Velina (televisione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Striscia la notizia.

La velina è una showgirl della trasmissione televisiva Striscia la notizia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine "velina" è nato nel 1988 per nominare in tono ironico le showgirl che nella trasmissione televisiva italiana Striscia la notizia portavano ai conduttori le veline, le notizie in gergo giornalistico.

Le veline, una mora e una bionda (almeno a partire dalla stagione 1994-95), inizialmente erano le "addette" alla consegna delle notizie. Il loro nome ha un'origine ben precisa ed è attestato fin dalla primissima puntata di Striscia la notizia, il cui esordio fu contemporaneo e strettamente legato alla coeva trasmissione Odiens. In molte puntate di Odiens il corpo di ballo era vestito (ovviamente in chiave goliardica) con costumi chiaramente ispirati al ventennio fascista e le belle componenti femminili erano addirittura identificate col nome di "littorine". La canzoncina che le introduceva in onda faceva il verso alla celebre canzone del regime All'armi siam fascisti e pressappoco recitava All'armi! All'armi! All'armi siam le Littorine - Dell'italica tivù.... Le prime puntate di Striscia la notizia andavano in onda prima di Odiens, con i conduttori Ezio Greggio e Gianfranco D'Angelo spesso vestiti con i medesimi costumi di scena, ad indicare un'immediata continuità tra i due spettacoli.[senza fonte]

Dovendo chiamare in qualche modo le vallette incaricate di portare le notizie ai conduttori (vallette anch'esse vestite con i citati costumi ispirati al fascio)[senza fonte], la scelta è immediatamente caduta sul nome di veline, forse a voler prendere in giro le vere veline, e cioè i famosi dispacci del Ministero della Cultura Popolare, tramite i quali il regime fascista diramava agli organi di stampa e di informazione le notizie da rendere note o meno all'opinione pubblica: nell'intenzione degli autori, dunque, un modo sicuramente efficace quanto non comune di far presente al pubblico l'inviolabile diritto alla libertà di stampa e di informazione, anche al di fuori dei canali ufficiali.

Con il passare degli anni il loro ruolo è cambiato: si è passati dagli scivoli degli inizi, ai pattini a rotelle fino agli odierni "stacchetti", i quali, perlopiù negli ultimi anni, si sono avvalsi del coreografo Saverio Ariemma ed anche dell'uso di numerosi "accessori", come ad esempio: ventilatori, docce, cerchi, ecc. A partire dalla stagione 2002-2003, le veline sono state scelte attraverso un concorso estivo, condotto da Teo Mammucari. Poi, per l'edizione 2005-2006, è stato nuovamente lo stesso Antonio Ricci, autore del programma, a scegliere le nuove veline. Il successo del programma estivo "Veline" ha portato Antonio Ricci a creare, nel 2003, "Velone", il concorso rivolto a donne over 65 che a colpi di stacchetti e sketch si sono potute sfidare come le giovani colleghe di "Veline".

La scelta delle nuove veline per l'edizione 2008-2009 e 2012-2013 di Striscia la notizia è stata effettuata di nuovo tramite il programma "Veline" stavolta condotto da Ezio Greggio, storico conduttore del telegiornale satirico di cui le vincitrici faranno parte. Per l'edizione 2013-2014 alle veline subentrano, per la prima volta nella storia del programma (eccezion fatta per Edo Soldo), i velini.

Il velinismo e le polemiche[modifica | modifica wikitesto]

Il termine velina è ormai talmente in uso nel linguaggio comune, che è stato introdotto anche nei principali dizionari italiani. Nella primavera 2011 (durante le polemiche legate al Rubygate, scandalo in cui era coinvolto Silvio Berlusconi ma non Antonio Ricci) il programma Veline è stato accusato dal Gruppo Editoriale L'Espresso (ostile a Berlusconi) di essere "il capofila ed emblema del sistema mediatico che lederebbe la dignità delle donne", quindi Antonio Ricci decise di annullarlo proponendo però, in modo provocatorio, un patto con la RAI che consisteva nel rinunciare alla successiva edizione di Miss Italia e al Gruppo Editoriale L'Espresso di rimuovere i settimanali D e Velvet, che secondo Ricci erano "il capofila ed emblema del presunto sistema mediatico che lederebbe la dignità delle donne". In caso contrario, la presenza a Striscia della bionda Costanza Caracciolo e della mora Federica Nargi sarebbe stata confermata anche per la stagione 2011-2012 di Striscia la notizia,[1][2] cosa poi accaduta, visto che la RAI e Gruppo Editoriale L'Espresso avevano respinto il patto. Inoltre, nell'autunno 2011 le veline hanno cambiano provvisoriamente nome in "carline" come forma di ringraziamento provocatorio nei confronti dell'imprenditore Carlo De Benedetti, che, mantenendo D e Velvet aveva fatto rinnovare il contratto delle Veline.

Nel 2013 il termine velina è stato usato dalla Presidente della Camera Laura Boldrini in varie conferenze stampa ufficiali per indicare in senso dispregiativo o sminuitorio, a fronte di un'apparente diffusione di un fenomeno degenerativo denominato anche del velinismo, le funzioni svolte da soubrette e showgirl in ruoli per i quali, secondo i critici, non sarebbero necessari grandi meriti artistici o professionali: particolari polemiche ha destato il tapiro che Striscia le ha consegnato a causa della partecipazione, come autrice, della stessa Boldrini ad un programma RAI in onda alla fine degli anni 80 in cui erano presenti delle ragazze in abiti molto succinti[3] e quindi Striscia sostiene che la Boldrini sia incoerente.

