guerra mondiale erano identificati dalla lettera F, dall'iniziale di uno dei progettisti, l'ingegner Fabrizi. Il C-22J, realizzato nel 1980, proseguiva la numerazione dei motoalianti da cui era stato derivato.

Nome Tipo Primo Volo
Vizzola F.4 monoplano monomotore da caccia 1939
Vizzola F.5 monoplano monomotore da caccia 1940
Vizzola F.6 monoplano monomotore da caccia 1941
Vizzola C-22J monoplano bireattore biposto da addestramento 1980

Kaproni Bulgarski[modifica | modifica wikitesto]

I velivoli della ditta erano designati dalla sigla KB, seguita da un numero progressivo, a partire dal KB 1, la versione del Ca.100 prodotta in Bulgaria. I modelli prodotti su licenza spesso avevano una motorizzazione differente da quella del modello originale.

Nome Tipo Primo Volo
KB 1 variante prodotta su licenza del Ca.100
KB 2 biplano monomotore derivato da Ca.113
KB 3 Chuchuliga(*) I biplano monomotore biposto evoluzione del KB 2 1936
KB 4 Chuchuliga II biplano monomotore biposto evoluzione del KB 3 1939
KB 5 Chuchuliga III biplano monomotore biposto da ricognizione e bombardamento evoluzione del KB 3
KB 6 Papagal(*) variante prodotta su licenza del Ca.309 Ghibli
KB 11 Fazan(*) monoplano monomotore da ricognizione 1941
designazione alternativa KB 6

(*) Chuchuliga, Papagal e Fazan in lingua bulgara significano rispettivamente: Allodola, Pappagallo e Fagiano.

Caproni: altre designazioni[modifica | modifica wikitesto]

Qui di seguito sono riportati i prototipi realizzati dai diversi progettisti esterni al gruppo che utilizzarono la capacità tecnico-industriale della Caproni per vedere realizzati i loro progetti. Questi velivoli non avevano una designazione particolare. Sono stati ordinati in base all'anno del primo volo.

Nome Tipo Note Primo Volo
Tricap monoplano monomotore biposto da turismo Anche noto come Tricap Sauro 1 1932
Stipa monoplano sperimentale 1932
A.P.1 monoplano motore da assalto Primo progetto indipendente dei Cantieri Aeronautici Bergamaschi. La sigla AP sta per Assaltatore Pallavicino, dal nome del suo progettista. 1934
C.H.1 biplano monomotore da caccia 1935
Caproni-AV.I.S C.4 monoplano da collegamento Costruito dalla Caproni-AV.IS (Avio Industrie Stabiensi) nel 1939 1939
Campini C.C.2 monoplano sperimentale Anche noto come Campini-Caproni N°1 1940

La Aeroplani Caproni Trento realizzò un unico progetto originale nel secondo dopoguerra. La lettera F rappresenta l'iniziale del progettista del velivolo, Stelio Frati.

Nome Tipo Primo Volo
Trento F.5 monoplano a getto da addestramento 1952

Durante la seconda guerra mondiale la Caproni sviluppò i progetti per dei bombardieri a lungo raggio, caratterizzati dalla numerazione 200.

Nome Tipo Note
Ca.204 Monoplano trimotore da bombardamento a lungo raggio Rimasto allo stadio di progetto
Ca.205 Monoplano quadrimotore da bombardamento a lungo raggio Rimasto allo stadio di progetto

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]