I velini[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2013/2014 di Striscia vede la presenza dei velini: il biondo Elia Fongaro e il moro Pierpaolo Pretelli prendono per tre settimane il posto delle classiche veline[4]. Il programma, quell'anno, inizia con una conduzione tutta al femminile, da cui la scelta di introdurre due valletti maschi. Il primo velino nella storia di Striscia è stato Edo Soldo, presente nelle stagioni 1992/1993 e 1993/1994, e saltuariamente anche in seguito, che aveva un ruolo simile nella trasmissione Drive in.

Record puntate[modifica | modifica wikitesto]

La coppia più longeva del programma in numero di puntate è quella formata da Costanza Caracciolo e Federica Nargi con un totale di 903 puntate comprese tra il 22 settembre 2008 e il 10 giugno 2012; al secondo posto la coppia formata da Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia con 663 puntate, mentre al terzo posto troviamo la coppia formata da Melissa Satta e Thais Wiggers con 535 puntate.[5] Altro record è quello della velina bionda Marina Graziani presente per 3 stagioni dal 1996 al 1999. Probabilmente la coppia più longeva (o una delle più longeve) è stata quella delle veline Terry Sessa e Simonetta Pravettoni presenti per diversi periodi nelle 5 edizioni dal 1989 al 1994.

Elenco delle veline[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella qui sotto sono presenti i nomi delle veline e degli altri co-partecipanti (velini e infermiere) presenti nel corso degli anni[6].

Nomi Anni
Cristina Prevosti, Stefania Dall'Olio, Eliette Mariangelo, Micaela Verdiani dal 7 novembre
al 16 dicembre 1988
Le veline Jordy Gordon e Indra Smith (da dicembre 1989 a gennaio 1990), Simonetta Pravettoni e Terry Sessa (da gennaio 1990 a giugno 1990) e l'infermiera Sonia Grey (da aprile 1990) dall'11 dicembre 1989
al 30 giugno 1990
Annalisa Gambi, Laura Paternoster e Monica Spreafico (da ottobre 1990 a gennaio 1991), Simonetta Pravettoni e Terry Sessa (da gennaio 1991 a giugno 1991) dal 1º ottobre 1990
al 29 giugno 1991
Le veline Simonetta Pravettoni e Terry Sessa (sostituita per maternità dal 3 febbraio da Ana Laura Ribas) e l'infermiera Angela Cavagna dal 30 settembre 1991
al 27 giugno 1992
Il velino Edo Soldo (tutta la stagione 1992-1993) e le veline Cecilia Belli (tutta la stagione 1992-1993), Fanny Cadeo e Laura Valci (dal 25 gennaio al 19 giugno 1993) dal 28 settembre 1992
al 19 giugno 1993
Il velino Edo Soldo (tutta la stagione 1993-1994), le veline Cecilia Belli, Fanny Cadeo e Laura Valci (dal 27 settembre 1993 al 29 gennaio 1994) e Simonetta Pravettoni e Terry Sessa (dal 31 gennaio al 18 giugno 1994) dal 27 settembre 1993
al 18 giugno 1994
La mora Miriana Trevisan e la bionda Laura Freddi dal 26 settembre 1994
al 17 giugno 1995
La mora Alessia Merz e la bionda Cristina Quaranta dal 25 settembre 1995
al 15 giugno 1996
La mora Roberta Lanfranchi e la bionda Marina Graziani dal 30 settembre 1996
al 14 giugno 1997
La mora Alessia Mancini e la bionda Marina Graziani dal 29 settembre 1997
al 30 maggio 1998
La mora Roberta Lanfranchi e la bionda Marina Graziani dal 28 settembre 1998
al 12 giugno 1999
La mora Elisabetta Canalis e la bionda Maddalena Corvaglia dal 27 settembre 1999
all'8 giugno 2002
La mora Giorgia Palmas e la bionda Elena Barolo[7] (sostituita dal 26 marzo al 2 aprile 2003 da Giulia Olivetti) dal 23 settembre 2002
al 5 giugno 2004
La mora Lucia Galeone e la bionda Vera Atyushkina, affiancate da aprile 2005 dalla velina "extralarge" Emanuela Aurizi dal 27 settembre 2004
all'11 giugno 2005
La mora Melissa Satta e la bionda Thais Souza Wiggers (sostituita per maternità dal 7 gennaio al 7 giugno 2008 da Veridiana Mallmann[8]) dal 26 settembre 2005
al 7 giugno 2008
La mora Federica Nargi[9] e la bionda Costanza Caracciolo[9] dal 22 settembre 2008
al 10 giugno 2012
La mora Alessia Reato e la bionda Giulia Calcaterra dal 24 settembre 2012
al 15 giugno 2013
Il moro Pierpaolo Pretelli e il biondo Elia Fongaro dal 23 settembre al 12 ottobre 2013, da allora saltuariamente
La mora Ludovica Frasca e la bionda Irene Cioni dal 14 ottobre 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione